website tracking

BARZELLETTE  E MOTTI DI SPIRITO

SU ELEZIONI E VOTAZIONI



Indice Aforismi

 Indice barzellette

Sommario

Citazioni Varie



CERCA IN TUTTO

IL SITO UMORISTICO



TR00260A.gif (2515 byte)



BARZELLETTE E MOTTI DI SPIRITO

SU ELEZIONI E VOTAZIONI



Voto. Simbolo e strumento della facoltà che ha ogni libero cittadino di dimostrarsi uno sciocco e di rovinare il propriopaese.
Ambrose Bierce


Due amici americani si incontrano. Uno fa all'altro: "Per chi voterai alle prossime elezioni ? Per i Democratici o per i Repubblicani?". "Votero' per i Democratici. Mio bisnonno era democratico, mio nonno era democratico, mio padre era democratico e cosi' anche io sono democratico!". "Ma che discorsi sono questi?! E se tuo bisnonno fosse stato un farabutto, tuo nonno un farabutto, tuo padre un farabutto, allora tu cosa saresti?". L'altro ci pensa un attimo, colpito dal ragionamento dell'amico. Poi ammette: "Beh, credo che allora sarei repubblicano!".


Carabiniere: "Non c'e' piu' democrazia! Mi hanno cacciato fuori dalla cabina elettorale!". "Come mai?". "Ero entrato con 3 colleghi: c'era scritto: piegare in 4!".


Per la mia campagna elettorale ho speso 400 milioni per poster, 330 milioni di spot in Tv, 150 in depliant, 150 per cene e omaggi vari. Se non vengo eletto sono rovinato. Se invece vengo eletto siete rovinati voi.  Passe Partout


Il mio programma elettorale: 1. Una casa per tutti i pensionati. Una, poi se la spartiscono loro. 2. A 30 anni si potra' andare in pensione. A 40 anche in hotel. 3. Snelliremo la burocrazia. Si chiamera' BURO. 4. Diminuiranno le sigarette: 18 in un pacchetto.
Andrea Perroni


Non so VOI, ma io sono andato a votare. Per l' occasione mi sono vestito alla moda, abito a righine scuro e cravatta in tinta con la CAMICIA NERA ed un'ombra di acqua di COLONIA. Mi sono quindi recato al liceo D'ANNUNZIO in VIA MARX. Ho chiesto a dei tizi dove fosse esattamente il seggio, ma non lo sapevano: per fortuna alcuni bidelli presenti mi hanno detto : "Chieda pure A NOI!" L' aula senza i banchi appariva come una CAMERATA vuota, ho notato anche alcune crepe nella MALTA di una parete. I simboli sulle schede erano piuttosto simili fra di loro, ma sono stato attento a non fare di tutt' erba un FASCIO, non volevo far VINCERE li avversari politici, comunque tutto  filato liscio come l' OLIO. All' uscita dal seggio incontro uno sconosciuto per niente GENTILE, che mi SQUADRA e chiede: "Lei  per l' Italia FEDERALE?" AD UNA TAle domanda ho risposto con CLASSE: "Penso che l' Italia possa raggiungere livelli di ECCELLENZA comunque". Lo sconosciuto ha CONCORDATO con me, e si  quindi allontanato. Ecco che subito dopo incontro un vecchio amico, convinto ecologista, che mi chiede: "Ma tu che ne pensi di questo inquinamento DI CIELO, DI TERRA E DI MARE?" ed io gli ho risposto scherzosamente: "ME NE FREGO!". (Brazil)


[Un comizio] Cari amici elettori, e sdraiabilmente amiche elettrici, mi è stato chiesto, se vengo eletto, cosa intendo fare per i poveri e i bisognosi: 'na beata minchia! È ora di finirla: 'sta cosa dei bisognosi è una mania! Poi sono bisognoso anche io di voti, affettivamente mi servono più dell'ossigeno: qui siamo in guerra, e io non faccio prigionieri. Tu mi voti, ti trovo un lavoro e ti sistemo. Tu non mi voti, 'ntu culu a ttìa e a tutta 'a famighia! Applauso! Io amo lo scontro, e soprattutamente non amo i pacifisti, nella persona di De Santis, il nostro Giovanni De Santis della lista civica. De Santis: io non ti sputo che ti profumo, io non ti piscio che ti lavo, io non ti caco che ti inciprio! De Santis, tu ti sei fissato che i problemi del Meridione sono il lavoro, lo sviluppo economico, la valorizzazione delle risorse naturali... Ma chiù natura d'u pilu, che c'è? Qui da noi non serve lavoro, che se uno sa firmare due assegni a vuoto, di fame non muore. Qui non servono strutture scolastiche od ospedali efficienti. Ccà serve 'u pilu. (Cetto La Qualunque)


Un tizio entra in un bar supertecnologico per bere qualcosa. Il barista  un robot e gli chiede qual  il suo quoziente d'intelligenza: "150"  la risposta. Allora il robot gli serve un whisky di malto di 16 anni e inizia a parlargli del riscaldamento del globo, dell'interdipendenza ambientale, di problemi di meccanica quantistica, di nanotecnologie, eccetera. L'uomo incuriosito decide di testare ancora il robot. Ritorna il giorno dopo ed il robot gli domanda qual' il suo quoziente d'intelligenza: L'uomo risponde "90". Allora il robot gli serve una birra e inizia a parlargli di calcio, di donne, dei suoi piatti preferiti, eccetera. Sempre pi intrigato, il tizio ritorna ancora nel bar il giorno dopo ed il robot gli chiede, come sempre, qual  il suo quoziente d'intelligenza: Il tizio risponde "40". Allora il robot gli serve un bicchiere di Tavernello e poi commenta: "Allora, si vota per Berlusconi anche stavolta, eh?"


Stefano Benni intervistato dal Corriere della Sera sui sondaggisti: "Se ne incontro uno, giuro che gli dirò questo: secondo il mio exit-poll lei ha, nell'immediato futuro, un tredici per cento di possibilità di prendersi un calcio nel culo, un dieci per cento di beccarsi un papagno in faccia, un sette per cento di venir morso all'orecchio, un tre per cento di ginocchiata nei coglioni e un sessantasette per cento che la lasci andare illeso. Ma le mie previsioni potrebbero essere clamorosamente sbagliate". (Stefano Benni)


Buongiorno, sono Antonio Latrippa ed ho appena fondato un partito che spero voterete alle prossime elezioni. Si chiama "benzina gratis" ed il nome ben ne descrive il programma. Sappiate che non sarˆ il solito governo balneare, ma lo stesso vi prometto mari e monti ed ampie spiagge pulite. Votate per "benzina gratis" , e tutti assieme potremo gridare " yes, week-end!". E la benzina gratis? Ci penso io. Eleggetemi e poi vi garantisco che potrete portarmi i vostri accendini da riempire! (Bilbo Baggins)


Regole politiche sui sondaggi: 1) Se i sondaggi sono a tuo favore, ostentali. 2) Se i sondaggi sono terribilmente sfavorevoli, a) ridicolizzali; b) sottolinea la mutevolezza dell'opinione pubblica. 3) Se i sondaggi sono leggermente sfavorevoli, punta sulla naturale simpatia che suscitano gli sfavoriti. 4) Se i sondaggi sono in parita', sorprendili della tua propria forza. (dalle leggi di Murphy)


E’ un commercialista, conosce bene le leggi sul fisco e ha sempre aiutato tutti a pagare meno tasse allo stato, ma visto che lo stato siamo noi a queste elezioni dobbiamo voltarlo di sicuro così potremo avere una chance in più che in futuro ci fotta sempre meglio.
Carl William Brown


DATE LA VOSTRA PREFERENZA A: Dr. On. Pasquale Allisciando Cresce Ecco le 20 qualità che lo rendono UNICO da portare in alto: 1) L'unico che alimenta la popolazione. 2) E' un duro. 3) Rispetta le regole. 4) Non tollera le piattole. 5) La sua preoccupazione pi grande  restarci dentro. 6) E' l'unico candidato peluto. 7) Il suo operato si manifesta solo dopo nove mesi. 8 ) Non c' nessuno che resista alle sue vibrazioni. 9) Lavora in qualsiasi ora del giorno e della notte. 10) Non  assolutamente pigro. 11) E' modesto; per la strada va sempre a testa in gi. 12) E' povero; vive sempre appeso. 13) La sua foto non si vede mai sui quotidiani. 14) Quando lavora piange di piacere. 15) E' l' unico candidato capace di entrare pieno e di uscirne completamente vuoto. 16) La sua tendenza  a sinistra, ma non  comunista. 17) Si erge anche col semplice pensiero. 18) E' molto sportivo, gioca sempre con due palle. 19) E' l'unico capace di risolvere veramente il problema del latte. 20) E' calvo, povero e molto semplice, tanto povero che di solito dorme su di un sacco.


Elezioni europee: depositati i simboli delle liste. Era possibile farlo fino alle 16 di oggi, ma gia' da ieri sera tra i candidati spuntavano alcune novita' interessanti: oltre ai soliti falce e martello, garofani e scudocrociati, il salernitano 45enne dottor R. Cirillo ha presentato 5 nuove realta' politiche: lista "L'Italia dei Malori", lista "Italiani poca cosa?", lista "Donne insoddisfatte e incomprese", lista "Preservativi gratis". Torna anche l'ormai storica lista "Impotenti esistenziali". (Fonte: Repubblica)(da C@c@o)


Vista la popolazione da queste parti (Florida), e' stato un grande errore mettere frecce sulla scheda elettorale. Sarebbe stato meglio usare un sistema piu' semplice da afferrare, come mettere le foto dei candidati sulla scheda; gli elettori avrebbero indicato la loro preferenza usando i punzonatori per colpire il candidato scelto nelle palle degli occhi. (Dave Barry)


Certo che l’Italia è proprio un paese di fessi: i politici continuano a fottere i cittadini e questi che fanno, vanno a fare i volontari alle feste dei vari partiti, e poi si appassionano anche e parlano di varie questioni come se il futuro della nazione dipendesse anche dalle loro idee. Roba da matti. E la tv, che fa, li riprende, li intervista, gente che guadagna fior di quattrini per dir stronzate e per divulgare quelle che sparano i militanti ancora più coglioni di loro.
Carl William Brown


Berlusconi contesta anche le elezioni condominiali! Avevamo quasi finito la riunione condominiale in cui si confermava l'amministratore per un altro anno, quando irrompe Berlusconi contestando la votazione, e minacciando di rivolgersi alle autoritˆ competenti prima della ratifica dei voti. Berlusconi inoltre propone una gestione allargata del cortile e rivendica la presidenza di una rampa delle scale e la gestione del 49,7% degli spazi comuni, mentre Calderoli preparerˆ la riforma del regolamento condominiale. Tremaglia ha proposto di coinvolgere nelle decisioni anche i condomini adiacenti, aggiungendo che si occuperˆ Lui stesso di raccogliere le adesioni. Prodi si  subito detto in disaccordo, non essendoci un adeguato spazio per le biciclette, ma Berlusconi ha risposto che diminuirˆ le spese condominiali per i rifiuti e che pagherˆ l'ICI per tutti. Bertinotti rivendica la carica di consigliere di un ramo dello stabile, e Pecoraro Scanio propone di occuparsi degli spazi verdi e dei giardinetti, a patto che (chiede Rutelli) vengano piantate delle margheritine. Ricucci propone di rivendere l'intero stabile, ma viene subito arrestato. Vista l'assenza di alcuni condomini alla riunione, Vespa viene incaricato di andare porta a porta per raccogliere altri pareri. I risultati definitivi saranno diramati nel 2010. (rafrasnaffra)


Un neutrone si presenta alle elezioni, ma non viene eletto. Al giornalista che gli chiede il perché di tale disfatta risponde: "Beh, sa, noi neutroni non possiamo avere nessuna carica!".


I referendum non sono altro che la prova lampante dell’assurdità del sistema politico italiano. La popolazione infatti quando vota nelle normali elezioni sceglie i propri rappresentanti che dovrebbero in teoria amministrare il bene pubblico, ma che in pratica evidentemente svolgono un altro lavoro, or bene tra questi incapaci vi è sempre chi vuole far votare di nuovo la popolazione, che così facendo capisce una volta per tutte che in passato non ha eletto che degli insulsi faccendieri che ora gli chiedono ancora di dar prova della propria imbecillità andando nuovamente alle urne.
Carl William Brown


Chi ha girato un po' all'estero sa che in Inghilterra, Francia e Germania esistono scuole di formazione per funzionari dello Stato da dove escono, tra l'altro i candidati alle europee che una volta eletti si dovranno confrontare duramente con i nostri, scelti tra Marcella Bella, Cecchi Paone, Carla Fracci, Maria Teresa Ruta, Clarissa Burt, Gianfranco Funari, Monicelli, Nargiso e la Gardini, che come sapete sono i candidati di punta dei nostri partiti. Che devono essere partiti anche di testa... (Aldo Vincent)



Indice Aforismi

 Indice barzellette

Sommario

Massime e Proverbi



Daimon Club    Daimon People

Daimon Arts    Daimon News

Daimon Magik    Daimon Guide

Daimon Library    C.W. Brown

Banner Links    Daimon Humor



Follow us on Facebook

Follow us on Twitter

Follow our blogs

Follow us on Instagram

Follow us on Pinterest

Follow us on Tumblr



  Copyleft © 1997-2020  www.daimon.org  C.W. Brown