website tracking

BARZELLETTE SULLE ABITUDINI

Sponsored Links and Publicity


Sponsored Links and Publicity


Sponsored Links and Publicity


smallbot.gif (578 byte)  Indice Aforismi

 smallbot.gif (578 byte)  Indice barzellette

smallbot.gif (578 byte)  Sommario

smallbot.gif (578 byte)  Citazioni Varie



CERCA IN TUTTO

IL SITO UMORISTICO



TR00260A.gif (2515 byte)

Ricerca personalizzata

BARZELLETTE VARIE SULLE ABITUDINI

La maestra cerca di spiegare alla classe che cos’è un miracolo. «Vi faccio un esempio. Un turista a New York va a visitare Empire State Building. Sapete, è uno dei più alti grattacieli del mondo, oltre 300 metri in altezza. E mentre il turista ammira il panorama di New York, scivola e cade giù. Immaginatevi, 300 metri di altezza. E non gli succede niente. Nessuna ferita, nemmeno un graffio. Che cos’è? Dai Pierino, rispondi tu». «È la fortuna». «Aspetta un attimo Pierino. Lo stesso turista sale ancora sull’ultimo piano, scivola e cade giù di nuovo senza farsi nemmeno un graffio. Pensaci bene, Pierino, 300 metri di altezza». «È una fortuna pazzesca». «Ah, Pierino, Pierino. Ascolta mi bene. Lo stesso turista, ripeto, lo stesso, sale ancora sull’ultimo piano, scivola e cade giù, terza volta Pierino, senza farsi nemmeno un graffio. Pensaci bene Pierino, 300 metri di altezza, è caduto tre volte e nemmeno un graffio. Questo è un...». «È un’abitudine, signora maestra!»


Una coppia sposata, Giorgio e Maria, fanno l'amore tutti i giorni esattamente alle 5.30 del pomeriggio. Purtroppo devono interrompere le loro abitudini per alcuni giorni perché la donna si ammala. Poi, inseguito alle cure mediche, Maria guarisce; così i due amanti possono riprendere le loro abitudini. Ora nel corpo della donna sono rimasti alcuni virus che parlano tra loro: Virus1: "Mettiamoci d'accordo che qui tra un po' arrivano le medicine e ci fanno tutti fuori". Virus2: "Secondo me dobbiamo andare nel cuore, lì saremo al sicuro". Virus3: "Fa come vuoi, ma io vado nel cervello". Virus4: "Stupido il posto più sicuro è il fegato". Mentre tutti litigano su dove andare, un virus traquillamente chiude la valigia e va via dicendo: "Ragazzi io cambio aria, prendo il cazzo delle 5:30 !".


Un noto Lord inglese aveva l'abitudine di riunire gli amici e le amiche a prendere il tè alle cinque in punto (del pomeriggio, pignoli!), tutti i martedì, nel suo lussuoso castello del Bloodshire. Un martedì, il puntualissimo Lord non apparve e gli invitati erano alquanto sorpresi ed inquieti. Alle cinque e due minuti, comparve il fidato maggiordomo, il quale disse agli invitati, con il suo tipico aplomb britannico: "Signori e signore, permettetemi, milord si scusa per il ritardo e annuncia che dopo molto tempo ha reincontrato la sua vecchia e cara amica Lulù, appena arrivata da Parigi. Se potrà, sarà qui entro un'ora, e se non può, sarà qui a momenti. Thank you". (Mauroemme)


Una coppia decide di sposarsi e il futuro marito decide di chiarire subito alcuni punti a cui non intende rinunciare: "Cara, prendi nota che ho delle abitudini ben radicate a cui non voglio rinunciare. Al lunedi' sera vado al cinema con gli amici, il martedi' sono in biblioteca per aggiornamenti culturali, il mercoledi' sera ci troviamo al bar per la schedina, al giovedi' c'e' il club del bridge che dura sempre fino a notte fonda, al venerdi' vado sempre a teatro, al sabato non posso mancare ad una puntatina in discoteca e alla domenica ci troviamo sempre in pizzeria fra ex compagni di corso". "Caro, anch'io ho delle abitudini fisse per cui capisco le tue esigenze... vedi, io scopo tutte le sere. Chi c'e', c'e'...".


Una moglie si lamenta che il marito ha la pessima abitudine di fumare il sigaro alla sera in camera da letto. Visto che il marito doveva andare a lavorare in trasferta con un collega lo chiama al telefono pregandolo di fare pressioni per far perdere quel vizio al marito. Detto fatto nei mesi in trasferta ogni sera, quando l’uomo e' in bagno, l’amico prende il sigaro dal comodino e se lo infilava nel culo. E infatti l’uomo ogni volta accendeva il sigaro e poi borbottando che sapeva di merda lo spegneva... fino al punto che non fumava piu'. Ritornato a casa la moglie ritelefona all’amico per ringraziarlo: "Grazie, ma come hai fatto?". "Semplice! Ogni sera mi infilavo il sigaro nel culo...". "Perfetto... infatti ha perso il vizio...”. "Lui si'... ma io... ora... se alla sera non mi metto un sigaro in culo non dormo!!"



smallbot.gif (578 byte)  Indice Aforismi

 smallbot.gif (578 byte)  Indice barzellette

smallbot.gif (578 byte)  Sommario

smallbot.gif (578 byte) Massime e Proverbi



colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Club  colorfrec1.gif (483 byte) Daimon People

colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Arts  colorfrec1.gif (483 byte) Daimon News

colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Magik  colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Guide

colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Library  colorfrec1.gif (483 byte) C.W. Brown

colorfrec1.gif (483 byte) Banner Links  colorfrec1.gif (483 byte) Daimon Humor



colorfrec1.gif (483 byte) Follow us on Facebook

colorfrec1.gif (483 byte) Follow us on Twitter

colorfrec1.gif (483 byte) Follow our blogs

colorfrec1.gif (483 byte) Follow us on Pinterest

colorfrec1.gif (483 byte) Follow us on Tumblr



  Copyleft © 1997-2020  www.daimon.org  C.W. Brown