FRASI E AFORISMI CELEBRI D'AUTORE

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

4000 Aforismi Online

di Carl William Brown

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

Sponsored Links and Publicity

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

Per una ricerca veloce di aforismi

(anche in Inglese) in tutto il sito

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

Sponsored Links and Publicity

Turchese_e_grigio.gif (1558 byte)

Quale danno finiscono per causare quelle enormi figure( di membri ) che i ragazzi vanno scarabocchiando ovunque, nei corridoi e nelle sale dei grandi palazzi ! Di qui deriva un crudele disprezzo per la nostra misura naturale.
M.E. de Montaigne

A mio parere è il vivere felicemente, non, come diceva Antistene, il morire felicemente, che fa la felicità umana.
M.E. de Montaigne

I cosiddetti "cannibali" si resero conto che c'erano tra noi, in Francia, uomini che godevano oltre misura di ogni sorta di agi e altri che mendicavano alle loro porte, smagriti dalla fame e dalla povertà: e a loro sembrò strano che questa parte così bisognosa potesse sopportare una tale ingiustizia, non prendesse quei ricchi per la gola e non appiccasse il fuoco alle loro case.
M.E. de Montaigne

C'è un divario tra le nostre azioni, in costante mutamento, e le leggi fisse e statiche. Le più auspicabili sono le più difficili ad aversi, le più semplici e le più generali: io penso che la cosa migliore sia non averne affatto, piuttosto che averne tante come da noi. (Chissà allora cosa avrebbe scritto se si fosse disgraziatamente trovato a vivere in Italia nel XX secolo). Quelle che dà la natura sono sempre più indovinate di quelle che ci diamo noi.
M.E. de Montaigne

Le leggi mantengono la loro reputazione non in quanto giuste ma in quanto leggi: il loro credito nasce dal fondamento mistico della loro autorità. Non ne hanno altri. E questo gioca a loro vantaggio. Spesso queste leggi sono elaborate da stupidi e, ancor più frequentemente, da persone che, per odio verso l'eguaglianza, mancano di equità, in ogni caso sempre da uomini, legislatori incerti e di dubbio valore. Non vi è nulla di così pesantemente, fortemente errato come le leggi: né di fallacia così ripetitiva.
M.E. de Montaigne

Nei primi tempi in cui la religione cattolica prese ad acquistare autorità con le leggi, molti, armati di sacro zelo, si scagliarono contro ogni specie di libri pagani della cui distruzione i letterati hanno sofferto grave danno. La mia opinione è che questa assurda campagna abbia recato alle lettere un danno maggiore di tutti gli incendi dei barbari.
M.E. de Montaigne

Mi è occorso di osservare cose straordinarie a proposito della stupefacente ed eccessiva facilità dei popoli, ai giorni nostri, a farsi ingannare e a lasciar manipolare la propria fede e le proprie speranze nel senso che piaceva ed era utile ai loro capi, nonostante questi avessero commesso un'incommensurabile quantità di errori.
M.E. de Montaigne

E' probabile che il principale credito che si dà ai miracoli, alle visioni, agli incantesimi e ad analoghi fatti straordinari nasca dal potere dell'immaginazione che influisce soprattutto sugli animi del popolino, più suggestionabili. La loro credulità viene colpita a tal punto che finiscono per vedere quello che non vedono.
M.E. de Montaigne

Preferisco seguire l'opinione di Sant'Agostino secondo il quale, in cose difficili da provare e pericolose da credere, è meglio inclinare al dubbio che alla certezza.
M.E. de Montaigne

La meditazione sulla morte è meditazione sulla libertà. Chi ha appreso a morire ha disimparato a servire. Il saper morire ci libera da ogni sudditanza e costrizione.
M.E. de Montaigne

I nostri occhi non riescono a vedere nulla dietro di noi. Cento volte al giorno ci burliamo di noi stessi burlandoci del nostro vicino, e odiamo negli altri quei difetti che sono in noi più avvertibili; e ce ne facciamo meraviglie con una stupefacente impudenza e sconsideratezza.
M.E. de Montaigne

Gli uomini, secondo un antico detto greco, sono torturati dalle opinioni che essi hanno sulle cose più che dalle cose stesse.
M.E. de Montaigne

Anche il partito più giusto fa sempre parte di un corpo verminoso e corrotto.
M.E. de Montaigne

Secondo Platone chi ha la fortuna di uscire con le brache immacolate dal maneggio del mondo realizza un vero miracolo... Chi si vanta in un tempo malato come il nostro di mettere al servizio della società una virtù schietta e sincera o non sa di che parla, dato che le opinioni si corrompono insieme con i costumi...o, se lo sa, si vanta a torto e, checche se ne dica, compirà in effetti mille atti in contrasto con la propria coscienza.
M.E. de Montaigne

Il profitto dell'uno è il danno dell'altro... Il mercante fa ottimi affari con la dissipatezza della gioventù; il contadino con la carestia del grano; l'architetto con la rovina delle case; gli ufficiali giudiziari con i processi e le liti degli uomini; (gli avvocati con i crimini del prossimo) finanche la dignità e la pratica dei ministri della religione traggono guadagno dalla nostra morte e dai nostri vizi... Il peggio è che se ci scaviamo dentro, nell'anima, ci rendiamo conto che i nostro desideri più intimi nascono e si alimentano, per la maggior parte, a spese degli altri.
M.E. de Montaigne

Guardate in voi, conoscetevi, conformatevi a voi stessi; il vostro spirito e la vostra volontà che sprecate altrove, riportateli dentro di voi; altrimenti vi sperpererete, vi disperderete; chiudetevi in voi, puntellatevi; altrimenti vi tradirete, vi consumerete inutilmente, rinuncerete a voi stessi. Tutta la saggezza del mondo.. si riduce alla fine a questo, insegnarci a non temere la morte... Chi insegnasse agli uomini a morire insegnerebbe loro anche a vivere.
M.E. de Montaigne

L'uomo non sa mai fermarsi al limite del proprio bisogno: di voluttà, di ricchezza, di potenza cerca di afferrare più di quanto possa stringere. La sua avidità non conosce i limiti della moderazione.
M.E. de Montaigne

Ogni altra scienza è dannosa per chi non ha la scienza della bontà.
M.E. de Montaigne

Io faccio di tutto per non aver bisogno assoluto di nessuno.
M.E. de Montaigne

Le malattie e le condizioni del nostro corpo si riconoscono anche nella vita degli stati, dei governi; i regni, le repubbliche nascono, fioriscono e declinano per la vecchiaia esattamente come noi.
M.E. de Montaigne

La morte volontaria è la più bella. La vita dipende dalla volontà altrui, la morte dalla nostra. Io detesto ogni genere di tirannia, sia quella verbale che quella di fatto. E mi oppongo spesso a quelle contingenze illusorie che mistificano il nostro giudizio... e, diffidando delle personalità fuori del comune, mi sono reso conto che esse sono, per la maggior parte, uomini come tutti gli altri.
M.E. de Montaigne

Non turbiamo la vita con l'angoscia della morte, e la morte con l'angoscia per la vita. L'una ci affligge, l'altra ci terrorizza. In realtà non è contro la morte che apprestiamo le nostre forze; è cosa troppo di un momento. Un quarto d'ora di sofferenze senza conseguenze né danni, non merita insegnamenti particolari. In effetti ci prepariamo contro la preparazione alla morte... Se non abbiamo saputo vivere sarebbe un'ingiustizia insegnarci a morire, fare in modo che la fine sia diversa dal tutto.
M.E. de Montaigne

 

Il Dio dell'uomo è l'uomo.
Ludwig Feuerbach

Non credo in Dio. Se Dio esistesse, sarebbe il male in persona. Preferisco negarlo, piuttosto che addossargli la responsabilità del male.
Jean Coterau

Gli uomini impareranno a commettere meno ingiustizie quando anche chi non ha patito ingiustizie parteciperà al dolore e allo sdegno di chi le ha patite. (vedi la “ compassion “ buddista)
Solone

Nessuno può essere definito felice prima che sia morto.
Solone

La cosa migliore che un principe può fare è di non credere a coloro che gli stanno intorno.
Chilone

Se sei forte, sii mite e pacifico, in modo che chi ti sta vicino abbia rispetto di te più che paura.
Chilone

Non accontentarti di rimproverare coloro che hanno commesso una colpa: cerca anche di trattenere chi sta per commetterne una.
Periandro

Occorre un saggio per riconoscere un saggio.
Focilide Le sentenze di Focilide

Chi con la lingua dice una cosa e in cuor suo ne pensa un'altra è un ben tristo compagno: meglio averlo nemico che amico.
(motivi gnomici e sentenze di stampo moralistico e concettoso) (dicotomia tra realtà e apparenza, vedi Shakespeare, Pirandello, Gogol, fiction, inganni del potere, credulità.)
Teognide

Non lasciarti mai indurre a diventare amico di un uomo malvagio. Che vantaggio ne avresti? Nei momenti difficili non ti darebbe alcun aiuto e se le cose gli andassero bene non le dividerebbe certo con te.
Teognide

L'uomo falso è la cosa più difficile da riconoscere: in ciò nulla vale più della prudenza.
Teognide

C'è chi ha un male e chi ne ha un altro. Solo una cosa è certa: tra quanti il sole vede, nessuno è felice.
Teognide

La cosa migliore per gli uomini di questa terra è non essere mai nati e non vedere l'acuto raggio del sole. Ma se si nasce, allora meglio varcare il più presto possibile le porte di Ade e giacere sepolti sotto molta terra. (umorismo nero, apologia del crimine, nichilismo)
Teognide

Non è adatta una moglie giovane a un uomo vecchio: la barchetta che il timone non può governare e gli ormeggi non possono trattenere spezza le corde e spesso di notte approda in altri porti.
Teognide

E' duro per una persona intelligente dover parlare con gli stolti, ma starsene sempre zitti è peggio.
Teognide

L'eccessiva ricchezza è stata causa di rovina per molti sprovveduti: è difficile infatti, nell'abbondanza, rispettare la misura.
Teognide

Oggi come oggi la cosa migliore è essere ricchi: se hai molti soldi, hai molti amici, se invece hai pochi soldi, hai pochi amici, e non sei considerato una brava persona. (apologia del crimine, i soldi sporchi rendono le persone pulite)
Teognide

Non si piange un morto che non ha lasciato soldi.(chi cerca il potere e la ricchezza lo fa per coltivare l'illusione di continuare a vivere nella memoria degli altri, è così anche per l'arte)
Teognide

Stolti e dissennati sono gli uomini: piangono chi muore e non il fiore della giovinezza che appassisce.
Teognide

Voglio dare un consiglio a tutti: finche splende il fiore della giovinezza e la mente è lucida, ognuno gioisce di quello che ha. Gli dei non concedono a nessuno di essere giovani due volte, né di scampare alla morte. (vedi Epicuro, Lucrezio, Orazio, carpe diem, Ecclesiaste, Montaigne, Lorenzo de medici, materialismo, Ronsard, ecc.)
Teognide

Chi non ama i ragazzi, i cavalli dalle zampe veloci e i cani, non sa che cosa sia la felicità.
Teognide

Impara a dominare il ventre, il sonno, il sesso e l'ira.
Pitagora Versi Aurei

Due sono i giorni veramente belli che una donna dà: quando uno la sposa e quando, morta, la porta al sepolcro.
Anonimo

Agli uomini sfugge quello che fanno da svegli proprio come dimenticano ciò che sognano dormendo. (vedi stupidità, torpore, intontimento)
Eraclito

Padre di tutte le cose e di tutte le cose signore è il conflitto: e gli uni fece dei e gli altri uomini, gli uni servi, gli altri liberi. (vedi Marx, e Darendhorf, teorici del conflitto, la lotta è autorealizzante e giustifica l'esistenza, lotto dunque sono, vedi il cambiamento, il mutamento, la rivoluzione)
Eraclito

La guerra è la madre di tutte le cose.
Eraclito

Gli elementi contrastanti si accordano e da ciò che discorda deriva la più bella armonia.
Eraclito


PAGINA PRECEDENTE

PAGINA SUCCESSIVA

HOME PAGE


bannershakes.gif (6920 byte)

librarybann.gif (6877 byte)

  Copyleft © 1997-2020 www.daimon.org

 

website tracking