DAIMON LIBRARY REVIEWS

Sponsored Links and Publicity


Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

librotol.gif (5951 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

Sponsored Links and Publicity

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

newani.gif (2181 byte)  Per una ricerca veloce di aforismi nel nostro Database  newani.gif (2181 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

Sponsored Links and Publicity

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

Queste pagine saranno via via dedicate alle recensioni di libri oppure opere di autori che sempre per un motivo o per l'altro sono venuti in contatto con il Daimon Club, con Carl William Brown o che comunque condividono lo spirito, la poetica, lo stile e la politica che ci contraddistinguono. Questo significa che non inseriremo recensioni di libri alla moda o famosi soltanto per seguire il comune andazzo, ma che sceglieremo accuratamente le nostre recensioni in base alla vicinanza che il contenuto dei testi stessi ha con la nostra filosofia di vita e con i nostri ideali esistenziali. Se poi qualcuno volesse comunque collaborare con noi e partecipare alle nostre attività, ne possiamo parlare! In un secondo tempo chi volesse poi eventualmente acquistare i libri che proponiamo dovrà recarsi nella nostra sezione ad hoc, dove potrà anche eseguire qualsiasi tipo di ricerca per testo, per autore o per casa editrice. Non è da disdegnare inoltre il fatto che acquistando comodamente online potrete avere anche dei buoni sconti, in genere una media del 15%, ma certo questo dipende anche dal libro.  Buona lettura dunque e come sempre F.T.P. by C.W. Brown

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

Daimon Club Private Area - Here You Can Find a lot of Interesting Material

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

AFORISMI GENIALI di William Shakespeare a cura di C.W. Brown. Un breve prologo. Questo non intende essere un saggio su William Shakespeare anche perché conosco sin troppo bene quella frase di W. Hazlitt che recita: "Se desideriamo conoscere la forza del genio umano dobbiamo leggere Shakespeare. Se vogliamo constatare quanto sia insignificante l'istruzione umana possiamo studiare i suoi commentatori." Non che io non apprezzi il lavoro di critica letteraria di tanti autori, soltanto che questo scritto costituisce una creazione di tutt'altro genere.

Questo piccolo libretto infatti vuole solo essere un omaggio alla grandissima abilità linguistica di Shakespeare, al valore del suo stile e della figuralità del suo linguaggio. C'è poi da considerare il fatto che avendo scritto anch'io in forma aforistica ben più di 8000 frasi e riflessioni su quasi ogni aspetto dell'esistenza, dal potere dell'autorità, alla stupidità di ogni umana vanità, ho da sempre apprezzato in maniera considerevole molte delle citazioni del nostro grande poeta drammaturgo e così ho pensato bene di dedicargli appunto questo tributo.

Inoltre questa raccolta di massime tratte dall'opera omnia di Shakespeare vuole anche essere un operetta originale, da leggersi magari come un piccolo racconto surrealistico o come uno strano, ma pungente flusso di coscienza del nostro autore, mediato dalla sintesi del sottoscritto. Non troverete pertanto, come negli altri libri di massime, il dramma, la commedia o la poesia da cui le citazioni sono state extrapolate, ma per il momento vi dovrà bastare sapere che le ha scritte William Shakespeare; non tutte del resto, infatti molte provengono da un'antichità più lontana, ovvero dalla nostra tradizione classica, greca e romana.

La cosa che conta invece è che il lettore si renda conto di come il potere, l'autorità e di conseguenza la stupidità non debbano spaventare o intimidire lo spirito libero della creatività, anche perché un vero artista è abituato a convivere con il dolore e recita con William: "Lascia che ti abbracci, amara avversità, perché i saggi sanno che è la cosa più saggia da fare." È la vecchia tematica dello scontro esistenziale tra reale ed ideale che da sempre lacera i cuori e le menti di tanti autori, ma questo non è il momento di approfondire un simile discorso e per chi ne volesse sapere di più potrà sempre visitare la mia associazione su Internet al seguente indirizzo www.daimonclub.it dove troverà diverso materiale per decifrare meglio il mio pensiero ed il mio stile.

Nella sua opera Shakespeare ha affrontato tutte le tematiche esistenziali, dalla vendetta alla pietà, dalla violenza più crudele all'amore più sublime, dall'arroganza più banale alla tragicità più fatale, e lo ha fatto con una strabiliante maestria di linguaggio, proprio quel linguaggio che ha forgiato queste massime e che ha dilettato ed ammaestrato molti degli autori che sono venuti dopo di lui. Il conflitto tra la realtà e l'apparenza, tra l'ingordigia della stupida autorità e l'ingenua speranza della bontà hanno reso immortali le sue opere, peraltro quasi tutte ispirate da trame precedenti e già presenti in diverse fonti letterarie.

L'analisi delle passioni e dei sentimenti umani, le speculazioni sulla natura umana e sui suoi desideri di felicità, la critica del potere e la speranza di poter comunicare attraverso i secoli hanno reso la sua arte immortale ed è per questo che i suoi pensieri ed i suoi scritti sono giunti sino a noi vivi più che mai. Ogni giorno infatti in tutti i teatri del mondo vengono rappresentate le sue creazioni ed i suoi testi sono così rimasti vitali ed inossidabili alle inclemenze del tempo e della morte.

Tornando al potere dobbiamo rilevare che nelle opere di Shakespeare questo argomento è espresso quasi sempre come abuso di potere, come avidità e tirannia dell'umana vanità, come passiva accettazione di una balorda legge naturale. Shakespeare critica e sbeffeggia in modo pesante la vile cortigianeria, la falsa umiltà, e la prepotenza della follia del potere, ma rimane convinto che non possono esserci "lupi senza pecore, né leoni senza cerbiatti." Shakespeare insomma condanna sia chi esercita il potere, sia chi lo subisce troppo passivamente ed in pratica il suo stile come il suo pensiero in più di un'occasione fanno capo ad un'ideale ed anarchica, ma forse impossibile, sete di giustizia e libertà.

E questa libertà, seppure magari solo letteraria il poeta la raggiunge con la propria fantasia. Così con i propri ideali e la propria penna si appresta a combattere il più temibile di tutti i tiranni, l'oblio. Il suo sogno di durare oltre il tempo e di tener testa alla morte e al disfacimento del proprio essere si fa sempre più forte e con il passar dei secoli si dimostra anche sempre più vitale, anche se alla fine anche il più grande poeta di tutti i tempi dovrà purtroppo o per fortuna arrendersi a quel nulla universale che tutto ingoia.

E così, memore dei suoi sogni, anch'io, che da sempre ho condiviso le sue idee sul potere e sull'esistenza, condensando i miei pensieri in diverse migliaia di aforismi, ho pensato bene di legare il mio legittimo desiderio di poter comunicare un po' di più con il mondo a questo piccolo libretto, che in fin dei conti non è che un modesto e genuino stratagemma per farmi un po' di pubblicità grazie all'aiuto di uno dei massimi scrittori della letteratura mondiale. Abbiamo così non una semplice raccolta di massime qualunque, che potete del resto sempre trovare anche in forme diverse e persino più complete sia su carta sia consultando l'intero corpus dell'autore ormai disponibile in forma libera su internet, ma un messaggio più profondo che rimanda alla mia essenza più intima ed al mio testamento spirituale e letterario che peraltro riporterò alla fine di questo libretto e che potrete sempre approfondire visitando il mio sito su internet, o magari leggendo le prossime pubblicazioni della nostra associazione.

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

ELENA  TRA MITO E TRAGEDIA di Rosaria Sicignano  Albalibri Editore Collana: L'Universo Dei Saggi 

Sicuramente Elena è un libro che rapisce, per il suo stile scorrevole, per le sue anotazioni sapientemente raccolte dai più importanti autori che trattano dell'argomento. Un lavoro da certosini che ha richiesto anni di preparazione e che riserva nuove piacevoli scoperte anche al più erudito dei lettori.

Çlirim Muça

Premessa

Personaggio singolare, sempre oscillante tra passione e rimorso, Elena attraversa la storia segnata dal marchio ambiguo della fatalità. Vittima o colpevole che sia è lei, essenza della femminilità, il prototipo della donna bella e "maledetta", divina nell'aspetto ma scandalosa nella condotta e causa di rovine, di lutti, di pianto. Nell'immaginario collettivo, modellatosi sull'auctoritas di Omero, Elena è l'origine della guerra di Troia, guerra per antonomasia, e la seduttrice la cui fama le vale un posto tra i lussuriosi nell'Inferno dantesco ; in realtà le tante varianti del suo mito suggeriscono un ritratto a più facce che dimostra come ella sia stata, per i Greci, qualcosa di più di una donna leggera della quale scrivere con la massima esaltazione o con altrettanta brutalità! Nel corso dei secoli la sua leggenda è stata oggetto di aggiunte, di assottigliamenti, di revisioni così radicali da produrre, accanto al già complesso racconto primitivo, innumerevoli altre versioni: da quella laconica, che perpetuava il ricordo della "divinità" di Elena, a quella omerica/ionica, cui per l'autorità di Omero ameranno affiancarsi molti poeti successivi, fino ad arrivare, attraverso la rivisitazione del mito da parte dei grandi tragediografi dell'antichità, alle interpretazioni letterarie, teatrali e cinematografiche del nostro tempo. Per gli antichi era naturale ritornare periodicamente sui propri miti; essi rappresentavano il patrimonio religioso e culturale dell'intero popolo e per tanti aspetti erano anche la sua storia, la storia dei suoi avi e delle sue divinità. Di miti erano intessute l'epopea (che se ne impadronì per il diletto dei suoi ascoltatori), la lirica corale (in cui il mito acquistò un significato in rapporto al vincitore celebrato e al paradigma da proporre), la tragedia (che attinse al mito per riflettere sui grandi temi della condizione umana, sollevando su di essi il dubbio), l'arte in tutte le sue più disparate manifestazioni… Tuttora il ricorso al mito è continuo e sistematico, ma non avviene più con lo stesso animo né mai per gli stessi motivi, assumendo aspetti e significati diversi secondo le esigenze dei tempi. Dunque, una donna sconvolge il mondo solo con la sua bellezza…e se Elena non fosse mai esistita o non fosse mai stata a Troia? E se il mito fosse solo un modo per oscurare un'altra realtà? O altre realtà?
 

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

Daimon Club Private Area - Here You Can Find a lot of Interesting Material

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

L'ALBERO DEGLI AFORISMI Antologia a cura di Anna Antolisei. L'aforisma è una vera e propria forma letteraria che si trasforma di volta in volta in massima, in sentenza, in motto di spirito, in frase poetica e che se ben congegnato rivela tutto il mistero della sua formulazione intellettuale. L'aforisma esprime l'estrema sintesi, che rimanda alle innumerevoli casistiche del pensiero umano e della altrettanto problematica esperienza terrena. Ecco perché le raccolte di aforismi costituiscono anche una summa fantasticamente articolata della forma mentis dell'epoca in cui viene redatta. Negli aforismi troviamo tutte le forme più strabilianti dell'impressionante linguaggio umano, della sua fisicità e della sua spiritualità, dall'ironia al sarcasmo, dalla logica alla poesia, dal disincanto alla critica più nichilistica. E in questa bella antologia la curatrice, già nota per il precedente libro Aforismi Urlati, ce ne fornisce parecchi e diversificati esempi che dimostrano sia la sua sensibilità, sia la profondità degli autori inclusi nell'opera. Di seguito riportiamo quindi alcuni aforismi contenuti nel bel libro di Anna Antolisei pubblicato dalla Casa Editrice Lieto Colle nel 2003.
Di seguito riportiamo alcuni dei migliori aforismi contenuti nel libro pubblicato dalla Casa Editrice Lieto Colle. C.W. Brown 

E i poeti si arrampicano sui fili di ragno della memoria. Annelisa Addolorato

Ragazza abbronzata, vorrei baciarti lì dove il sole non ti ha toccata. Giuse Alemanno (Modificato da C.W. Brown)

Al giorno d'oggi la verità non si limita ad essere nuda: si prostituisce. Andros

Perché mai coniugarsi? E' una roba da verbi! Andros

Giro girotondo, gira per davvero questo sfottuto mondo. Francesco Arleo

Non è proprio che Dio è morto. Diciamo che è più aldilà che di qua. Massimo Bassi

"E' sempre più un problema arrotondare le entrate" disse il medico della clinica per la cura dell'anoressia. Massimo Bassi

Lo Spazio talvolta si restringe, talvolta si allarga, ma in realtà sono soltanto le rivoluzioni della materia che imbizzarrita, non sapendo dove andare, continua inquieta a cambiare direzione. Carl William Brown

Le forze tragiche e comiche dell'esistenza non possono dare altro che una risultante umoristica. Carl William Brown

Rispettabilità è vestire la maschera d'ipocrisia del proprio tempo. Fabio Caironi

L'abitudine semplifica l'esitenza la rende schiava del tempo. Renato Cavagnero

Se la vita è un gioco, la morte è uno scherzo. Fabio Ciofi

L'aforisma: il "sesto grado" nella scalata alla verità. Emilio Cartoni

Se la religione è l'oppio dei popoli, perché i preti sono contro la droga. Francesco M. De Collibus

E' forte chi affronta ogni giorno le sue debolezze. Massimo Della Giovampaola

Grammatica generativa interiore: rendere transitivo il bene, intransitivo il male. Maura Del Serra

Vivere nel peccato ci preserva dalla tentazione. Donato Di Poce

Scrivere è ascoltare il silenzio e vivere con il mare in tasca. Donato Di Poce

Dio legge le fiabe al Diavolo. Roberto Dossi

E' facile avere fretta; difficile è essere veloci. Roberto Fabris

La donna è l'unico enigma penetrabile. Riccardo Farina

Con l'alcool si diventa sinceri, dunque la sobrietà è la condizione meno indicata per amare. Luisa Ferretti

La conoscenza del dolore accresce il dolore della conoscenza. Alberto Figliolia

Se dai a un idiota la camicia del potere, si vestirà presto di volgarità militante. Alberto Figliolia

Sono così massaia che l'asse della mia esistenza è un asse da stiro. Rosanna Figna

A scegliere gli amici ci pensiamo da soli, a sceglierci i parenti provvede Dio, mostrando un senso dell'umorismo molto più acuto del nostro. Emanuele Gabardi (Riveduto da C.W. Brown)

Una società che non riconosce altra morale che quella della forza, non sa che farsene di una forza basata sulla morale. Enrico Galavotti

Dio c'è solo per i vivi: la morte ci separa per sempre da lui. Fabia Gardinazzi

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

DOMINEDDRACULA. VITA, GESTA, MORTE E RESURREZIONE DI VLAD TEPES L'IMPALATORE di Gennaro Francione.   Pag. 664. Presentato dal Direttore dell'Accademia di Romania a Roma, prof. Eugen Uricaru.

Si tratta di un romanzo storico-biografico, descrivente gli orrori draconiani di Vlad Tepes l'Impalatore,voivoda rumeno ertosi coraggiosamente col suo piccolo popolo contro i turchi di Mohammed il Conquistatore. L'operazione di scrittura vampirica è rovesciata rispetto al Dracula di Stoker: non più dalla realtà di Vlad al mito del Vampiro, ma dal sanguinario dell'inconscio collettivo leggendario alla storia reale.

Prezzo di copertina euro 23. Per informazioni inviare e-mail ad azuz@inwind.it

Maggiori informazioni le potete trovare nel sito ANTIARTE 2000: LA RIVOLUZIONE DELL'ESTETICA NEL CYBERSPAZIO: http://www.antiarte.it  Cordiali saluti Andrej Adramelek

Altri libri dello stesso autore sono vivamente consigliati: I segreti della magia nera, bianca e rossa

Vademecum del consumatore. Contro la pubblicità ingannevole.

Ars schiattamoriendi. L'arte di schiattare dal ridere con la morte

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

David Icke. Studioso di storia segreta e cospirazioni, è uno dei più famosi giornalisti e conferenzieri del mondo. Le informazioni che propone sul suo sito hanno milioni di convinti lettori e stanno contribuendo a costruire una significativa massa critica rispetto all'informazione ufficiale. Tra i suoi libri più famosi ricordiamo: ...E la verità vi renderà liberi; Io sono me Stesso, io sono libero; Figli di Matrix; La piramide della cospirazione Globale; Il Segreto più Nascosto;

David Icke espone la storia reale che sta dietro gli eventi globali che modellano il futuro dell'esistenza umana e del mondo che noi lasceremo ai nostri figli. Coraggiosamente, egli solleva il velo su una sorprendente rete di manipolazioni interconnesse che rivelano come le poche e stesse persone, società segrete e organizzazioni controllano la direzione quotidiana delle nostre vite.
Questi poteri occulti progettano le guerre, le rivoluzioni violente, gli attentati terroristici e gli assassini politici. Essi controllano il mercato mondiale delle droghe pesanti e la macchina dell'indottrinamento dei media. Ogni evento globale negativo del XX secolo, e talvolta anche in precedenza, può attribuirsi alla stessa Élite Globale. Alcuni dei nomi delle persone in essa coinvolte sono veramente molto conosciuti. Mai prima d'ora questa rete, i suoi aderenti e i suoi metodi, sono stati svelati in un modo così dettagliato e devastante.

Io sono me stesso io sono libero. La guida per i robot verso la libertà   (Macroedizioni)

In questo libro successivo (che in Italia, però, è stato pubblicato prima di "...E la verità vi renderà liberi") David Icke ci propone altri passi da compiere verso la libertà dallo stato di schiavitù occulta in cui, secondo lui, ci troviamo tutti quanti. Conoscere la verità è, in realtà, solo un primo passo, per quanto importante. Ma è poi essenziale non farsi schiacciare dalla verità, soprattutto se, come in questo caso, è molto negativa. E l'unico modo per non sentirsi delle vittime della foschissima situazione dipinta da Icke è, come l'autore stesso sottolinea in questo libro, quello di ricordarsi che nessuno di noi, in realtà, è vittima impotente di qualcun altro. Abbiamo tutti molto più potere di quel che pensiamo, e i gravi problemi denunciati da Icke si sono creati proprio perché abbiamo ceduto il nostro potere, sia pure inconsapevolmente, ad altri individui, rifiutando di assumerci la piena responsabilità della nostra vita. Ed è proprio recuperando consapevolmente questo potere che, secondo David Icke, possiamo liberarci anche dei manipolatori occulti che infestano il Pianeta. Qui l'autore offre suggerimenti più dettagliati su come farlo, mutuando prevalentemente i principi base della scuola del "pensiero positivo" che fa riferimento a Louise Hay. E sono queste le parti migliori del libro, che altrove, invece, si sofferma un po' troppo su particolari, a tratti raccapriccianti, delle malefatte perpetrate dalla tirannia occulta che sta dissanguando la Terra e i suoi abitanti.

Il segreto più nascosto. Il libro che può cambiare il mondo  (Macro Edizioni)

Figli di matrix. Il libro che può cambiare il mondo.
La storia dell’umanità risulta manipolata da più razze di origine extraterrestre, molto progredite tecnologicamente. Analizzando un’enorme quantità di documentazioni e testimonianze, David Icke risale agli incroci genetici tra l’uomo e queste razze, scoprendo come queste famiglie di ibridi controllino e governino il mondo.
Con questo suo quarto libro pubblicato in Italia , il misterioroso e controverso giornalista britannico David Icke continua il suo spietato attacco contro la cospirazione globale di cui, a suo dire, l'intero pianeta Terra è vittima da secoli. Oltre a denunciare, come in "Io sono me stesso, sono libero" e in "La verità vi renderà liberi, la manipolazione genetica e psicologica della razza umana da parte di razze di origine extraterrestre molto progredite tecnologicamente ma pressoché prive di emozioni (con nuove rivelazioni relative a eventi clamorosi come quella che lui definisce l'uccisione di Lady Diana), qui Icke va addirittura oltre, cercando di dimostrare che anche le maggiori figure bibliche come Mosé, David, Salomone e addirittura Gesù sono state inventate per controllarci con la religione. Lo ripeto: considero la maggior parte delle cose che Icke dice, anche se apparentemente pazzesche e talvolta orribili, sempre interessanti e meritevoli di riflessione. Ma a tratti l'autore, nella sua smania di trovare cospirazioni dappertutto, eccede, e si ha spesso l'impressione che niente di buono esista né sia mai esistito veramente su questo Pianeta. Un modo di pensare decisamente negativo, che si riflette inevitabilmente su chi lo ha. Di recente, infatti, Icke e venuto in Italia per una conferenza e siamo andati a trovarlo, assai curiosi di conoscerlo. Abbiamo avuto la netta sensazione di una persona sfuggente, forse impaurita, o che forse ha qualcosa da nascondere. Infatti, non solo non ha concesso a nessuno alcuna intervista (dopo averla promessa all'inizio) ma anche rifiutato qualsiasi domanda da parte del pubblico, dopo averlo sfinito con ore e ore di suo parlare ininterrotto. Insomma, forse le cose che denuncia Icke sono in gran parte vere, ma a lui il fatto di saperle non sembra aver fatto un bell'effetto...

Figli di Matrix. Da migliaia di anni una razza proveniente da un'altra dimensione tiene soggiogata l'umanità... agendo sotto ai nostri occhi  (Macroedizioni)

Altri libri caldamente consigliati dello stesso autore sono: Alice nel paese delle meraviglie e il disastro delle Torri Gemelle. Ecco perché la versione ufficiale dei fatti dell'11 settembre è una menzogna colossale. (Macroedizioni)

E la verità vi renderà liberi (Macroedizioni)

Sei libero. Perché non te ne accorgi? Scardinare il sistema con la mente (Macroedizioni)

La piramide della cospirazione globale. Con videocassetta

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

Onde Rosse (pag. 318 L. 15.000) è il libro di Giulio Ranzanici, uscito grazie alla casa editrice Proposte Editoriali in Roma, di cui ci apprestiamo a parlare. Innanzitutto dobbiamo subito dire che presto l'autore avrà una sua pagina promozionale all'interno di questo spazio, in quanto si tratta proprio di uno scrittore bresciano, e come tale rientra nella categoria di artisti che il Daimon Club, per suo statuto, tende a pubblicizzare. A tale proposito, dobbiamo inoltre affermare che G. Ranzanici è uno scrittore profondo, sensibile, originalissimo da uno stile rapido e deciso che sa alternare magistralmente l'ironia e il sarcasmo di una visione della vita disincanata alla  melanconia di una poesia esistenziale a tratti disperata e sentimentale. Il libro è una sorta di contenitore delle varie forme di espressione dell'autore, troviamo infatti racconti brevi, esperienze di viaggio, poesie e aforismi; per tale ragione possiamo dire di essere di fronte ad un testo ricco e amabilissimo che vale certamente la pena di essere letto. Nella sezione degli autori potrete in futuro anche leggere qualcosa dell'autore, ma per il momento citiamo solo alcune frasi fondamentali per far capire il carattere dell'artista, che rivela tutto il suo coraggio quando definisce appunto i suoi concittadini come "i più chiusi occidentali dell'Occidente intero", abitanti di una città in cui  "l'amore e l'allegria con tutto il caos che si tirano dietro non sono sacrosanti e legittime aspirazioni....sono attentati all'ordine costituito, epidemie da debellare" e quando ancora scrive "contro l'ipocrisia e il perbenismo dei mille fantasmi che animano il mio e  il vostro teatrino umano esteriore". Nel libro poi vi sono gli amici, i viaggi, l'oriente e le storie di droga e ancora i racconti, per esempio quello del prigioniero che si è ormai scordato di se stesso, il sogno d'amore di una cameriera che si infrange sugli scogli di un feticista sposato, o altre avventura erotiche talvolta divertenti e talvolta amare e deludenti, e poi le sibilline riflessioni critiche e mordaci e via dicendo; ma ora ci fermiamo qui, concludendo la breve recensione con un aforisma dello stesso autore che può essere preso come un buon consiglio per i giovani autori: "Vuoi fare lo scrittore? bene, datti da fare, vivi tutto, ama tutto, odia tutto finché tutto e tutti ti saranno estranei. Allora sarai morto. Allora sarai scrittore."  C.W. Brown 

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

Aforismi URLati (pag. 131 L. 30.000) è un bellissimo libro curato da Anna Antolisei e pubblicato dall'editore Fogòla di Torino. Il testo costituisce un esperimento perfettamente riuscito di interazione tra la letteratura tradizionale e le nuove forme di espressione telematica, rese possibili dalla meravigliosa realtà di Internet, dal contributo di alcuni sponsor, in questo caso Telecom Italia Network, e dall'abilità narrativa della brava curatrice che ha raccolto, scelto e organizzato una buona quantità di aforismi e citazioni inedite, prima nel suo sito web URLaforisma e poi in questo sorprendente libro. In questa prestigiosa collana della Torre d'Avorio vedono così la  luce più di quattrocento aforismi inediti, organizzati per sezioni e presentati da acute introduzioni dell'autrice, che ci rivelano le tendenze e l'umore dei navigatori telematicizzati di fine millennio. All'interno del libro, che risulta essere un po' il Bignami del pensiero di questa nostra epoca in forte via di informatizzazione, vi sono anche delle belle considerazioni sulla grande rete e sulla letteratura in generale, vi sono poi degli aforismi inediti di alcuni autori di spicco della letteratura italiana e vi sono infine, la qual cosa non è di poco conto, anche una serie di sorprendenti, strabilianti e provocatorie massime di un autore molto particolare, feroce, cinico,   spietato, surrealista ed umorista che corrisponde al nome di Carl William Brown, uno che come Byron ha deciso di simulare un forte odio per l'umanità, proprio a causa del suo grande amore per essa. Insomma un libro imperdibile, profondo, saggio e molto, molto divertente ( pensiamo solo per esempio all'aforisma di Luca. C. che recita appunto "Per un mondo piu pulito, ragazzi... scopate!") che può essere ordinato direttamente all'editore al seguente indirizzo Fògola Editore, Torino Piazza Carlo Felice, 19 Tel. 011541512  Fax. 011530305 o acquistato nella libreria della stessa casa editrice, sempre al medesimo indirizzo. C.W. Brown 

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

Vestita di Nuvole, una storia d'amore e di speranza  1996, Sperling & Kupfer www.club.it/autori/maria.simona.bellini/
E' difficile definire un lavoro come questo: non è un romanzo, ma tiene con il fiato sospeso il lettore, ormai affezionato al "personaggio" Letizia, fino alle ultime pagine, quando, come in ogni finale che si rispetti, si scioglie l'intreccio e si conosce l'esito della sua difficile esperienza.
Non è certamente una biografia: alla vita di Letizia, come a quella di Simona e degli altri familiari, non vengono dedicati che pochi (vigorosi) cenni eppure, alla fine, si ha la sensazione di conoscere bene, se non di aver sempre conosciuto, quella simpatica Armata Brancaleone partita suo malgrado alle Crociate.
Non si tratta nemmeno di un saggio: l'Autrice non è una psichiatra o una pedagoga, anche se riesce ad illustrare con poche parole una pratica terapeutica rivoluzionaria ed eterodossa come quella di Delacato.
"Vestita di nuvole" forse è solo (solo?) uno sfogo, una confessione dura, a tratti impietosa, ma sempre pacata di una vicenda umana che ha rivoluzionato l'esistenza di cinque persone.
Non è quindi un racconto destinato soltanto a persone che si trovano nella situazione di Simona, per quanto a queste esso fornisca indicazioni preziose; è la cronaca di un percorso interiore, di una donna che precipita in un baratro e trova in se stessa gli strumenti per uscirne, ritrovandosi dall'altra parte del tunnel, più forte e più consapevole.
E' lo sfumato ritratto di una persona, Letizia: del suo aspetto, del suo carattere e della battaglia che lei, come chiunque altro, ha combattuto per adattarsi ad un mondo all'apparenza ostile.
Ma soprattutto, a nostro parere, è una sorda denuncia contro un sistema sociale, paragonabile per certi versi alla moderna Inquisizione, che in nome di principi scientifici (convenienza economica) indiscussi ed immutabili, schiaccia impietosamente l'umanità di quanti ne fanno parte.
Sicuramente uno scritto fruibile da tutti, anche grazie ad uno stile che con la medesima efficacia passa dalla cronistoria dei fatti alla descrizione di stati d'animo con estrema disinvoltura e ad un finale sicuramente "lieto", ma estraneo alla holliwoodiana melassa del "... e vissero tutti felici e contenti".
Anzi, volendo osare arditi paragoni, qualcuno congedava i suoi personaggi giustificando che ormai erano talmente felici da non valer più la pena di interessarsene; ebbene, il finale di "Vestita di Nuvole" non è di questo genere: in realtà è appena un inizio e ci farebbe piacere se Simona Bellini ci permettesse, in futuro, di interessarci ancora a qualche "miracolo in corso"...

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

Segni di Pelle (550 disegni originali per tatuaggi) by Jerry Magni Art Designer Xenia Edizioni Introduzione di  Cristiana Monti Un libro per chi desidera tatuarsi ma non si accontenta dei disegni presentati dai soliti cataloghi. Un libro per chi ama la grafica. Un libro, infine, per chi è semplicemente curioso.
In
SEGNI DI PELLE di Jerry Magni ci sono ben 550 disegni originali che possono diventare arabeschi vivi, o semplicemente stimoli per la fantasia, come più vi piace. Si va da simboli e cornici bianconere a maschere di tipo africano, sempre in bianco e nero. E poi, citiamo a caso perchè ogni immagine meriterebbe pubblicazione, ecco a colori creazioni più complesse, un cuore bianco che gronda sangue, un altro cuore strizzato nel filo spinato, un cervello trafitto da un pugnale, una ragazza in un amplesso musical-feticistico con una chitarra elettrica, figure scomposte e ricomposte dopo essersi bagnate nel grande oceano della fantasy, o nei torbidi e profondi mari dell'horror e del noir, in una ibridazione di generi e suggestioni affascinante...... Jerry Magni ja lavorato molto illustrando libri e fumetti. Gli auguriamo di continuare su questa strada.  (Blue) ...Segni di Pelle è un libro diverso dal solito.....Jerry Magni ha reinterpretato il tatuaggio classico, quello tribale, l'umoristico, il biomeccanico.....Nella prefazione note sulla storia, sull'uso del tatuaggio e una serie di
buoni consigli a chi vuole tatuarsi. (La Nazione) ....Le immagini sono belle, ma ancor più intrigante è l'idea di una comunione tra il mondo del tatuaggio e quello del fumetto. (Il Manifesto) ....550 disegni creati per corpi di tutte le età da un celebre illustratore, Jerry Magni....... (ELLE) JerryMagni
Triskell Edizioni 3ntiniby by Jerry Magni Art Designer Un libro per tutti. perchè tutti, in quanto esseri umani, ne sono...avvolti. Triskell è 3. Numero perfetto. Perfezione. Se la Triade è una chiave di lettura ed interpretazione del mondo, dello scibile e dell'imperscrutabile, allora tutti noi abbiamo inevitabilmente a che fare con esso. Religione, alchimia, mito, simbolismo, filosofia, fisica...Pensateci attentamente, nulla sfugge alla triplice interpretazione. Triskell perpetua il sintesismo di un simbolo, che nei suoi 53 secoli di storia, non ha perso la sua efficacia comunicativa. In "Triskell" troverete oltre 200 disegni ispirati a questo mitico simbolo. La magia, il fascino, il mistero di di una raffigurazione antichissima, resa attuale dalle sorprendenti intuizioni di Jerry Magni. Lasciatevi avvolgere dalle tre spire magiche del Triskell!

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

Ricerca personalizzata

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

Diamante_rosso7253.gif (991 byte) Sommario   Diamante_rosso7253.gif (991 byte) Promotions  Diamante_rosso7253.gif (991 byte)  Book Spider  Diamante_rosso7253.gif (991 byte)  Home page   Diamante_rosso7253.gif (991 byte)  Scrivici!

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

     Copyleft © 1997 - 2020  by  WWW.DAIMON.ORG  and  CARL WILLIAM BROWN

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)


colorarr.gif (690 byte) Daimon Club colorarr.gif (690 byte) Daimon People colorarr.gif (690 byte) Daimon Arts colorarr.gif (690 byte) Daimon News colorarr.gif (690 byte) Daimon Magik
colorarr.gif (690 byte) Daimon Guide colorarr.gif (690 byte) DaimonLibrary colorarr.gif (690 byte) Daimon Humor colorarr.gif (690 byte) Links Exchange colorarr.gif (690 byte) C. W. Brown

animagemella.jpg (8200 byte)

hypersubmit-468x60.gif (6875 byte)

dcshobanmov.gif (14871 byte)

bannershakes.gif (6920 byte)

Daimonecobanner.gif (22169 byte)