AFORISMI SULL'istruzione

Sponsored Links and Publicity


 

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Sponsored Links and Publicity

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

TR00260A.gif (2515 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Ricerca personalizzata

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Indice Aforismi        Indice Barzellette        Indice Generale        Home Page

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Sponsored Links and Publicity

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

La maestra incontra la piccola Heidi (che da alcuni giorni manca da scuola) mentre sta dirigendo una mucca su per il monte e la sgrida. Ed Heidi: "Eh, sa, signora maestra, devo portare la mucca alla monta". "Ma a queste cose non pensa tuo padre?". "No, ci vuole proprio il toro!".

Ieri era la festa della maestra e allora le ho portato una mela e lei per ringraziarmi mi ha dato un bacio. Oggi le ho portato una grossa anguria... ma lei non ha capito! (Mario Zucca)

Cosa si deve fare quando ci si perde nel bosco? Si chiedono informazioni all'albero maestro!

Quando uno e' giovane si fa le seghe; poi va a scuola e comincia a masturbarsi.

Colmo per un maestro: chiamare il passato per vedere se è presente.

Tema: "Oggi ricorrono i morti". Svolgimento di Pierino: "Speriamo che mio nonno arrivi primo".

La mia maestra comincio' la sua carriera in un nido. Dovette smettere per le vertigini. (Mario Zucca)

Il maestro interroga Pierino, ma questi non sa rispondere a nessuna domanda. Entra il bidello e il maestro dice: "Porti della biada per l'asino". E Pierino: "E un caffe' per me!".

A scuola Pierino dice alla maestra: "Me stanotte ho dormito con il babbo!". E la maestra: "No ME. IO stanotte ho dormito con il babbo!". Il bambino ci pensa un po' e poi: "Vedra’ che e’ stata un'altra sera, stanotte c'era anche la mia mamma!".

"Pierino, dove vivevano gli antichi Galli?". "Negli antichi pollai!".

Tema: Il mio papa' e la mia mamma. Tema di Pierino: "Mio papa' e mia mamma di notte fabbricano lampadine". La maestra chiede spiegazioni e Pierino risponde: "L'altra notte mentre andavo in bagno ho sentito il papa' che diceva alla mamma: 'Spegni la lampadina, che' ne facciamo un'altra!".

"Pierino, dimmi l'infinito di Leopardi". "Leopardare".

La maestra: "Com'e' composta l'aria ?". Pierino: "Di idrogeno, ossigeno, elio, azoto e di un gas che al momento mi sfugge ..... PRRRRRRRRR".

"Pierino, quanto fa 48+48?". "Quarantasedici".

"Pierino da quanto tempo sei assente?". "Dalla morte di Carlo Magno!".

Pierino alla maestra: "Io l'amo". La maestra: "Ma Pierino lo sai che a me non piacciono i bambini". "Non si preoccupi perché uso il preservativo!".

"Pierino, perché hai scritto camino con la K ?". "perché camini senza cappa non esistono!".

Pierino in classe: "Signora maestra, ho buttato della carta dalla finestra". "Va bene, Pierino, ma non lo fare piu'". Poco dopo entra in classe un bambino tutto sanguinante. La maestra: "E tu chi sei?". "Io sono Della Carta".

"Pierino come si producono i venti?". "Moltiplicando i quattro per i cinque".

Pierino ha saputo dalla maestra che i bambini non nascono sotto i cavoli. Torna dalla madre e vuol sapere la verita'. La madre alla fine gli spiega tutto ...e gliela fa anche vedere. Pierino: "Cavoli, pochi centimetri piu' in la' e nascevo stronzo!".

La maestra: "Susie, dimmi due pronomi!". Susie: "Chi? Io?". (Herbert V. Prochnow & Herbert V. Prochnow jr)

"Pierino, perché il canale di Suez si chiama cosi'?". "perché non e' miez e non e' tuez!".

Tema per Pierino: "Sesso, religione e mistero". Svolgimento: "Mia sorella e' incinta. Per Dio chi e' stato ?".

"Pierino alzati! E' ora di andare a scuola". "Mamma, oggi non ho voglia di andarci". "Su alzati, lo sai che ci devi andare: hai 47 anni e sei il Preside". (Furio Ombri)

Liceo: 1/ Scuola antica dove si discuteva di filosofia; 2/ Scuola moderna dove si discute di football. (Ambrose Bierce)

Durante i miei nove anni alle scuole superiori non sono riuscito a insegnare niente ai miei professori. (Bertold Brecht)

La carriera di una bidella: Si scopo' il preside e smise di scopare le scale.

TEMA IN CLASSE: Parlate dei poeti del 1800. SVOLGIMENTO di Pierino: I poeti del 1800 sono tutti morti.

I compagni di banco durante un compito in classe: "MA PROOOOFFF !!!! la Cornu copia....!"

Tema: Il tuo migliore amico. Svolgimento: Il mio migliore amico si chiama Carlo ed ha 2 anni. Sto aspettando che cresca così posso parlarci finalmente di qualcosa. Per adesso ci sputiamo in faccia.

Odio la scuola. Mi fa impazzire. Appena imparo una cosa, vanno avanti con qualcos'altro. (Sally)(Charles M. Schulz)

PRIMA LEGGE DEL TERRORE APPLICATO AL LICEO. Il giorno prima dell'interrogazione di storia il professore di biologia ti darà da leggere 200 pagine sulle tenie per il giorno dopo. COROLLARIO: Ogni professore dà per certo che l'unica cosa che tu fai nella vita è seguire il suo corso.

Mia madre ci teneva talmente tanto che io fossi il primo della classe, che mi iscrisse alle scuole differenziali. (Paolo Cananzi)

Tema in classe: "Se tu fossi il direttore di un'azienda". Tutti si mettono a scrivere tranne Pierino che rimane fermo. La maestra dopo un po' gli domanda: "perché non scrivi?". E Pierino: "E la segretaria?".

La maestra: "Pierino, sai dirmi il nome di un sempreverde?". E Pierino: "Il kiwi, signora maestra!".

La maestra chiede a Pierino: "Dimmi il nome di un fiore che inizia con la lettera Z!". Pierino: "Zalea!". La maestra: "Ma dai, non esiste la zalea, forse volevi dire l'azalea!". Pierino: "No, no, esiste! E' un fiore potato!".

Pierino torna a casa con la pagella. I voti sono tutti scarsi, ma nella casella Matematica c'è addirittura un N.C. (Non Classificato). Il padre: "Pierino, che vuol dire N.C.?". E Pierino: "Significa 'Non C'è male', papà!". (Gianluca Anzanelli)

"Pssst... Pierino, che risultato ti è venuto nel secondo esercizio?". "Infinito". "Porca puttana, solo?". (Mauroemme)

La professoressa: "Pierino, che cos'è una parola sdrucciola?". Pierino: "Penso che sia una parola difficile da pronunciare perché la lingua scivola!"

Scuola elementare. Un bambino si lamenta con la maestra: "Maestra, tutti i miei compagni mettono il chewing gum sotto il mio banco!". La maestra: "Sono davvero maleducati!". Il bambino: "Sì, ma più che altro, io non so più dove appiccicare le mie cicche!"

La maestra assegna ai bambini un problema: 'Una vasca da 450 litri contiene già 50 litri d'acqua. Se il rubinetto è aperto ed escono 10 litri di acqua al minuto, dopo quanto tempo la vasca traboccherà?'. Pierino, dopo cinque minuti: "Maestra, il problema è risolto, ho appena chiamato l'idraulico col cellulare, dice che sarà qui tra mezz'ora!". (Diego Parassole)

Lou è un animale. Nella sua famiglia lui fa parte solo della seconda generazione che sta ritta in piedi! (da "A scuola con papà" con Rodney Dangerfield)

La moglie: "Non ho nulla da mettermi, stasera!". Il marito: "Hai sei armadi pieni di 'nulla da mettermi'!". La moglie: "Stai dicendo forse che spendo troppi soldi?". Il marito: "Tu spendi troppi soldi? Non sei l'unica che va in Svizzera a farsi aggiustare l'orologio". (da "A scuola con papa')(con Rodney Dangerfield)

Pierino, oggi tema in classe, la traccia è una partita di pallone. Svolgimento del tema: La partita è stata rinviata per impraticabilità del campo allagato...

La maestra spiega ai bambini: "Si dice che Poppea facesse il bagno nel latte di asina". Un allievo: "Come mai non faceva la doccia?". Pierino risponde prontamente, prima della maestra: "Perché non riusciva a trovare un'asina abbastanza alta!"

Prima elementare. I bambini stanno imparando l'alfabeto. La maestra: "Avete mai visto la lettera Kappa?". I bambini, in coro: "Sì!". La maestra: "Qualcuno sa dirmi una parola che inizi con la Kappa?". Pierino alza la mano: "Cappello!"

Quando gli dei odiano un uomo in modo particolare, lo spingono a diventare insegnante. (Seneca)

Sai cos'e' che odio del primo giorno di scuola? Che e' troppo lontano dall'ultimo giorno di scuola. (da "Welcome Back, Kotter")

Professore: "Come partono Agnese e Lucia nell'addio ai monti?". Studente: "Padre Cristoforo aveva prenotato una nave". (da 'Smemoranda')

Mio figlio ha deciso che d'ora in poi non studiera' piu' la storia. Dice che la fanno piu' velocemente di quanto lui possa impararla. (Leopold Fechtner)

Mi rifiuto di rispondere a quella domanda avvalendomi della facolta' del fatto che non so la risposta. (Douglas Adams)

Prof: "La prima guerra di Macedonia...". Studente: "Mmmm... quella contro i frutti di bosco?". (Andrea Frignani e Sebastiano Sali)

Professore di inglese: "E secondo te questo e' giusto?". Studente: "I don't know, I made a tentativ!". (Smemoranda)

"Pierino! quali erano i pesci preferiti dagli Unni?". "Gli zerri!". (rafrasnaffra)

Prof: "Orale non vuol dire che ci devi mettere un'ora a rispondere!". (Smemoranda)

Nell'ultimo compito ci ho preso un brutto voto in italiano, ma è un ingiustizia, perché in italiano sono bravo e il vero asino è l'amico da cui ci ho copiato! (Bilbo Baggins)

A scuola, durante le verifiche, uno dei compagni di classe di mio figlio copia cosi' tanto, che in classe lo chiamano il Cinese! (Francesco Rizzuto)

Tema in classe: "Se tu fossi il direttore di un'azienda". Tutti si mettono a scrivere tranne Pierino che rimane fermo. La maestra dopo un po' gli domanda: "Perche' non scrivi?". E Pierino: "E la segretaria?".
Prof: "Cosa sai dirmi sulla morte di Giulio Cesare? ". Pierino: "Condoglianze"

"Pierino, qualunque professione tu voglia scegliere da grande lo studio è indispensabile. Per esempio, tu cosa vorresti diventare?". "Un analfabeta zotico e ignorante, signora minestra! ". (Bilbo Baggins)

"Pierino, se io ho 5 mele in una mano, e 6 nell'altra, che cosa ho?". "Due mani enormi!"

Nelle scuole italiane non c'è carta igienica, il ministro Gelmini prega le mamme di mandare i bambini a scuola già defecati. (Corrado Guzzanti)

A scuola: "Ti ho messo l'insufficienza per invogliarti a studiare…" "Le ho squarciato le gomme per invogliarla a cambiarle".

Prof: "A casa tua metti i piedi sul tavolo?". Alunno: "Se fossi a casa mia lei non sarebbe entrata !"

Lo disse Cesare, lo confermò Pilato, che il compito in classe va sempre copiato! (in un WC)

"Come sarebbe che non avete capito l'esercizio!? L'ho appena spiegato alla lavagna…". "Appunto, prof, alla lavagna, non a noi !"

"Sono stato chiaro?" come disse il professore di colore alla fine della lezione in classe. (DrZap)

Scattone Professore nel liceo che frequentò Marta Russo... Gli assassini tornano sempre sul luogo del delitto, questo ci insegna pure... (Ataru)

Per insegnare il latino a Giovannino non basta conoscere il latino, bisogna soprattutto conoscere Giovannino. (Jean Jacques Rousseau)

Perche' gli studenti in macchina fanno sempre inversione? Perche' ripassano! (Scirio)

La maestra a Pierino: "Dimmi quali sono i verbi ausiliari!". Pierino: "Sì, lo so: sono ESSERE, AVERE e MULTARE!". La maestra: "Ma 'multare' che verbo ausiliare è?". E lui: "Ausiliare del traffico!"

Al Liceo i miei professori portavano tutti gli occhiali da sole quando facevano lezione. Infatti avevano degli allievi molto brillanti. (DrZap)

I miei compagni di classe sono così duri che sono gli insegnanti a marinare la scuola. (Leopold Fechtner)

I miei genitori si sono sempre vergognati di me. Pensate che alle udienze con i professori, davano false generalita' e chiedevano del profitto di altri alunni. (Paco Genovese)

Prof.: "Devo reinterrogarti, perché il voto risale a ottobre". Studente: "Ma perché, i voti scadono?". (Laura)

Ti ricordi che eravamo in classe insieme? Puzzavi talmente tanto che facesti rimanere male la tua vicina di banco, la figlia del miliardario Bardotti... perché la puzza lei era abituata a tenerla sotto il naso... adesso la teneva di fianco ! (Peppe Iodice)

Ti ricordi che eravamo in classe insieme? Puzzavi talmente che tua madre ti portò dal medico e disse: "Dottore, vedete, mio figlio ha qualche ghiandola infiammata". Il dottore: "Signora, vostro figlio la ghiandola ce l'ha putrefatta". (Peppe Iodice)

A scuola eri così lento ! Mi ricordo quella volta quando leggevi la poesia e l'Infinito di Leopardi ti disse: «Basta! Hai vinto tu!». (Peppe Iodice)

Quando non studiavo papà mi infliggeva sempre la stessa tremenda punizione: a letto senza cena e sveglia a mezzanotte per vedere Marzullo! (Francesco Miccio)

Era il terzo giorno consecutivo che saltavo la scuola e mia mamma mi becco' in centro. Risento ancora le sue parole: "Ricordati che devi andarci a scuola, ricordati che se ti ribecco ti faccio un mazzo così, ma soprattutto ricordati che sei il preside, cazzo!". (Furio Ombri)

II principe Carlo ha riconosciuto in un ospizio per barboni un suo vecchio compagno di classe delle elementari. Com'è crudele il destino. Due bambini sono in classe insieme, e dopo quarantadue anni nessuno dei due ha ancora un lavoro ! (Daniele Luttazzi)

Si dice che la classe non è acqua, ma non è vero; io ne avevo una che in latino faceva acqua da tutte le parti! (Matteo Morbio)

Le scuole in Val Padana hanno i banchi di nebbia ? (DrZap)

La Gelmini sta modernizzando la scuola, anche quella elementare, specie con l'uso sempre più largo del computer. Ora non c'e' più l'ABCdario, ma l'ABCD-ROM. (DrZap)

Quando frequentavo il Liceo se sapevo rispondere alle domande alzavo la mano, se non sapevo... alzavo i tacchi. (DrZap)

Scuola: il voto di Religione fara' media. Con quello di Educazione Sessuale. (Demerzelev)

Al Liceo un giorno pur non avendo fatto nulla non mi sentivo con la coscienza a posto... non avevo studiato la lezione. (DrZap)

A scuola si insegna per rispettare l'ordine: un asino alla volta. Nella vita si impara un casìno alla volta. Nella crisi edilizia che corre oggi ci propongono una casina alla volta. (Priamo)

Si sa che la maestra insegna agli alunni e la scritta luminosa insegna al neon.

La maestra: "Pierino, dove si trova l'Elba?". Pierino: "Nel plato!"

Molti insegnanti si vantano di dire sempre quello che pensano. Pochi si vergognano di pensare quello che dicono.

A scuola mi insegnavano che il pesce ombrello non sarebbe mai uscito col tempo bello e dicevano anche che le foche esistenti sulla terra erano di due tipi: foche buone e foche cattive (solo che le cattive erano anche ripiene e le chiamavano focacce). (Alessandro Bergonzoni)

A scuola ci hanno fatto studiare la Divina Commedia, di Santi Licheri. (Luciana Littizzetto)

Sara' intensificata la vigilanza davanti alle scuole per impedire che venga regalata droga ai bambini. Se un bambino vuole la droga, che la compri! (Boris Makaresko)

Foglio [il calciatore]: lo conosco da quando era piccolo. Era un bambino prodigio. Andava sempre a scuola con il cane. Ha sofferto moltissimo quando li hanno separati... si', il cane e' stato promosso. (Mago Oronzo (Raul Cremona), "Mai Dire Gol")

Pierino e' a scuola. A un certo punto il maestro gli dice: "Ascolta, Pierino, se mi rispondi bene ti promuovo: quanti peli ha la coda di un asino?". "7476!". E il maestro: "Ma come fai a saperlo?". E Pierino: "Eh no, signor maestro, questa e' gia' un'altra domanda!!!"

La maestra chiama Pierino alla lavagna e gli dice "Disegnami un cuoricino", e Pierino lo disegna con le gambe; la maestra: "Ma... Pierino, il cuoricino non ha le gambe". Pierino: "Sì, signora maestra, il fidanzato di mia sorella le dice sempre 'cuoricino mio, apri le gambe'".

Oggi a scuola e' venuto un ufficiale di Polizia a parlarci della criminalita' giovanile. Domani verra' un avvocato per insegnarci a manipolare le faccende. (La Settimana Enigmistica)

Lezione di matematica. Il maestro chiede ad un suo allievo di famiglia molto povera: "Pierino, se tu avessi 10 euro nella tasca sinistra del tuo pantalone, e 25 euro nella tasca posteriore destra del tuo pantalone, cosa avresti?". E Pierino: "Il pantalone di un'altra persona!!"

Interrogazione a scuola. Maestra: "Pierino, quali sono le province della Lombardia?". Pierino: "Facile, signora maestra ...: Milan, Inter, Atalanta!". (Alvaro Vitali)

Ho visto professori cosi' pignoli che correggevano pure il caffe'. (DrZap)

A scuola. Interrogazione di matematica. "Prof, non ho potuto studiare perché e' morta mia nonna!". "Eh, si', dicono tutti cosi'!". "Infatti sono tutti miei cugini!". (Gigi e Ross)

La maestra: "Pierino, come fai a trovare il minimo comune multiplo". Pierino: "Su Google, signora maestra!".

L'altra sera ho incontrato al supermercato una signora, accompagnata dalla figlioletta. Mi ferma e mi dice con aria orgogliosa: "Lo sa che alla scuola di mia figlia le insegnano l'inglese, il francese, l'algebra...". "Ah, si?" taglio corto io. "Si, si" fa la donna, poi si rivolge alla ragazzina e le chiede: "Dai, Giannina, fai sentire al signore come si dice Buon Giorno in algebra". (Mauroemme)

"Che scuola ha detto di aver frequentato, Signor Holmes?". "Elementare, Watson". (Mauroemme)

La maestra a scuola: "Pierino, puoi spiegarmi perché il tema che mi hai consegnato ieri e' identico a quello scritto da tuo fratello l'anno scorso?". "Semplice, signora maestra... abbiamo la stessa sorella!".

"Pierino, dimmi chi era Attila...". "Era un barbaro, signora maestra!". "Soltanto?". "E le pare poco???"

Pierino porta a casa la pagella. Il papa' chiede: "Allora, come e' andata in questo quadrimestre?". Pierino: "Bene, papa', come i moduli nel calcio: 4-4-2!". (Pino Campagna)

Un'insegnante cerca di rendere ai suoi scolari di 8 anni l'idea di come devono essersi trovati gli antichi Romani di fronte alla calata dei Barbari. "Provate ad immaginare. Cosa provereste se trovaste sul pianerottolo di casa qualcuno che veste in un modo che non avete mai visto, che parla una lingua strana, che sembra totalmente diverso da voi? Non sareste turbati?". "No di certo" risponde un ragazzino "penserei solo che mia sorella ha cambiato moroso!"

Lo scolaro e' uno studente affetto da malattia venerea? (Zap)

A scuola io ero un vero fuoriclasse. Per ogni sciocchezza mi mandavano dal preside! (Bilbo Baggins)

Professore: "Ragazzi, dov'e' l'entusiasmo?". Studente: "E' uscito un attimo". (da Smemoranda)

Studente: "Secondo me Canova faceva la statua in gesso e poi gli calava sopra il marmo. (da Smemoranda)

Professore: "Dimmi un sinonimo di 'to sleep' ". Studente: "To boxer". (da Smemoranda)

Pierino, tornando a casa: "Mamma, oggi il professore di matematica mi ha messo due!". La mamma, allarmata: "E tu cosa hai fatto?". Pierino, serafico: "Gliene ho dette quattro!"

Prof alla sua classe (consegnando la versione corretta di latino): "Voi traducete da una lingua sconosciuta a una ignota". (da Smemoranda)

Oggi i ragazzi vanno agli esami col videofonino e tutto va bene. Ai nostri tempi non potevi andare col telefono a scuola. Intanto si vedeva il filo... (Giuseppe Giacobazzi)

A scuola era sempre la solita storia: loro mi interrogavano, e io prendevo tre. Loro mi interrogavano nuovamente, e prendevo tre. A volte ero cosi' bravo che prendevo tre senza essere interrogato. Però sdrammatizzavo. Perché, sembra poco, ma io col tre sto. Perché la professoressa, essendo di mano, puo' sballare da un momento all'altro. E poi si sa che con il tre e con il quattro si sta. Perché il quattro porta sette. (Enrico Brignano)

E comunque a scuola ho sempre sdrammatizzato. Tanto è vero che all'esame di maturazione, quando la commissione m'ha chiesto: "Ehi tu! Quand'è che un organismo si puo' definire unicellulare?" io subito: "Quando c'ha un telefonino solo!". (Enrico Brignano)

Prof: "Qual era la frase di Re Sole?". Studente: "L'estate sono io". Prof: "See... e sua moglie era l'inverno". (da Smemoranda)

Con la nuova riforma Gelmini della scuola se uno parte in quarta puo' fare le elementari in due anni? (DrZap)

Sono sempre stato fissato con la legge. Del resto, sono figlio di un magistrato, e sono cresciuto con mio padre che, quando tornavo da scuola, mi diceva: "Come e' andato l'interrogatorio?". (Paolo Borraccetti)

Dopo la lettura della pagella il padre: "Una cosa è a tuo favore: con questi voti, non potresti barare". (Jacob Braude)

La maestra: "Pierino, parlami dei Galli!". Pierino: "I Galli erano gli antichi francesi. Scorazzarono un po' per l'Europa e poi furono distrutti...". La maestra: "E da chi?". Pierino: "Da Francesco Amadori!"

A scuola durante un compito di fisica: "Ho capito cosa ho sbagliato: ho scambiato il moto generale per una bici caporale!". (Matteo Morbio)

A scuola la professoressa di Arte: "Ragazzi, durante la lezione sfruttate al massimo la prof...". Alunno: "Ma come, dobbiamo alimentare la prostituzione?". (Matteo Morbio)

A scuola un alunno: "Prof, ma Catullo scrive in senso allegorico?". Prof: "No...". Alunno: "Ah per fortuna, perché 'La morte del passero'..." (Matteo Morbio)

A scuola il Prof: "Ragazzi, la dimostrazione è evidente?". Alunno: "Più che altro è evi...gengiva". (Matteo Morbio)

L'istruzione incomincia con la scuola elementare. Prima, però, c'è la scula materna, che è da considerarsi la vera e propria scuola di BASE. L'insegnante, detta TATA (o DADA), è in grado di riconoscere qualsiasi bambino sentendone il nome: TATA (o DADA) BASE. (Renato Reggiani)

Ricordate i problemi di matematica del liceo? Se A taglia un tronco in due ore, e B in un'ora, e C in mezz'ora, perché non far fare tutto il lavoro a C? (Norm Crosby)

"Pierino, dimmi l'imperfetto di camminare". "Io zoppicavo, tu zoppicavi, egli zoppicava...". (DrZap)

A scuola in matematica non andavo molto bene, ma in compenso ero assai bravo in itagliano! (Bilbo Baggins)

A scuola ero forte in geografia, e ancora oggi ricordo che le bellezze naturali delle pianure siberiane sono la tundra, la figa, e la taiga! (Bilbo Baggins)

A scuola nell'ora di musica si suonava soltanto il flauto. Così io tornavo sempre a casa con le pive nel sacco! (Bilbo Baggins)

A scuola più che altro si studiava le ragazze! (Bilbo Baggins)

A scuola per essere promossi studiavamo i professori! (Bilbo Baggins)

A scuola in latino ero in grado di parlare solo della rosa! (Bilbo Baggins)

A scuola in greco riuscivo solo a ballare quasi come Zorba! (Bilbo Baggins)

A scuola col mio inglese non sarei riuscito neanche a chiedere una pizza e una coca! (Bilbo Baggins)

A scuola col francese riuscivo a farmi capire solo parlando in dialetto romagnolo! (Bilbo Baggins)

A scuola la storia, sia antica che moderna, non m'interessava affatto. Già allora io non amavo spettegolare! (Bilbo Baggins)

A scuola andavo male in religione, ma grazie a Dio venivo promosso lo stesso! (Bilbo Baggins)

A scuola parlavo spesso di chimica. Ogni volta che mi chiamavano per essere interrogato io rispondevo:"chi..? mica io...?" (Bilbo Baggins)

A scuola a pallacanestro giocavo malissimo. Solo dopo alcuni anni ho realizzato che il gioco che facevamo non era "palla avvelenata"! (Bilbo Baggins)

A scuola durante l'educazione sessuale non riuscivo a stare sveglio. La lezione era noiosa perché tutta teoria e niente pratica! (Bilbo Baggins)

A scuola ero timido, e agli esami esitavo ed ero lento a rispondere. Purtroppo il solo esame in cui sono andato forte è stato quello di guida! (Bilbo Baggins)

A scuola all'inizio delle elementari io ero il migliore a fare le aste. Poi quando i miei compagni si resero conto di quanto ero bravo, per disperazione rinunciarono, e quindi ripiegarono su materie meno impegnative, come matematica e geografia! (Bilbo Baggins)

A scuola usavamo ancora calamaio e pennino, e la mia calligrafia era talmente brutta e piena di sgorbi, che la maestra valutava i miei compiti solo per il loro valore estetico, come esempi di rappresentazioni d'arte moderna! (Bilbo Baggins)

A scuola facevo l'ora di religione ed ero un sincero credente. Credevo che se avessero scoperto come la pensavo avrei avuto un pessimo giudizio! (Bilbo Baggins)

A scuola io ero l'unico ad essere talmente sfigato da farmi veramente mangiare il compito da un cane! (Bilbo Baggins)

A scuola quando c'era un allarme antincendio i miei compagni per prima cosa pensavano alla mia sicurezza. Loro non fuggivano mai senza avermi prima legato al banco in modo sicuro! (Bilbo Baggins)

A scuola ero magrolino, e gli unici che sarei stato in grado di picchiare avevano gli occhiali, ma per paura di ferirmi le nocche delle mani coi frammenti di lente non potevo colpirli. Così alla fine mi scocciai e misi gli occhiali anch'io! (Bilbo Baggins)

A scuola io ero importante e mi sentivo qualcuno. Alla fine della lezione la maestra chiedeva sempre se qualcuno non aveva capito, e quello ero io! (Bilbo Baggins)

A scuola all'inizio seguivo con attenzione la lezione di latino, ma poi compresi che si parlava solo di giardinaggio e di rose, e da allora smisi del tutto d'ascoltare! (Bilbo Baggins)

A scuola iniziarono ad insegnarci educazione civica, ma con la stessa circospezione, e il medesimo sconforto, con cui un missionario potrebbe cercare di convertire dei feroci cannibali! (Bilbo Baggins)

A scuola ero talmente bravo, che gli altri prendevano dei normali sei o sette, e io invece quasi sempre delle "a"; proprio come l'iniziale di asino! (Bilbo Baggins)

A scuola come merenda mi portavo da casa un frutto, o pane e formaggio. Immagino che nelle scuole di oggi sarei bocciato in merendologia! (Bilbo Baggins)

A scuola ho cominciato a pormi seriamente il problema del mio posto nella vita. Nel mio banco c'era un chiodo sporgente che mi strappava tutti i calzoni! (Bilbo Baggins)

TEMA: "L'otto marzo". Svolgimento: L'otto marzo, l'otto un quarto faccio colazione, l'otto e mezzo sono a scuola. (Il bambino Simone ovvero Giorgio Panariello)

TEMA: "La Festa del papa'". Svolgimento: La Festa del papa' e' quando non c'e' la mi mamma. (Il bambino Simone ovvero Giorgio Panariello)

Tema in classe: "Un argomento a scelta descritto con non piu' di cento parole". Svolgimento di Pierino: "Ieri mia madre e' tornata a casa con un vestito nuovo (le altre 89 parole le ha dette mio padre)".

Professore: "Se non la smetti di chiamarmi prof, d'ora in poi io ti chiamero' stud".

Io ho imparato molto prima a scrivere che a leggere, tanto che i primi tempi era tutto un chiedermi cosa diavolo scrivessi. (Paolo Giorgi)

"Pierino" - chiede la maestra in tono sarcastico - "puoi spiegarmi perché il tema che mi hai consegnato ieri e' identico a quello scritto da tuo fratello l'anno scorso?". "Semplice, signora maestra ... abbiamo la stessa sorella!"

"Alla fine dell'anno scolastico - dichiara l'arcigna professoressa - lascero' a qualcuno un brutto ricordo!". Una voce dal fondo classe: "La sua foto?"

Raccontavano di esami che sembravano scenette del varietà. Domanda: "Quanti tipi di verbi ci sono?". Risposta: "Due: maschili e femminili". "Mi dica un verbo femminile". "Partorire". (Enzo Biagi)

Sessuologo: "Ho assistito a ben 6 parti". Alunno: "Parti... con la I o con la Y?".

Assillo: scuola materna sarda.

Il Prof. (calvo), dopo la consegna delle verifiche: "Non posso nemmeno mettermi le mani nei capelli... " (da Comix)

Prof: "Chi mi sa fare un esempio di iato?". L'alunno I.: "Annoiato!". (da Comix)

Prof.: "Che cos'è il passo del San Bernardo, C.?". C.: "È un cavallo!". Prof.: "Un cavallo?! R., per favore, diglielo tu cos'è...". R.: "Ma quale cavallo!! È un cane!". Prof.: "Ragazzi... ma siamo arrivati alla dissoluzione del cervello?!" (da Comix)

La prof ad uno studente a scuola: "Dimmi: qual è la tua utilità in questo ecosistema?". (da Comix)

Il prof a scuola: "Quando azzeccate una risposta siete pregati di non fare la ola". (da Comix)

In classe fa molto caldo e un compagno, non sopportando il caldo, incomincia a muoversi in maniera strana in cerca di un qualche sollievo. Il prof lo vede e fa: "Se hai caldo posizionati in stile iguana!". (da Comix)

La prof di latino, (vecchia quanto la lingua), dice ai ragazzi: "Alzate la voce, che oggi non ci sento; mi sono dimenticata gli occhiali". (da Comix)

La prof. di musica domanda agli alunni: "Avete studiato?". E l'alunno A: "Aspetti prof, devo chiedere al mio cervello... Cervello?! Cervello, ci sei? Ho bisogno di te! Abbiamo studiato oggi???". E il cervello (l'alunno del banco dietro): "Risponde la segreteria telefonica del cervello di A; in questo momento non sono in casa, riprovare più tardi!". E l'alunno A, abbandonato dal compare, risponde alla prof: "Bho, può esse'!!!". (da Comix)

Finalmente una donna a capo della scuola italiana. Ha gia' annunciato che sviluppera' maggiormente l'insegnamento dell'educazione sessuale. Insomma, finalmente un ministro della pubica istruzione. (Mauroemme)

I miei problemi sono iniziati con la prima educazione. Andavo in una scuola per insegnanti disagiati. (Woody Allen)

Tema: Il mio migliore amico. Svolgimento: Christian. (Tema vero di un bambino di 4a elementare)

Tema: Come hai passato le vacanze di Natale. Svolgimento: Bene. (Tema vero di un bambino di 4a elementare)

Insegnante: "Oggi sono molto rigida!". Pierino: "...E io no?!". (dal film "Pierino torna a scuola" di Mariano Laurenti)

"In quale battaglia morì l'ammiraglio Nelson?" "Sicuramente nell'ultima!" (da "Pierino torna a scuola")

A scuola, la maestra: "Pierino, dove si trova l'Elba?". Pierino: "Nel plato, signora maestra!"

A scuola la maestra: "Pierino, guarda questa immagine: chi e' questa donna sulla catasta di legno?". Pierino: "E' Giovanna d'Arco, signora maestra". "Sei sicuro, Pierino?". "Sì, e' la mia risposta definitiva, e la accendiamo!!"

Pierino rientra a casa dopo la scuola. "Pierino, come sei andato oggi a scuola?". "Benissimo mamma, oggi mi hanno dato un passaggio!". (Dr. ICE)

A scuola, la maestra: "Pierino, la carne di balena si mangia?". "Certo, signora maestra!". "E le ossa?". "Si mettono da parte"

La maestra rimprovera Pierino: "Pierino, vergognati, sei il disonore della classe! Io, alla tua età, sapevo leggere, scrivere e fare i conti; tu, invece, non sei capace di fare niente!". E Pierino: "Si vede che lei aveva una brava maestra!".

La maestra domanda: "Bambini, sapete che cosa vuol dire il termine 'cacofonia'?". E Pierino risponde: "E' il rumore che fa uno quando sta nel cesso!!"

La maestra chiede a Pierino: "Dimmi il nome di un animale feroce". Pierino risponde: "Il leone, signora maestra!". "Bravo Pierino!!!! E piu' feroce ancora?", insiste la maestra. Pierino pensa e poi tutto contento risponde: "Il leone ARRABBIATO!".

A scuola ero un vero fuoriclasse. Mi mandavano sempre dal preside per essere punito! (Bilbo Baggins)

Da giovane avrei volentieri marinato la scuola, ma dove trovare tutto quell'aceto? (Bilbo Baggins)

Un insegnante di catechismo sta spiegando i Dieci Comandamenti a bambini di 5 e 6 anni. Mentre sta spiegando il comandamento "Onora tuo padre e tua madre", chiede: "Ce n'e' uno che ci insegna come si trattano i nostri fratelli e sorelle?". Senza batter ciglio, un bimbo risponde prontamente: "Si', NON UCCIDERE!".

A scuola: "I nostri insegnanti sono degli incapaci!". "Non e' vero ... a me mi anno imparato tanto!"

Interrogazione di fisica. L'insegnante: "Pierino, enunciami il principio di Archimede!". Pierino: "Non me lo ricordo, prof !". L'insegnante: "Dai, ti aiuto ... Inizia così: Un corpo immerso
in un liquido ... ". Pierino: "Ah, si', certo: Un corpo immerso in un liquido ... e' meglio che sappia nuotare!".

Interrogazione. La maestra chiede: "Pierino, qual e' la differenza tra la seconda guerra mondiale e la guerra fredda?". Pierino: "Semplice, signora maestra, la guerra fredda la fecero con guanti, sciarpe e cappotti!"

Io alle elementari non sono mai stato messo dietro alla lavagna. Forse perché era fissata al muro. (Bilbo Baggins)

A scuola. L'insegnante interroga Pierino: "Pierino, conosci qualche frase latina che si usa anche in italiano?". Pierino: "Si', per esempio DE GUSTIBUS NON DISPUTANDUM EST!". L'insegnante: "Qualcun'altra?". Pierino: "Mmmm... MELIUS ABUNDARE QUAM DEFICERE". L'insegnante: "Bravo... Qualcun'altra?". Pierino: "Mmmm... MAGNUM MANDORLE!". (Ottovolante)

"Gentili signori. La giustificazione per l'assenza di ieri di vostro figlio che sembra firmata da voi la seguente:"...per causa meteorologica..." alla mia richiesta di spiegazioni vostro figlio ha detto: "C'era il sole e sono andato al mare".

Ero sempre in ritardo a scuola, a causa dei fumetti. Facevo tardi a scuola e allora successe che, a forza di far tardi, dovetti frequentare la scuola serale di mattina all'alba. (Jerry Lewis)(in "Artisti e modelle")

La maestra: "Pierino, in quante parti si divide il cranio?". Pierino: "Come, in quante parti si divide il cranio? Dipende dal colpo!!"

Un vassoio carico di belle mele succose spicca su di un tavolo, dove i bimbi sono in fila. Una maestra ha messo un biglietto vicino alle mele con scritto: "Prendetene solo una e ricordate: Dio vi guarda!". Dopo il tavolo con le mele, ce n'e' uno con una pila di barrette al cioccolato con vicino un altro biglietto, scritto con grafia infantile: "Prendetene quanti ne volete: Dio sta guardando le mele!". (Fashanu)

Maestra: "Pierino, vai al mappamondo e mostrami l'America!". Pierino: "Eccola, signora Maestra!". Maestra: "Giusto! Bravo Pierino, vai pure al posto!". Maestra: "Ora, ragazzi, vediamo... vediamo... chi ha scoperto l'America ?". Classe in coro: "Pierino!". (Jammin')

"Pierino, quest'anno farai la seconda e imparerai a conoscere Giulio Cesare, e Dante, e Napoleone e Colombo". "Tutti ripetenti, signora maestra?". (Bilbo Baggins)

"Pierino, che cattive maniere hai. Ma a scuola non t'insegnano l'educazione?". "Ci mancherebbe anche questa, con tutte le materie del cazzo che abbiamo già da studiare!". (Bilbo Baggins)

"Pierino, dimmi il nome di un celebre scopritore!". "Lei signore! Mi scopre sempre, quando non ho fatto i compiti!". (Bilbo Baggins)

"Pierino, come va la scuola?". "A tempo di valzer: un- due- tre, un- due- tre!". (Bilbo Baggins)

"Pierino, cosa avevi oggi nella prima ora di scuola?". "Sonno, mamma! Tanto sonno". (Bilbo Baggins)

"Pierino, che cosa hai avuto oggi nell'ultima ora di scuola?". "Fame, mamma! Tanta fame". (Bilbo Baggins)

"Pierino, perché saluti la sveglia?". "Perché la maestra mi ha ordinato di rispettare l'orario!". (Bilbo Baggins)

"Pierino, su cosa ti sei preparato per l'interrogazione d'oggi?". "Sul divano del salotto, signora maestra!". (Bilbo Baggins)

"Pierino, sei forte in geografia?". "Sì, mamma. Alzo il mappamondo anche con una mano sola!". (Bilbo Baggins)

Tema in classe d'italiano: "La voce della natura". Svolgimento di Pierino: "Chicchirichì, muuh, cip cip, miao, bau bau, pio pio". (Bilbo Baggins)

"Pierino, perché invece di parlare col tuo compagno non cerchi di imparare l'aritmetica? "Ma signora maestra, noi stavamo appunto parlando del più e del meno!"

"Pierino, sai a cosa serve l'albero maestro della nave?". "Ad annoiare i marinai, signora maestra!"

"Pierino, non voglio che giochi a pallone, devi stare in casa a studiare l'inglese". "Ma mamma, oggi l'inglese s'impara giocando. Football, corner, offside, goal.. "

"Pierino, cosa ci fai sul mio albero di pere?". "Le faccio un favore signore! Una pera era caduta e io cerco di riattaccarla."

"Pierino, com'è andata oggi a scuola?". "Oh babbo, a tavola è meglio che parliamo di cose allegre!"

"Pierino, com'è andato il tuo compito in classe?". "Male mamma. Avevo il torcicollo e non ho potuto copiare da quello di dietro!"

"Pierino, perché sei tanto triste?". "Perché ho passato l'estate a prendere il sole, e ancora la maestra afferma che non sono abbastanza maturo!"

"Mio padre ha detto a un professore che a scuola dovremmo imparare l'arte di vivere...". "Cosa gli ha risposto?". "Che non ci sono i laboratori". (Luca Novelli) (nella striscia 'Il Laureato')

Da una nota di un professore a scuola: Allontano Russo e Marino, perché durante l'ora di Storia hanno ripetutamente ingiuriato il compagno Giuseppe Di Giuseppe, chiamandolo Pinot di Pinot.

Pierino: "Io e'...". Maestra: "No, Pierino, si dice: 'Io sono' ". Pierino: "Ah, ok. Io sono il quinto satellite di Giove".

Un bambino al ritorno da scuola confessa al padre: "Ho preso tre all'interrogazione". "E come mai ?". E il bambino: "Non ho risposto ad una domanda difficile: la maestra mi ha chiesto il nome di Volta". "Ma come, non lo sapevi ?". "No, perché te lo sai ?". "Ma certo, chi non lo conosce...". "E qual e' ?". "GIONTRA!!".

A scuola, la maestra chiede a turno a ogni bimbo il verso di un aminale. "Daniele, che verso fa la mucca??". "Muuu Muuu". "Alice, che verso fa il gatto??". "Miaooo Miaoooo". "Giacomino, che verso fa la pecora??". "Beeeee Beeee". "Pierino, che verso fa il topo??". "Fa... CLICK!"

"Se in questa classe c'e' qualche idiota si alzi in piedi" fa la maestra con tono sarcastico alla classe. Dopo un lungo silenzio, Pierino si alza. "Bene, Pierino, dimmi perché tu ti consideri un idiota??". "Sinceramente non penso di esserlo" dice lui "ma non mi piaceva che lei fosse in piedi tutta sola..."

"Signor maestro! Caccia si scrive con doppia C?". "Si' doppia! Anzi doppietta!". Pierino: "Che bella battuta!". "E' semplice: e' una battuta di caccia!"

In via di approvazione il disegno di legge che rendera' uguali le scuole private e quelle pubbliche. Si', uguali nel senso che gli studenti, una volta terminati gli studi, avranno tutti uguale probabilita' di rimanere disoccupati. (Pippo Franco)

Ho avuto un'istruzione terribile. Frequentavo una scuola per insegnanti emozionalmente disturbati. (Woody Allen) (I had a terrible education. I attended a school for emotionally disturbed teachers).

Colmo per una maestra: insegnare in un'aula senza mura maestre.

La scuola è come il cesso: ogni tanto bisogna andarci no?

Mio padre mi diceva sempre: "Rocco, tu vai fino alle Medie, poi da lì chiedi". (Rocco Barbaro)

Mio figlio è molto intelligente. Da quando gli hanno detto che scuola si scrive senza q scrive sempre suola. (Michele Leoni)

Piperita Patty alla maestra: "Sa cosa diceva Oscar Wilde, signora? Diceva: nulla d'importante può venir insegnato. Niente di personale, signora... Continui pure". (Charles M. Schulz)

Piperita Patty è interrogata. "La risposta? Sì, signora... insomma, no signora... Quale pagina? Oggi? No, signora... Dove? Come, chi? Eh? Mi fa un favore, signora? Faccia di nuovo l'appello per vedere se sono presente!". (Charles M. Schulz)

A scuola non sono mai stato il clown della classe, piu' che altro il trapezista di classe, visto che mi sospendevano per la maggior parte del tempo. (Emo Philips)

A scuola: "Pierino, fammi un esempio di trapassato remoto". "Bah, uno tra i tanti, Giulio Cesare". (philotto)


Note Disciplinari sul Registro      Giustificazioni e giustifiche scolastiche      Aforismi e battute sulla scuola

 

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Indice Aforismi        Indice Barzellette        Indice Generale        Home Page

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

daimonew.jpg (8097 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

     Copyleft © 1997 - 2020  by  WWW.DAIMON.ORG  and  CARL WILLIAM BROWN

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Daimonecobanner.gif (22169 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

 colorfrec1.gif (483 byte) DaimonClub  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonPeople  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonArts  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonNews  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonMagik
 colorfrec1.gif (483 byte) DaimonGuide  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonLibrary  colorfrec1.gif (483 byte) C.W. Brown  colorfrec1.gif (483 byte) Links Exchange  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonHumor

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

dcshobanmov.gif (14871 byte)

Daimbanlink.jpg (8751 byte)

website tracking