DAIMON CLUB NEW IDEA

Per un Mondo Migliore!

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

Sono ora disponibili le nostre magliette e i nostri cappellini !! Great !!

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

librbanmov.gif (12392 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)



and if you are not sure use a condom!

Andate e Procreate! Or better

FOTTETEVI.COM

Non è un sito Porno! Anzi !!!

and if you are not sure use a condom!

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

www.fottetevi.com Dedicato a tutti quei personaggi che nonostante la triste realtà che ci circonda non si impegnano abbastanza per migliorarla, ma anzi si arricchiscono sfruttandola. - La Conferenza di Bangkok, alla quale partecipano personalità della politica e dello spettacolo come Nelson Mandela, Sonia Gandhi e Richard Gere, sarà dunque un passaggio delicato nell'ormai impari lotta tra la scienza e il male che si propaga a ritmi di 14 mila nuove infezioni al giorno. "Accesso ai farmaci per tutti" è il principale e utopico motto della conferenza, i cui delegati sanno benissimo che nei paesi più colpiti - Sudafrica in testa con 5 milioni su 45 milioni di abitanti - il costo dei trattamenti e le politiche del massimo profitto delle multinazionali farmaceutiche tagliano fuori dalle cure ben il 92 per cento delle persone colpite dal virus, quasi cinque milioni nell'ultimo anno, il 50 per cento donne e giovani tra i 15 e i 24 anni. Ieri mattina gruppi di attivisti per i diritti umani provenienti da varie parti del mosno, tra cui molti aderenti ad «Act Up », hanno denunciato la mancata realizzazione delle promesse dei Governi del G8 per il Fondo Globale per combattere l’Aids. Il G8 ha promesso ingenti stanziamenti ma non s’è visto ancora un soldo, hanno in sostanza detto i manifestanti. E la protesta ha interessato anche il Governo italiano accusato di « non aver mantenuto le promesse» scrive Act Up, una delle maggiori organizzazioni di attivisti -.

www.fottetevi.com Dedicato a tutti quelli che non si sono ancora resi conto della portata dell'opera culturale, letteraria e filosofica di Carl William Brown e della sua grande creazione per divulgarla, vale a dire il Daimon Club. A questo proposito ricordo a tutti che C.W. Brown ha scritto più di 8.000 aforismi originali e ne ha raccolti altre decine di migliaia, e li ha resi quasi tutti fruibili gratuitamente online nel suo sito e nel sito della Daimon Library. Ha scritto inoltre vari saggi e articoli e nel 1998 ha fondato la Daimonologia, che a tutti gli effetti risulta essere una nuova ed efficace metodologia per affrontare e gestire tutto lo scibile e tutte le idee universali, superando la statiticità della tradizione, facendo tesoro di tutto il sapere e dando un notevole slancio all'etica della conoscenza e all'importanza della continua ricerca. Convinto sostenitore della massima empatia tra gli esseri umani e della necessità di una grandissima collaborazione tra di essi, C.W.Brown si è sempre lamentato della scarsa comunicazione tra intellettuali e artisti in genere, ha sempre condannato ogni sorta di connivenza tra il potere e la stupidità dell'autorità, lanciando i suoi strali contro tutti i privilegi e tutte le ineguaglianze che assillano la nostra umanità. Con la sua opera e con il Daimon Club ha voluto dare diversi esempi, ma visto che la gente non sembra apprezzare più di tanto, vuole comunque ricordare a tutti che le sue iniziative sono di natura assolutamente globale ed internazionale, e come sempre sono tese a perseguire l'ideale di un'arte e di un'educazione per il progresso e non fine a se stessa, che comunque lotti contro l'oblio della stupidità e che quindi possa fare in modo che le nostre opere vengano ricordate. In ciò la grande rete ha un'importanza fondamentale ed è per questo che il Daimon Club ne sostiene a grande voce la sua diffusione. Grande spirito libertario e di assoluta autonomia, non ha mai adulato né il potere né la ricchezza, ed il suo spirito non ha mancato di colpire personaggi di assoluto rilievo sociale e culturale. Tanto che giunto a questo punto si è anche permesso il lusso di mandare tutti quelli che non sembrano degnarsi della sua creatività a farsi fottere e per questo ha creato appunto i domini www.fottetevi.com e www.fuckyu.net !!!!!!!!


www.fottetevi.com Dedicato a tutti quei personaggi e a quelle donne che non si sono ancora resi conto dell'importanza e della necessità della costituzione di un'associazione di volontari, senza scopo di lucro, per coltivare e per soddisfare una delle più antiche e problematiche attività dell'essere umano, vale a dire fottere!! Questo argomento verrà via via ampliato ed approfondito, ma già sin d'ora vogliamo liberamente sotenere la necessità di una regolamentazione di questo settore lasciato purtroppo nelle mani della stupidità, dell'indifferenza, dell'indignazione, dell'ipocrisia, del falso perbenismo, dei dogmi religiosi, del banale conformismo, della lucrosa medicina, e chi ne ha più ne metta. A tale riguardo saranno illuminanti alcune di queste osservazioni e alcune di quelle che riporteremo nel nostro sito umoristico, nella nostra library e nel nostro sito erotico. Tuttavia prima di proseguire deve essere chiaro a tutti che dobbiamo eliminare la povertà, l'ignoranza e tutti devono dare il proprio contributo all'evoluzione della specie e ad una convivenza pacifica e costruttiva. In futuro non dovranno più esistere puttane sfruttate ed ignoranti e tutti dovranno pagare le tasse! E per chi può intendere ricordatevi che eros e linguaggio sono strettamente legati, in fondo come diceva Karl Kraus, "le metafore sono le perversioni del linguaggio e le perversioni sono le metafore dell'amore". Dev'essere poi chiaro che per fare tutto ciò servirà la massima comunicazione, e quindi si dovranno mettere in comune diverse cose, per cui non definitevi "comunisti" se poi non vi passa neanche per l'anticamera del cervello di mettere in comune vostra moglie. A tale riguardo è sintomatico un divertente motto di spirito: "Un tale dice all'amico, - Vuoi venire ad un'orgia - al che l'interpellato dopo aver mostrato un po' di titubanza, un certo stupore, ma anche un velato interesse chiede - E, in quanti saremmo? - (e qui giunge a puntino il gioco verbale) Beh, risponde l'organizzatore, -Se porti anche tua moglie, siamo in tre! -


www.fottetevi.com Dedicato a tutti quelli che non conoscono Pietro Aretino e che non hanno mai visitato il nostro sito umoristico. Pietro è un divino personaggio nato ad Arezzo nel 1492 e morto a Venezia nel 1556. Fustigatore e flagello di principi e di papi, grande spirito libertario ha scritto varie opere tra cui pensiamo di attribuirgli La puttana errante, La Tariffa delle puttane, Le giornate puttanesche, e poi varie commedie, alcuni romanzi, molti sonetti lussuriosi, dubbi amorosi, le pasquinate e vari ragionamenti. A lui si sono ispirati alcuni tra i più grandi autori di tutti i tempi, basti pensare a Molière. Per quanto riguarda alcune opere, secondo Apolinnaire, egli ne ha nascosto la paternità solo perché a Venezia attaccare direttamente la fama delle prostitute della Repubblica, nonché delle cortigiane romane, poteva essere molto più pericoloso che farsi beffa del re o dell'imperatore, e soprattutto perché la cosa non doveva rendere nulla. In ogni caso il mestiere più vecchio del mondo, che annoverava nell'antica Roma su quattrocentomila abitanti ben la metà di essi che erano dediti alla prostituzione deve molto delle sue origini alla povertà e all'esigenza di trovare denaro, tanto è vero che nelle vicinanze del Parlamento Europeo esistono dei bordelli in cui per passare una notte servono anche tre o quattromila euro!!!! Comunque tutto ciò è al tempo stesso molto religioso e come diceva Zavattini in una sua poesia intitolata Diu,  "Diu al ghé, s'a ghé la figa al ghé" (Dio. Dio c'è. Se c'è la figa c'è.) che non fa altro che ribadire il concetto espresso da Giorgio Baffo che recitava "Se Dio è per tutto, l'è anche in Mona". Ma torniamo al nostro Pietro e dedicando un fottetevi.com a tutti quegli scrittori da strapazzo noti e meno noti che pensano solo a guadagnar due lire e non hanno ancora capito la vera missione della letteratura dobbiamo ancora ribadire che era l'uomo più libero del mondo e non temeva nessuno, era cosciente della sua pèotenza e, unico fra i letterati del suo tempo, non era un parassita. L'opinione pubblica gli era molto favorevole e i predicatori del tempo non avevano difficoltà a dichiarare che, dovendo riformare il genere umano, la natura e Dio non avrebbero potuto far meglio che produrre molti Pietro Aretino. Ma ora recitiamo con lui la seguente poesiola.



www.fottetevi.com Se l'Aretino fa del sesso un oggetto di riso, secondo la grande tradizione romana e greca, Carl William Brown fa della metafora del "fottetevi" un grido di allarme e di protesta destinato a coinvolgere la stupida autorità dell'umana vanità. Infine, benché gli scritti dell'Aretino siano talvolta poco chiari, non devono mai farci dimenticare la lampante evidenza della nostra poco limpida coscienza.

Fottiamoci, anima mia, fottiamoci presto,
poiché tutti per fotter nati siamo;
e se tu 'l cazzo adori, io la potta amo,
e saria 'l mondo un cazzo senza questo.

E se post mortem fotter fosse onesto,
direi: tanto fottiam, che ci muoiamo;
e di là fotterem Eva e Adamo,
che trovarno il morir sì disonesto.

Veramente egli è ver, che se i furfanti
non mangiavan quel frutto traditore,
io so che si sfoiavano gli amanti.

Ma lasciam'ir le ciancie, e sino al core
ficcami il cazzo, e fà che mi si schianti
l'anima, ch'in sul cazzo hor nasce hor more;

e se possibil fore,
non mi tener della potta anche i coglioni,
d'ogni piacer fortuni testimoni.


www.fottetevi.com Dedicato a tutti coloro che nonostante l'evidenza della loro stupida vanità non si sono ancora resi conto della loro intrinseca banalità. A tutti questi miseri personaggi e in ricordo di un famoso letterato proseguiamo nel ricordare ancora alcune cose su Pietro Aretino. Il suo nome era famoso fino in Persia e quando abitava a Venezia in un sontuoso palazzo sul Canal Grande, la sua casa era custodita non da intendenti e maggiordomi, ma da sei belle ragazze; si chiamavano le Aretine. La sua dimora era un porto di mare, dove capitava ogni specie di gente, soldati male in arnese, pellegrini afflitti, letterati affamati, artisti, discepoli, patrizi, avventurieri, ecclesiastici, meretrici, ganimedi, e ogni sorta di cavalieri erranti. Straordinariamente generoso regala tutto quel che ha, senza per questo impoverirsi. Poi con la sua scrittura precisa e nervosa, scrive lettere che, tra minacce e lusinghe, gli procurano doni, ammirazione e suscitano il terrore, per una penna tanto lucente. Nelle sue opere troviamo centinaia di espressioni popolari e soprattutto nei Ragionamenti il dialogo è estremamente vivo. In essi sono narrati i costumi di un'epoca stravagante e particolarmente quelli perversi, in ciò troviamo l'esaltazione della cortigiana. Le prostitute sono presentate come brave donne, istintive, capricciose, senza scrupoli, superstiziose e belle, sia pure con la sifilide e nella miseria totale. Ma come ricorda Carl William Brown, if you are not sure, e ci tenete alla vostra salute, don't forget to use a condom!!!!


www.fottetevi.com Dedicato a tutti quei politici, industriali, burocrati e stupidi intellettuali o artisti da strapazzo che non sostengono la ricerca scientifica e nemmeno hanno tanto riguardo o rispetto per chi gli fa notare la loro vanitosa e insulsa ignoranza. Dedicato a tutti quei personaggi che alimentano lo sfruttamento, le connivenze, i privilegi e le diseguaglianze nel mondo.

Investimenti in ricerca scientifica in percentuale del PIL nel Mondo:

Giappone 2,12 Stati Uniti 1,97 Germania 1,66 Francia 1,38 Regno Unito 1,22 Media Unione Europea 1,19 Canada 1,06 Russia 0,72 Italia 0,53

Numero di Ricercatori nel Mondo:

Giappone 644.208 Stati Uniti 1.148.271 Germania 238.944 Francia 156.004 Regno Unito 147.035 Media Unione Europea 784.006 Canada 90.245 Russia Italia 69.621

Pubblicazioni Scientifiche periodo 1997-2002 nel Mondo:

Stati Uniti 34,86 Citazioni 49,43 Unione Europea 37,12 Citazioni 39,30 Regno Unito 9,43 Citazioni 11,39 Germania 8,76 Citazioni 10,02 Giappone 9,28 Citazioni 8,44 Francia 6,39 Citazioni 6,89 Canada 4,58 Citazioni 5,30

La produzione scientifica mondiale proviene da soli 31 paesi su 193. Sono 200.000 i visti Usa concessi a medici, scienziati e ricercatori nel 2003. Nel mondo il sapere scientifico è concentrato al 98% in 31 paesi e all'84,5% nelle mani delle nazioni del G7 (Più la Svizzera). Quanto ai finanziamenti il nostro paese è ultimo tra quelli del G8. Per quanto riguarda il rapporto tra il PIL e ricerca scientifica - più questo rapporto è alto più è efficiente il paese nel campo della ricerca - il primato mondiale spetta alla Svizzera, seguita da Svezia ed Israele, con gli Stati Uniti all'11esimo posto e l'Italia al 16esimo. Se analizziamo i paesi del G8 sui finanziamenti dell'industria nella ricerca e nello sviluppo scientifico il primato spetta al Giappone, al secondo posto troviamo gli Stati Uniti, seguiti da Germania, Francia, Gran Bretagna e Unione Europea. L'italia è ultima dietro il Canada e la Russia. La nostra industria spende lo 0,53% del PIL contro il 2,12 del Giappone, l'1,79 degli Usa e l'1,19 della media europea. Dieci anni fa l'Italia spendeva il 3,4 per cento. In dieci anni i soldi per la ricerca si sono ridotti a un quinto.


www.fottetevi.com  Dedicato a chi non si è ancora reso conto che il mondo della giustizia attuale nel suo insieme ben rappresenta e tutela l'universo del potere e della banale avidità della stupida vanità, un pianeta con ancora solide radici nel passato, nella tradizione, nell'ignoranza, nei privilegi, nel mistero. A tutto ciò l'arte, la genialità e la conoscenza devono cercare di porre dei sani rimedi. Attualmente però solo pochi esseri umani seguono questi nuovi ideali. Per tutti quelli che ancora non si decidono a capire che il mondo non può essere gestito e governato da chi predilige lo sfruttameno e si avvantaggia della disuguaglianza e dell'imbecillità cosmica, noi lanciamo il nostro grido di protesta, di ribellione e di allarme.
Un mondo più giusto nel futuro non dovrebbe più servirsi di tanti coglioni illustri, come politici, governanti, burocrati, notai, avvocati, giudici, commercialisti, giornalisti, baroni universitari, violenti industriali, miseri banchieri, acefali guerrieri, pseudo medici, allegri becchini, giocatori dopati, veline, attori, personaggi mediatici e vips di vario genere o perlomeno non dovrà più pagarli così profumatamente; non dovrà più avere edifici carcerari così penosi e prigioni mentali così diffuse e spietate, non dovrà più considerare la guerra e la violenza come mezzi di dominio e di controllo, ma al contrario dovrà servirsi della perenne etica della conoscenza, di una nuova umanità più collaborativa e comunicativa, di una sana e costante educazione, di una geniale ed eclettica creatività per dare finalmente vita ad una navicella spaziale più accogliente, brillante ed onesta che renda questo nostro viaggio cosmico nell'assurdità universale un po' più confortevole per tutti.

Di persone veramente geniali ed eccezionali al mondo non ve ne sono molte, e questo forse è dovuto anche al fatto che i poveri e i miserabili sono ancora la maggioranza, e la stupida violenza del potere e dell'autorità domina ancora incontrastata il nostro banale universo sempre più affamato di avida vanità. Carl William Brown



www.fottetevi.com Dedica il suo grido di allarme e di protesta a tutti quei sindacalisti che se ne fottono degli infermieri e stanno " distaccati" a grattarsi la pancia credendosi eroi;

a tutti quei medici che urlano e sbraitano quando sono in corsia , ma elargiscono sorrisi e dolcezza negli ambulatori a pagamento ed in libera professione;

a tutti quei primari che si credono delle stelle nel firmamento ed a chi ci crede..

a chi risparmia sulla pelle dei ricoverati, con degenze corte rispedendo a casa chi avrebbe bisogno di piu' cure ed assistenza;

a chi fa' ricoverare gli "amici" o personaggi famosi saltando le liste di attesa ed eseguendo tutti gli esami, cure o interventi chirurgici in pochi giorni;

a coloro che vedono e tacciono perche' in fin dei conti cosa vuoi che sia?

a chi accetta che spadroneggi la mafia ospedaliera in cambio di favori;

a chi crede che il servizio pubblico sia a suo uso e consumo facendo nelle ore di servizio interessi privati;

a chi dirotta i pazienti nelle cliniche private falsando la disponibilita' reale di posti letto;

a chi vuole censurare la liberta' di parola;

Dal sito www.infermieriribelli.it     Collabora con noi e scrivici a  fundigger@yahoo.com


Fottetevi Index Page       Pagina Successiva


Collabora con noi e scrivici a   fundigger@yahoo.com

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

Visitus.gif (19125 byte)

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

animagemella.jpg (8200 byte)


Diamante_rosso7253.gif (591 byte)  HOME PAGE  Diamante_rosso7253.gif (591 byte)  DAIMON NEWS  Diamante_rosso7253.gif (591 byte)  OUR SPONSORS  Diamante_rosso7253.gif (591 byte)  BRESCIA ONLINE


banshow.gif (9518 byte)

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)

     Copyleft © 1997 - 2020  by  WWW.DAIMON.ORG and CARL WILLIAM BROWN

Linea_sfumata1C4.gif (2795 byte)


 colorfrec1.gif (483 byte) DaimonClub  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonPeople  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonArts  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonNews  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonMagik
 colorfrec1.gif (483 byte) DaimonGuide  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonLibrary  colorfrec1.gif (483 byte) C.W. Brown  colorfrec1.gif (483 byte) Banner Links  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonHumor

Daimonecobanner.gif (22169 byte)

daimonew.jpg (8097 byte)

dcshobanmov.gif (14871 byte)

website tracking