BARZELLETTE SUI BARBIERI

Sponsored Links and Publicity


 

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Sponsored Links and Publicity

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

SO00850A.gif (1566 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Ricerca personalizzata

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Indice Barzellette        Indice Aforismi        Indice Generale        Home Page

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Sponsored Links and Publicity

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Una signora molto bella e' seduta in treno di fronte ad un signore con una barba molto bella. Dopo molta esitazione la signora si fa coraggio e chiede all'uomo: "Scusatemi, forse cio' vi sorprendera', ma mi piacerebbe accarezzare la vostra barba". Il signore e' sorpreso, ma accetta. Poco dopo l'uomo a sua volta domanda alla signora: "Scusatemi, rischio di imbarazzarvi, ma mi lascereste accarezzare la vostra fighetta, visto che vi ho lasciato accarezzare la mia barba?". La donna e' prima scandalizzata, ma poi, visto che nello scompartimento non c'e' nessuno, accetta. Ma mentre l'uomo mette in pratica il suo desiderio, riceve all'improvviso un sonoro ceffone. Sorpreso, egli chiede: "Ma non eravate d'accordo? In fondo io non mi sono opposto quando voi avete accarezzato la barba". E la signora risponde: "Si', ma io non vi ho messo il dito nella bocca!".


Un uomo sposato e' a letto in dolce compagnia della sua giovane e bella amante che gli chiede: "Giovanni, mi piacerebbe moltissimo fare all'amore con te, ma senza la barba". Ma Giovanni non e' d'accordo: "Ma, cara, se mi rado la barba mia moglie mi uccide!!". L'amante, con voce sempre piu' sexy e da gattina innamorata, insiste e insiste finche' il nostro Giovanni e' costretto ad accettare. Dopo la notte di fuoco Giovanni si accomiata dall'amante e torna a casa. La moglie sta dormendo e lui piano piano si infila sotto le coperte. Ma un brusco movimento fa svegliare la moglie che si gira verso di lui e accarezzandogli il viso al buio gli dice: "Ma Giorgio, non dovresti essere qui, mio marito dovrebbe tornare da un momento all'altro!".


Dal barbiere il padrone e un cliente chiacchierano tra di loro mentre un altro cliente sta leggendo il giornale. Il barbiere dice: "Certo ci sono dei lavori infami... prenda a caso il marittimo. Mesi e mesi lontano da casa e poi quando torna a casa magari si ritrova un bambino... chissa' di chi e'... non e' vero?". E rivolgendosi all'altro cliente gli chiede: "Lei cosa ne pensa?". E il cliente: "Guardi, io sono un marittimo, ma le dico che noi non abbiamo problemi... quando tornando a casa troviamo la moglie con un bambino riempiamo la vasca da bagno e ci buttiamo il bambino... se nuota e' certamente figlio di un marittimo, se non nuota e' un figlio di puttana e lo mandiamo a fare il barbiere!"
 


Il barbiere di Bush, come tutti i barbieri, ama chiacchierare. Un giorno, prima di tagliare i capelli domanda a Bush: "Come vanno le cose in Afghanistan?". E Bush risponde: "Bene, bene!" con tono un po' infastidito. Tempo dopo, al taglio di capelli successivo: "Come vanno le cose in Afghanistan?" e Bush sempre: "Bene, bene" ed il barbiere cambia argomento. La scena si ripete dopo qualche tempo: "Come vanno le cose in Afghanistan?" A questo punto Bush sbotta infastidito: "Ma perche` mi domandi sempre dell'Afghanistan?". E il barbiere: "Perche` quando le faccio questa domanda le si rizzano i capelli in testa e mi viene piu` comodo tagliarli".
 


Un famoso barone va una volta alla settimana a farsi la barba da Gennaro il barbiere, religioso per eccellenza. Un bel giorno il barbiere gli chiede: "Dottò, siete stato a Roma ?". "Si' ci sono stato". "E siete stato dal Papa ?". "No, sai non è che uno va a Roma e deve per forza andare dal Papa!". "Dottò se la prossima volta che andate a Roma, non andate a trovare il Papa, io non vi faccio più la barba!". Dopo qualche tempo, di ritorno da un altro viaggio, il barone va dal barbiere: "Dottò, siete stato a Roma ?". "Si'...". "E siete stato dal Papa ?". "Si'... si' ... si'...". "E, com'era ?". "E, Gennà, era bello, era bello veramente, io mi sono inginocchiato davanti a lui, e lui mi ha accarezzato la testa e lo sai cosa mi ha detto ?". "No che cosa ?". "Ma chi è quello stronzo che ti fa i capelli ?"
 


Un prete entra da un barbiere, si fa tagliare i capelli e prima di uscire chiede quant'e' il costo. Ma il barbiere gli dice: "No padre, non mi deve nulla; lei e' un uomo di chiesa". Il prete ringrazia ed esce. Il giorno dopo il barbiere trova sulla porta del negozio 12 monete d'oro. Giorni dopo si presenta al suo negozio un santone buddista che si fa tagliare i capelli. Prima di uscire il santone chiede il prezzo, ma il barbiere dice: "Oh nulla, voi siete un leader spirituale, un uomo del popolo e quindi non c'e' da pagare nulla". Il giorno dopo come per magia il barbiere trova davanti alla porta del negozio 12 rubini. La settimana successiva un rabbino entra dal barbiere per farsi radere. Quando ha finito chiede il prezzo e il barbiere gli dice: "No, rabbino, tu sei un uomo pio e santo e non voglio nulla da te. Vai in pace". Il giorno dopo il barbiere trova davanti alla porta del negozio... 12 rabbini.
 


Il figlio di un barbiere è alle prime armi e per fargli fare esperienza il padre lo mette a fare le barbe ai clienti. Il figlio è molto teso alla sua prima barba e gli trema un po' la mano ... zipppp e fa un taglietto sulla guancia del cliente. Il padre vede l'accaduto e fa per tirare una sberla al figlio che velocemente la evita; solo che il padre prende in pieno la faccia del cliente. Si scusa e dice al figlio di fare più attenzione. Il figlio è sempre più agitato... zipppp e fa un altro taglio sulla guancia del cliente. Il padre incazzato nero prende di mira il figlio e ...riprende la faccia del cliente perchè il figlio è più veloce. Il figlio è ormai in preda al panico; le mani gli tremano forsennatamente e... zac... via un orecchio al cliente. Il cliente allora: "Ragazzo, nascondi subito quell'orecchio altrimenti tuo padre mi ammazza..."
 


Marito e moglie sposati da alcuni anni: lui passa la sera al bar cogli amici, lei a casa alla TV. Quando lui torna a casa dal bar o e' ubriaco o lei dorme gia'. La loro vita sentimentale e sessuale e' a pezzi. Una sera lui torna a casa presto, prende in braccio la moglie che guarda la TV e le dice: "Andiamo su". Lei protesta: "Ah si'! Dovrei sempre stare qui ad aspettare i tuoi porci comodi?". Lui: "Ma dai, cara, lo sai che ti amo, e' vero ho sbagliato, ma ora andiamo" e la porta in camera da letto. Le chiede di spogliarsi. Lei lo fa, incerta ma anche vogliosa dopo mesi di astinenza. Lui: "Adesso mettiti a testa in giu' davanti allo specchio dell'armadio, tieniti su con le braccia". Lei: "Ma??". Lui: "Ti prego, fai come ti dico. Adesso girati e specchiati, cosi' capovolta, ora divarica le gambe". Lei: "Cosi'??". Lui "Perfetto!". Si avvicina a lei da dietro e guardandola riflessa nello specchio le piazza il mento sulla fessura e le dice: "Cazzo, avevano ragione i ragazzi, starei proprio bene col pizzetto!"
 


Ogni giorno un tale si affaccia alla bottega di un barbiere e conta i clienti in attesa: "Uno, due, tre...si', ce la dovrei fare...". La cosa e' talmente ossessiva che il barbiere chiede al garzone di seguire quel tipo per sapere chi e' e come mai gli rompe tanto le scatole. Il garzone ubbidisce e poi rientra dalla missione. "Allora, hai visto chi e' e dove va?". "Si', dopo che e' andato via di qua, e' entrato in una cabina e ha telefonato, poi e' andato a casa sua". Il barbiere sembra soddisfatto, ma la scena si ripete per giorni e giorni. Finche' un giorno il garzone gli chiede: "Senta, padrone, le posso dare del tu?". "E dammi del tu. Ma che c'entra?". "C'entra. Perche' il tizio dopo che e' uscito di qua, entra nella cabina telefonica, telefona e poi va a casa TUA!"
 


Un signore e' restato senza capelli, e ne soffre assai. Ma mentre e' in vacanza un mago brasiliano gli dice che lui ha un segreto per far crescere i capelli: deve dormire 15 notti con la testa in mezzo alle gambe della moglie. I due ci provano: dopo la prima notte non si vede niente, dopo tre notti niente... la penultima notte nasce un po' di peluria, e l'ultima notte si trova con una bellissima chioma. Tutto contento porta la moglie a teatro, e vede davanti a lui un signore con una testa che sembra una palla da biliardo. Dice alla moglie: "Glielo dico?". E lei: "Ma dai, e' uno che non conosci...". "Eh, ma tu non sai quanto si soffre...". Fanno un po' a tira e molla, finche' il marito batte sulla spalla del signore davanti a lui e gli dice: "Scusi signore, se mi permetto, ma...". Pero' nel vedere che il signore (girandosi) porta un paio di magnifici baffi alla Francesco Giuseppe il marito si interrompe e dice: "A lei non lo dico perche' e' uno sporcaccione!".
 


Carlo era in viaggio verso Budrio, per comprare un'ocarina, quando, attraversando un paesino, gli si guasto' l'automobile. Mentre gliela riparavano decise di farsi tagliare i capelli. In quel paesino c'erano due barberie: quella di Antonio e quella di Martino. Carlo ando' a dare un'occhiata alla barberia di Antonio. Lo spettacolo non fu di suo gradimento: gli specchi erano sporchi, il pavimento era pieno di capelli, il barbiere aveva la barba incolta e un taglio di capelli orribile. Non c'e' da stupirsi se Carlo si allontano' da quel posto per andare a vedere la barberia di Martino. Carlo guardo' attraverso la vetrina. Che differenza! Gli specchi erano limpidi, non c'era neanche un capello sul pavimento e Martino aveva la barba ben rasata e un taglio di capelli perfetto. Pero' Carlo non entro'. Ando' dall'altro barbiere, Antonio, e si fece tagliare i capelli da lui. Perche'?
Soluzione: un barbiere non puo' tagliarsi i capelli da solo e percio' va dall'altro barbiere. Ora, se Antonio ha un taglio di capelli orribile vuol dire che Martino non e' un buon barbiere. Visto che Martino ha invece un taglio di capelli perfetto vuol dire che Antonio e' un buon barbiere. Per questo motivo Carlo si fece tagliare i capelli da Antonio!
 


Un distinto signore arriva in un paese sconosciuto e avendo bisogno di farsi la barba entra dal primo barbiere che incontra. Un volta entrato capisce subito che non è un ambiente per lui. Ragnatele, sporcizia...ma non se la sente di uscire. Quando arriva il suo turno gli viene messa una tovaglia sporca... Il figaro prende la ciotola del sapone, gli rifila due sputi e mischia col pennello il sapone. Il cliente vedendo questa inusitata manipolazione gli viene da dire: "Scusi sa, ma l'insaponata la fate sempre così?". E il barbiere, tutto cerimonioso, risponde: "NO, NO... AI CLIENTI ABITUALI GLI SPUTIAMO DIRETTAMENTE IN FACCIA".
 


Corre voce che in un convento di suore sperduto fra i monti della Basilicata si custodisce la barba di San Pietro. La voce giunge anche in Vaticano, e il papa decide di visitare il convento di persona per verificare. Saputolo, la Madre Badessa ordina a tutte le suore di pulire il convento da cima a fondo e farlo splendere. Purtroppo, durante le frenetiche pulizie, per un tremendo disguido il prezioso cimelio viene buttato nella spazzatura e perso. Senza perdersi d'animo, la Badessa prende un rasoio, si depila l'intimità e depone il pelo nella preziosa teca. Arriva il gran giorno, il papa entra e chiede subito di vedere il prezioso cimelio. La Badessa, sudando freddo e sperando in un miracolo, gli consegna tremante la teca. Il papa si inginocchia, la apre, si fa un segno della croce, s'inchina, estrae finalmente il mucchietto di peli, lo osserva attentamente, lo passa da una mano all'altra, lo annusa. Rimane un attimo pensieroso, poi si gira verso la Badessa - pallidissima - e le dice: "Si. Deve certamente trattarsi della vera barba di San Pietro. Non ci sono dubbi. Lui era un pescatore". (Mauroemme).
 


Un uomo va dal dermatologo perché è assillato dal problema della forfora. Il dottore lo rincuora: "Guardi signor Ciarloni... lei è fortunato! Mi è appena arrivato un prodotto dagli Stati Uniti. E' a dir poco miracoloso. Prenda questa confezione di sette fiale e segua scrupolosamente le mie indicazioni: al lunedì deve mettere la fiala rossa, il martedì quella viola, il mercoledì quella gialla, il giovedì quella blu, il venerdì quella bianca, il sabato quella rosa e la domenica quella nera. Poi ritorni fra una settimana per un controllo. Il tizio segue scrupolosamente la cura e dopo sette giorni si ripresenta dal dottore: "Allora come va con la forfora?". "Beh, la forfora non ce l'ho più... adesso c'ho i coriandoli!"
 


Un signore va dal barbiere per farsi radere. Mentre il barbiere gli mette la schiuma, il signore gli fa notare come sia difficile rasare la zona delle guance. Il barbiere gli risponde: "Esiste una soluzione" e gli passa una pallina legnosa "Basta che tenga questa in bocca tra la guancia e i denti!". Il cliente mette in bocca la pallina e il barbiere inizia a raderlo perfettamente. Dopo un po' il cliente fa: "Scusi, cosa succede se per errore la inghiottisco?". "Nulla" risponde il barbiere "basta che me la restituisca l'indomani come fanno tutti gli altri!!"

 

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Indice Barzellette        Indice Aforismi        Indice Generale        Home Page

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

daimonew.jpg (8097 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

dcshobanmov.gif (14871 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

     Copyleft © 1997 - 2020  by  WWW.DAIMON.ORG  and  CARL WILLIAM BROWN

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Daimonecobanner.gif (22169 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

colorfrec1.gif (483 byte) DaimonClub colorfrec1.gif (483 byte) DaimonPeople colorfrec1.gif (483 byte) DaimonArts colorfrec1.gif (483 byte) DaimonNews colorfrec1.gif (483 byte) DaimonMagik
colorfrec1.gif (483 byte) DaimonGuide colorfrec1.gif (483 byte) DaimonLibrary colorfrec1.gif (483 byte) C.W. Brown colorfrec1.gif (483 byte) Links Exchange colorfrec1.gif (483 byte) DaimonHumor

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Daimbanlink.jpg (8751 byte)

daimonologyban1.jpg (10828 byte)website tracking