website tracking

BARZELLETTE

SUL PARADISO



Indice Aforismi

 Indice barzellette

Sommario

Citazioni Varie


Sponsored Links and Publicity


CERCA IN TUTTO

IL SITO UMORISTICO



TR00260A.gif (2515 byte)



BARZELLETTE VARIE

SUL PARADISO

Sponsored Links and Publicity


Un giorno nel Paradiso Terrestre Dio chiama Adamo e gli dice: "E' l'ora che tu ed Eva iniziate a popolare la Terra, percio' voglio che la baci". Adamo risponde che non sa cos'e' un bacio e cosi' Dio glielo spiega. Adamo allora prende Eva per mano e la porta in un vicino cespuglio appartato. Alcuni giorni dopo Adamo ritorna e dice: "Grazie Dio, e' stato proprio bello". E Dio risponde: "Adamo, ora mi piacerebbe che accarezzassi Eva". Adamo risponde che non sa cosa sia una carezza. Dio di nuovo da' una breve spiegazione ad Adamo che va dietro al cespuglio con Eva. Alcuni giorni dopo, Adamo ritorna sorridente e dice: "Dio, questo era anche migliore del bacio". E Dio risponde "Bene, Adamo. Ora voglio che tu ed Eva facciate l'amore". Adamo chiede spiegazioni su che cosa vuol dire fare all'amore, Dio glielo spiega e cosi' Adamo si apparta con Eva dietro al cespuglio, ma stavolta riappare dopo pochi secondi. Adamo domanda: "Dio, che cosa vuol dire 'mal di testa'?".


Pierino ritorna a casa da scuola e la mamma gli chiede: "Ciao Pierino, cosa hai fatto oggi a scuola?". "Oggi a scuola abbiamo parlato di Mose' che ha portato il suo popolo fuori dall’Egitto per andare in Israele". "Interessante... e come e' la storia?". E Pierino racconta: "Mose' vagava nel deserto con il suo popolo rifornendosi di cibo alla Coop. Giunto sul Mar Rosso con i suoi tecnici ha costruito un ponte per portare il suo popolo dall’altra parte... ma gli Egiziani lo inseguivano e allora con il suo cellulare ha chiesto aiuto a Dio che ha inviato due Sea-Harrier che hanno bombardato il ponte con tutti gli Egiziani sopra. Poi e' salito sul Monte Sinai a comprare alla Feltrinelli il libro della legge in 10 volumi". La mamma, perplessa, lo interrompe: "Ma Pierino, sei sicuro che la maestra ti abbia detto questo?". "Veramente no... ma se ti racconto quello che ha detto non mi crederesti !".


Perche' i pesci puzzano? Adamo ed Eva hanno appena finito di fare all'amore la prima volta dalla creazione e mentre Adamo e' coricato sull'erba morbida del Paradiso Terrestre, Dio gli si avvicina e gli dice: "Figlio mio, che cosa ne pensi?". "E' stato davvero incredibile - dice Adamo - Non so esprimere quanto mi sia piaciuto". "Ed e' piaciuto anche ad Eva?" chiede Dio. "Anche lei ne e' entusiasta" risponde Adamo. Dio si guarda intorno e chiede: "Ma dimmi, Adamo, dov'e' la tua donna?". Adamo risponde: "E' laggiu', vicino al fiume, si sta lavando". I cieli si oscurano e Dio esclama angosciato: "Non riusciro' mai piu' a togliere quell'odore dai pesci!".


Mose' discende dal monte Sinai, dove ha ricevuto la parola di Dio, e parla alla folla: "Amici, ho due novelle importanti da annunciarvi: una buona e una cattiva. La buona e' che sono riuscito a convincere Dio che 10 comandamenti sono sufficienti invece di 15... e la cattiva e' che "Non desiderare la donna d'altri" fa parte dei dieci che sono rimasti.


Paradiso Terrestre: Eva chiede a Dio: "Signore, ho un problema!". "Cosa c’e', Eva?". "Signore, so che mi hai creata, e hai fatto per me questo splendido giardino e tutti questi meravigliosi animali, e quell’allegro e comico serpente, ma io non sono proprio felice…". "Come mai, Eva?". "Dio, mi sento sola. E sono proprio stufa di queste mele!". "Bene, Eva, in questo caso posso aiutarti, creero' un uomo per te". "Cos’e' un uomo, Signore?". "Questo ‘uomo’ sara' una creatura difettosa, con molti tratti negativi. Ingannera', mentira', e sara' superbo; insomma, ti dara' parecchi grattacapi. Fara' spesso brutte figure, e sara' scioccamente curioso. Avra' scarso intelletto e poca sensibilita' e trovera' soddisfazione in cose infantili come cacciare o prendere a calci una palla. Come vedi non sara' molto brillante e avra' sempre bisogno dei tuoi consigli per pensare correttamente. Ma, visto che me lo chiedi, lo creero', e lo faro' in modo che possa soddisfare le tue, ehm, esigenze fisiche". "Mmm… sembra proprio una gran cosa!" dice Eva alzando ironicamente le sopracciglia. "Cosa devo fare in cambio, mio Dio?". "Si', allora… lo potrai avere ad una condizione… come ti ho gia' detto sara' orgoglioso e arrogante, e colmo di autocompiacimento… percio' dovrai fargli credere che ho creato lui per primo… ma ricorda… questo sara' il nostro segreto… da donna a donna!"


Un giorno Dio chiama Abramo: "Tu mi ami veramente?". "Certo Signore". "E faresti qualunque cosa per me?". "Certo Signore, ordina ed io eseguiro'!". "Togliti il vizio del fumo". "Signore!! Non puoi chiedermi questo!!! Io Ti sono servo devoto ma non puoi chiedermi un sacrificio cosi' grande; abbi pieta' di me e chiedimi un sacrificio piu' leggero, che il Tuo umile servo possa sopportare". "Allora prendi tuo figlio e sacrificalo in mio onore". "Grazie Signore... (nella Bibbia e' riportata solo l'ultima parte del presente dialogo). (Giobbe Covatta)


Qualche volta le donne sono oltremodo diffidenti nei confronti dei loro mariti. Quando Adamo una sera ritorno' tardi a casa Eva era molto agitata e gli disse: "Non sarai andato con altre donne?". Adamo le rispose: "Tu sei irragionevole, tu sei l'unica donna sulla terra". I due continuarono a litigare finche' Adamo non cadde addormentato. Ad un tratto venne svegliato da qualcuno che lo toccava nel torace. Era Eva. "Che stai facendo?" chiese Adamo. Ed Eva: "Sto contando le tue costole!".


Un medico, un architetto e un avvocato stanno discutendo per stabilire quale fra le loro tre professioni sia la piu' antica. Decidono di prendere come riferimento la Bibbia e il medico afferma: "Quando Dio estrasse la costola ad Adamo per creare Eva fece un vero e proprio intervento chirurgico, quindi e' sicuramente la medicina la professione piu' antica". "Al tempo - dice l'architetto - in realta' prima di questo Dio aveva creato il cielo, la terra e le acque. Aveva messo ordine nel caos primordiale, e questo e' sicuramente architettura, che quindi, non essendoci prima altro che caos, e' la professione piu' antica.". "Gia' - dice l'avvocato - ma secondo voi chi aveva creato il caos?".


Dopo che ebbe creato Adamo ed Eva, Dio stava per allontanarsi quando si accorse che nel suo Cesto dei Miracoli aveva ancora due doni divini da assegnare. Allora ritorno' e disse: "Figli miei carissimi, mi sono rimasti ancora due doni divini da assegnare. Il primo e' quello di orinare in piedi. Chi lo vuole?". Adamo, volendo sempre essere il primo, alzo' la mano esclamando: "Io! Io! Per favore! Cosi' potro' farla dove voglio, e fare anche la schiumetta, e i concorsi per chi la fa piu' lontano... per favore, dallo a me!". "D'accordo, Adamo, cosi' sia". Eva, sommessa e comprensiva, se ne stava in disparte, tutto sommato contenta della felicita' di Adamo. Allora il Creatore rovisto' nel Cesto dei Miracoli ed esclamo': "E il secondo dono e'... avere orgasmi multipli!"


Adamo va da Dio lamentandosi del fatto di essere stato dotato di 32 denti e di un solo cazzo: "Dio, visto che mi piace molto di piu' scopare che mangiare, perche' non mi hai dato 32 cazzi e un solo dente ?". E Dio: "Se tu vuoi cio', ti posso accontentare, ma dopo non lamentarti !". E cosi' Dio fece il miracolo, e Adamo si ritrovo' con un solo dente in bocca e 32 cazzi fra le gambe. Mentre Adamo si allontanava carico di gioia, fu richiamato da Dio: "Adamo, dove vai ? Hai dimenticato di prendere le tue 64 palle !".


Il sesto giorno Dio, dopo aver creato tutte le cose, decise di creare l'uomo, quindi lo creò, lo dotò di una potente CPU (cervello) a cui collegò tramite dei veloci bus, due webcam, due microfoni e un altoparlante con una buona risposta in frequenza. Decise di dotarlo anche di varie periferiche Plug & Play, alcune per svolgere le applicazioni della CPU, tipo gambe e braccia, alcune per la produzione di altri uomini (pene). Quindi decise di creare anche la donna, che dotò delle stesse periferiche di serie nell'uomo, ma pensò bene di differenziare la gamma dei suoi prodotti, aggiungendo nella donna una case dal design più accattivante, e un centro di produzione per altri esseri della stessa specie, compatibile con quello dell'uomo. Dopo aver fatto questo decise di riposarsi, purtroppo, forse stanco dal lavoro precedente, non si accorse di alcuni errori, ad esempio nella donna si dimenticò di installare il driver per il cervello, e distrattamente aumentò troppo la banda del bus dell'altoparlante bocca. Parallelamente nell'uomo lasciò la beta del driver del cervello, che aveva ancora un problema di compatibilità, perché lo stesso driver era predisposto per il cervello e per il pene, e anche con l'ultima versione del Firmware ogni tanto veniva fatta confusione. L'uomo, accortosi di questi difetti di produzione, per milioni di anni cercò di mettersi in contatto con i centri di assistenza specializzati, ma la rete informativa era piuttosto debole e gli aggiornamenti del software non sempre disponibili a tutti, tanto che, pressato dalle richieste, Dio decise di mandare un tecnico di fiducia (suo figlio) per risolvere i più pressanti problemi di conflitti tra vari tipi di software, purtroppo l'utenza non venne pienamente soddisfatta, in quanto gli si chiedeva di disinstallare molti applicativi che al tempo erano in voga, e quindi rimandarono il tecnico indietro. Oggi sorgono molte software house specializzate nel risolvere questi problemi, ma oltre che essere un bene in quanto c'è più scelta, è anche un male perché le varie soluzioni che vengono trovate sono completamente incompatibili fra di loro...(Guru)


IL DILUVIO. E cominciò a piovere. Dapprima piovve poco, e fu il pediluvio. Poi cominciò a piovere che Dio la mandava e quello fu veramente il diluvio. Il Signore aveva detto [a Noè]: "Pioverà per 40 giorni". ma poi si distrasse, si dimenticò di Noè, e dopo 150 giorni pioveva ancora. Noè era il prediletto e disse: "Achaton shater jaffa, agataì duc ianet rafinai amaton", che in antica lingua prebabilonica significa: "Uffa!". [...] E il 17 ottobre finalmente smise di piovere. E allora Noè prese una talpa, e la mandò fuori dall'oblò. E si sentì glu, glu, glu, e la talpa non tornò più. E Noè disse: "Strano, ora manderò l'orso". Poi, dopo una breve colluttazione, disse: "No, no, è meglio che mando la colomba". E la colomba tornò con un rametto di olivo. E Noè disse: "Reciterò i salmi". Poi vide la lepre e disse: "Uhmmm, forse è meglio se mi faccio un salmì... Con le olive che ha portato la colomba". Allora disse alla colomba: "Vai di nuovo, e vedi se trovi un rametto di polenta". (Da "Parola di Giobbe") (Giobbe Covatta)


E Adamo alzò le braccia al cielo, invocando il Padre Celeste, che in quel momento era rosso perché la notte era andato in bianco. Aveva creato gli uccelli, e da allora si guardava sospettosamente in giro. "Non capisco, Dio, davvero, non capisco: che mesi sono questi che hai appena creato, Febbraio e Marzo? Imprevedibili, assurdi, un giorno cade un acquazzone incredibile e l'altro splende un sole brillante. Oggi soffia un vento che non si riesce a stare in piedi e domani non si muove foglia, che oddio, cioè, volevo dire, porca ev.. cioè no, accidenti, è anche meglio che non si muova la foglia... Insomma, mi spiego, Signore, perché diav... cioè, perché mai hai creato mesi come questi?". Dio si lisciò la lunga barba, "cazzo, non ho ancora inventato le lamette" pensò... poi guardò Adamo e gli rispose: " Vedi Adamo, tra poco vado a creare la donna, ed è cosa buona e giusta che già fin d'ora tu ti vada abituando...". (Mauroemme)


GOLIA. In quel tempo tra i Filistei viveva un uomo di nome Golia, insieme a sua sorella Morositas e a suo fratello diabetico Happydent Senza Zucchero. Golia era così grosso che Schwarzenegger al confronto sembrava Don Lurio. Ora Golia disse: "Chi vuole sfidarmi?". E il sangue degli israeliti divenne come bastoncini di pesce Findus. E uno disse: "No, io ho molti impegni, vorrei ma proprio non posso". E un altro disse: "Io purtroppo non ho digerito". E un altro ancora disse: "Io se torno a casa senza le cosce mia moglie si arrabbia molto". E Dio disse: "E questo sarebbe il popolo eletto? Quasi quasi rifaccio le elezioni...". (Da "Parola di Giobbe") (Giobbe Covatta)


E Iddio volle mettere alla prova la fede del suo amato profeta Abramo, così un giorno lo chiamò dall'alto dei cieli: "Abramo! Voglio vedere se davvero mi ami così tanto, e per dimostrarmelo ti chiedo di offrirmi un sacrificio. E il sacrificio sarà tuo figlio Isacco!" "Signore - implorò mesto Abramo - proprio l'unico mio figlio mi chiedi!" "SI ABRAMO! Così vedrò quanto mi ami". Abramo torna a casa, con il cuore pieno di dolore, chiama suo figlio e lo porta con sè all'ara del sacrificio. Lo fa distendere, alza il coltello su di lui... Nel frattempo, si avvicina una tormenta, e fra il rumore dei tuoni si ode improvvisa una potente voce: "FERMATI ABRAMO! FERMA LA TUA MANO! La tua fede è provata. Lascia quel coltello, che tuo figlio viva. In sua vece, offrimi un ariete". "Oh, grazie mio Signore" grida Abramo pieno di gioia, e corre a prendere un ariete. Il figlio Isacco allora si alza dall'altare, si asciuga il sudore dalla fronte e dice: "Cazzo, che brutta fine che avrei fatto, se non fossi stato ventriloquo!"


Fra gli ebrei non c'eran solo gay (notare la rima). Esisteva anche un famoso playboy. Cosa aveva di così particolare quella persona, e perchè poteva essere considerato il John Holmes aramaico? Beh, aveva un membro di dimensioni simili ad un affettato, da cui il soprannome Salamone. Ma la Bibbia non ci ha tramandato nulla di lui, mentre maggior successo ebbe suo fratello minore, il quale divenne anche re. Fra le donne era il più desiderato, in quanto usava una particolare tecnica erotica: cospargeva l'organo femminile di cloruro di sodio, al che le amate gli chiedevano: "Ma che cosa stai facendo?". E lui rispondeva serafico: "Io, Salo Mone". (Akel Barzo)


Durante il diluvio universale, l'arca comincio' a beccheggiare paurosamente, tanto che Noe' si precipito' sottocoperta per vedere cosa stesse succedendo. Rimase sorpreso, notando che tutti gli animali stavano facendo l'amore. Allora ando' su tutte le furie e grido': "Fermatevi! Io vi ho salvato la vita ed e' cosi' che mi ripagate? Affondando l'arca?" Tutti gli animali gli obbedirono, ma poi, una volta calmatosi, Noe' si rese conto che questo problema andava razionalizzato. Dopo aver riflettuto e trovato la soluzione, torno' sottocoperta e si rivolse ancora agli animali: "Non posso obbligarvi a negare i vostri istinti primari. Ho deciso che daro' ad ogni coppia una tessera personalizzata, nella quale sara' riportato il giorno e l'ora in cui potrete fare l'amore". E cosi' fece, e in effetti il problema si risolse brillantemente. Dopo qualche giorno, lo scimpanze' comincio' a molestare la sua compagna dicendole ripetutamente: "Preparati, perche' mercoledi' prossimo alle sedici soffrirai!". E cosi' prosegui' per diversi giorni, finche' la sua compagna, fortemente irritata, si rivolse a Noe': "Ascolti, Noe': lo scimpanze' mi sta molestando. Da giorni non fa che ripetermi di prepararmi, perche' mercoledi' alle sedici soffriro'. Io lo so cosa accadra' quel giorno, pero' non puo' andare a gridarlo ai quattro venti. Cosa diranno le mie amiche?". Allora Noe' mando' a chiamare lo scimpanze' e gli chiese: "Ascolta, scimpanze', perche' molesti cosi' la tua compagna? E soprattutto, perche' mai dovrebbe soffrire mercoledi' alle sedici?". "Veda, signor Noe'... il fatto e' che purtroppo persi la mia tessera giocando a poker con l'elefante". (Mauroemme)


Caino dopo il suo atroce delitto fugge in paesi lontani e desolati, quelli che poi sarebbero divenuti l'odierna Australia. Dopo anni di vita randagia e solitaria Caino decide di tornare per vedere se è stato perdonato. Tornato a casa e riaccolto in seno alla famiglia (che nel frattempo è molto aumentata), il nostro Caino si accorge che ora ci sono anche le ragazze, e capisce finalmente cosa gli mancava per essere felice. Così affronta l'argomento con Adamo, il quale non può che trovarsi d'accordo con lui. Detto e fatto un matrimonio è combinato tra Caino e una sua nipote, e si arriva così alla prima notte di nozze. I due sposini si ritrovano da soli, lei sorride e dice che andrà in bagno a prepararsi, e di fare altrettanto, quando torna trova lo sposo tutto sudato che sta spostando ogni mobile della stanza, ammassandoli contro una parete; stupita la sposina chiede il motivo di quel affannarsi, e lui le risponde: "Sai io per forza di cose sono vergine e inesperto... tu sei la mia prima donna". "In ogni modo se è come andare con un canguro... ci servirà tutto lo spazio che riesco a fare".


E Abramo condusse Isacco in un certo luogo e si preparò a sacrificarlo, ma all'ultimo momento il Signore fermò la mano d'Abramo e disse: "Ma come puoi fare una cosa simile?". E Abramo disse: "Ma se l'hai detto Tu!". "Lascia perdere quel che ho detto", parlò il Signore. "Stai a sentire ogni cretinata che ti viene detta?" E Abramo vergognandosi: "Ma, veramente... no". "Io dico per ridere di sacrificare Isacco e tu corri subito a farlo". E Abramo cadde in ginocchio: "Vedi, non so mai quando Tu stai scherzando". E il Signore tuonò: "Manchi di sense of humor! Incredibile!". "Ma non è una prova che Ti amo, l'essere disposto a sacrificare il mio unico figlio per un tuo capriccio?". E il Signore disse: "E' soltanto la prova che certi uomini sono pronti a ubbidire a qualsiasi ordine, per cretino che sia, purché venga pronunciato da una voce risonante e ben modulata". E con questo il Signore consigliò ad Abramo di prendere un po' di riposo e di farsi vivo l'indomani. (Woody Allen da "I manoscritti della mano morta")


Giardino dell'Eden. Dopo tre settimane dalla creazione, il signore viene nel giardino dell'Eden a visitare la prima donna: "Come vanno le cose, Eva?". Ed Eva: "Meravigliosamente, tutto è così bello, signore. Le albe ed i tramonti sono sbalorditivi, e il giardino è incantevole, ho solo un problema; questi tre seni che mi avete dato, quello centrale è compresso dagli altri due e spinge gli esterni all'infuori; camminando urto sui rami e mi graffio sui cespugli, insomma il terzo seno m'infastidisce e non serve a nulla". "La tua osservazione è giusta, - le risponde Dio, - ma questa era la mia prima creazione sai? Ho dato agli animali... quante ? Sei mammelle ? Ho calcolato che per la donna dovessi dividere per due, ma capisco che hai ragione. Rimedierò subito!". Così il signore allunga una mano e strappa quel seno centrale tanto ingombrante, gettandolo nei cespugli. Altre tre settimane passano e Dio una volta ancora viene nel giardino in visita: "Ti saluto Eva, come sta la mia creazione favorita?". "Splendidamente, - risponde Eva - solo ho notato una piccola svista dalla vostra parte. Vedete, tutti gli animali sono accoppiati e felici, la pecora ha il suo ariete, la mucca ha il proprio toro, lo stallone ha la sua cavalla, insomma tutti gli animali hanno un compagno; tutti tranne me. Io mi sento sola". Dio pensa per un attimo: "Sai Eva, ancora una volta hai ragione. Come posso aver trascurato un particolare importante come questo?! Naturalmente anche tu hai bisogno di un compagno e io all'istante creerò l'uomo da una parte di te!". "Ora vediamo... dove ho lasciato quell'inutile seno?". (Bilbo Baggins)


ADAMO ED EVA di Giobbe Covatta. Riassunto della puntata precedente: In sei giorni il Signore aveva creato tutte le cose: il sole, la luna, quello scemo di Maradona, i puffi, la forfora, e tutti gli animali del creato, tranne Andreotti, che era gia' suo segretario da tempo immemorabile. E allora il Signore disse: <<Orsu', prendiamo del fango. Orsu', impastiamolo. Orsu'...>>.* Poi ci sputo' sopra, e nacque Adamo. E Adamo, asciugandosi il viso, disse:<<Cominciamo bene!>>. Ma i suoi guai non erano finiti li', perche' il Signore, non ancora soddisfatto, gli face l'anestesia totale e creo' la donna. E Adamo disse: <<Signore, manca un pezzettino...>>. Ma il Signore rispose: <<No, questa e' la donna>>. E Adamo ancora disse:

<<Orsu'>> ha probabilmente il significato di <<Un, due, tre, stella...>>


Adamo si aggira arrabbiatissimo per il Paradiso Terrestre imprecando: "Porca Eva, proprio a me doveva capitare… porca Eva, maledizione, ma cosa ho fatto di male…". Dio lo sente e lo sgrida: "Ma, Adamo, e' peccato maledire. In fondo ti ho donato un mondo bellissimo e una donna stupenda. E' cosi' che mi dimostri la tua benevolenza?". E Adamo: "Ma, porca Eva, cosa ho fatto di male per meritarmi proprio quella donna?". "Ma cosa c'e' che non va in quella donna?". E Adamo: "Ma e' una che si fa sbattere dal primo che incontra!"


Diluvio universale. Noè cerca tutte le coppie di animali e le imbarca. Vedendo che si stava un po' stretti sulla barca e pensando che sarebbero stati ancora peggio se gli animali avessero cominciato a procreare, decide di togliere momentaneamente i pistolini ai maschi. Così fa e li mette tutti in una grande cesta. Alla fine del diluvio comincia a restituirli: "Di chi è questo??!!". Ed il leone risponde: "Mio!". "Di chi è quest'altro?". Ed il rinoceronte risponde: "Mio!". Fino a quando arriva il turno di quello dell'elefante, ma il pachiderma, distratto, non risponde. Dopo che Noè ha ripetuto più volte la domanda, la gallina si rivolge al gallo e gli sussurra all'orecchio: "DI' CHE E' TUO, DI' CHE E' TUO !"


Ecclesiastico 38 (importanza del medico) 1. Onora il medico per le sue prestazioni, perche' il Signore ha creato anche lui. 2. L'arte di guarire viene dall'Altissimo, e chi guarisce riceve doni pure dal re. 3. La sua scienza fa camminare il medico a testa alta, egli riscuote ammirazione davanti ai grandi. 4. Il Signore ha creato le medicine dalla terra, l'uomo di senno non le detesta. Ecc Ecc fino all'ultimo capoverso. il 15: Chi pecca davanti al suo Creatore cada nelle mani del medico. (fine del Cap. 38)



Indice Aforismi

 Indice barzellette

Sommario

Massime e Proverbi



colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Club  colorfrec1.gif (483 byte) Daimon People

colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Arts  colorfrec1.gif (483 byte) Daimon News

colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Magik  colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Guide

colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Library  colorfrec1.gif (483 byte) C.W. Brown

colorfrec1.gif (483 byte) Banner Links  colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Humor



colorfrec1.gif (483 byte) Follow us on Facebook

colorfrec1.gif (483 byte) Follow us on Twitter

colorfrec1.gif (483 byte) Follow our blogs

colorfrec1.gif (483 byte) Follow us on Pinterest

colorfrec1.gif (483 byte) Follow us on Tumblr



  Copyleft © 1997-2020  www.daimon.org  C.W. Brown