AFORISMI SULLA FAMIGLIA

Sponsored Links and Publicity


 

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Sponsored Links and Publicity

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

TR00260A.gif (2515 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Ricerca personalizzata

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Indice Aforismi        Indice Barzellette        Indice Generale        Home Page

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Sponsored Links and Publicity

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Le cose cambiano, il tempo passa e mi sono fatto una nuova famiglia. Vi ricordate mio figlio Alcatraz, il condor? Ormai e' sistemato, ha seguito le orme del padre: non fa un cazzo. Con la mia nuova famiglia ho tre figli: Thomas, Nicholas e Giuseppes, per coerenza. (Antonio Albanese).

Noi nella mia famiglia lavoriamo tutti. Da generazioni. Mio nonno ha fatto il capannone piccolo, mio padre il capannone grande, io il capannone grandissimo. Mio figlio si droga. (Antonio Albanese)

Io non sono mai stato il preferito dei miei genitori. Ed ero figlio unico. (Gianni Palladino)

Come è gentile per essere una parente: sembra un'estranea! (Toto')

Il Bestia abitava in una casetta piccolissima e stava stretto. Poi ha avuto un colpo di fortuna: ha vinto alla lotteria e ha comprato una casa di 200 metri quadri. Allora ha detto alla moglie: "Adesso possiamo fare un figlio". Gli e' nato un figlio di 200 metri quadri ed e' stretto ancora adesso! (Francesco Salvi)

Non ho mai avuto molti rapporti con mio papa': lui preferiva le donne... Pero' mi voleva bene. Quando voleva parlarmi mi diceva sempre: "Ascolta, cretino!". Non ho mai capito perche' mi chiamava "Ascolta". Ma quando si hanno tanti figli non si puo' dar retta a tutti. Meno male che sia io sia i miei fratelli siamo tutti figli unici: nel loro genere. Ci chiamiamo tutti Mino, Lino, Gino, Pino, Rino, Vino, Sino, Zino, Bino, Cino, Rino secondo estratto, Dino, Fino, Qino (gli piace disegnare fumetti), Tino e io. (Francesco Salvi, "Una strana famiglia")

"Caro, il dottore mi ha prescritto due mesi di mare e due di montagna. Dove mi porti prima?". "Da un altro medico". (Calendario di Frate Indovino)

Quando io ero un ragazzo, comandavano i padri. Ora che io sono un padre, comandano i figli. Ma a me non tocca mai? (Pino Caruso)

"Suo figlio dice le parolacce". "Ma dove cazzo le impara?". (Luisca)

La mia famiglia e` composta da mio padre, mia madre e me. Io sono il piu` giovane. (Jean Charles)

Solo a Hollywood capita di ascoltare dialoghi familiari di questo tipo: "Caro, i miei figli e i tuoi figli hanno picchiato i nostri figli!".

Quand'ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte. Ma io sono sempre riuscito a trovarli. (Woody Allen)

Solo i creditori e i parenti suonano alla porta con impeto Wagneriano. (Oscar Wilde in "L'importanza di chiamarsi Ernesto")

Prenditi la tua rivincita! Vivi abbastanza a lungo da essere un problema per i tuoi figli!

 Johanna al pestilenziale figlio Gerolamo: "Se continui cosi' piovono botte". E Gerolamo: "Bene, vado a mettere l'impermeabile". (Jean Charles)

Mamma, se diventi sorda devo dirti lo stesso 'per favore'? (Jean Charles)

Quando avevo 14 anni, mi stupivo di come i miei genitori fossero ignoranti. Quando ne ebbi 21, mi stupii di quanto avessero imparato in 7 anni. (Mark Twain)

Non alzare mai le mani sui tuoi figli. Lasceresti il tuo inguine senza protezione. (Red Buttons)

Cosa fanno tante persone in una cinquecento dietro a un carro funebre? I parenti stretti.

I genitori moderni non menano mai i propri figli se non per legittima difesa. (Jean-Luc Michel)

Mia madre non vide mai l'ironia nel chiamarmi figlio-di-puttana. (Richard Jeni) (Jack Nicholson)

Tutto ciò che un figlio può ragionevolmente aspettarsi da suo padre è che sia almeno presente all'atto del concepimento. (Joe Orton)

Quando ero piccolo i miei genitori litigavano in continuazione, dalla mattina alla sera. Fino a 7 anni sono stato convinto di chiamarmi "tuo figlio". (Sergio Viglianese)

Sono figlio di genitori separati. Mio papà se n'è andato di casa che io non ero ancora nato. Mia mamma anche. Sono nato da solo. Non c'era nessuno in casa. E suonava anche il telefono. Ero io: controllavo se l'indirizzo era quello giusto. (Francesco Salvi)

I miei genitori mi odiavano. Come giocattoli da bagno avevo una radio e un tostapane. (Rodney Dangerfield)

Una volta mi ero perso, ho visto un poliziotto e gli ho chiesto di aiutarmi a ritrovare i miei genitori. Gli ho domandato se pensava che li avremmo mai trovati. "Non lo so, ragazzo, ci sono così tanti posti dove possono nascondersi". (Rodney Dangerfield)

Quand'ero piccolo i miei genitori traslocavano spesso, ma io li trovavo sempre. (Rodney Dangerfield)

Una volta io dissi a mio padre che mi sentivo solo. Lui mi guardò e mi disse: "Chi sei?". (Valerio Peretti Cucchi)

 Per farmi addormentare mio padre mi lanciava in aria. Purtroppo non era mai la' quando tornavo giu'. (Robin Williams)

Fra amici. "Giovanni, e' vero che in casa tua sei tu a lavare i piatti?". "Si', lavo i piatti, pulisco i pavimenti, i vetri, le piastrelle, tutto". "E tua moglie?". "No, lei si lava da se' ".

"Sono nata col parto indolore, mamma?". "Si'. Ne approfitto per ricordarti che e' l'unica soddisfazione che mi hai dato, a tutt'oggi". (Altan)

"Non son degno di te, babbo". "Allora sei proprio l'ultima delle merde". (Altan)

La prima meta' della vita e' rovinata dai genitori, e la seconda meta' dai figli. (Clarence Darrow)

Evviva: esclamazione usata quando ci si accorge che la nonna e' viva. (Riccardo Cassini)

Il primo terzo della vita e' rovinato dai genitori. Il seconda terzo dai figli. E il terzo terzo dai nipoti.

La ricchezza dei poveri e' rappresentata dai loro figli, quella dei ricchi dai loro genitori. (Massimo Troisi)

I giovani all'inizio amano i loro genitori, poi crescendo li giudicano e qualche volta li perdonano. (Oscar Wilde)

Dietro la frase: 'Mio figlio e' un piccolo genio' c'e' sempre un genitore idiota. (Ivan Della Mea)

Un neopadre e' nella sala d'attesa del reparto maternita' che aspetta fremente. Arriva una infermiera tutta sorridente che porta in braccio due bei gemellini. L'uomo li guarda un po' in silenzio poi fa: "OK! Prendo questo a destra!"

Un uomo spiega ad un amico di avere un modo sicuro per far addormentare il suo bambino: "Non faccio altro che buttarlo in aria e riprenderlo al volo". "E funziona?". "Certo". "E pensi che funzionerebbe anche con mio figlio?". "Sicuro. Se anche tu hai i soffitti bassi !!!"

Il coniato e' una parente che lavora alla Zecca? (Zap)

La tua famiglia e' felice? Oppure tu la sera rincasi? (Henny Youngman)

Ultimamente mia moglie non riusciva più ad accontentarmi. Così ho sperimentato sua sorella, che mi si era gentilmente offerta. Ma purtroppo si è rivelata piuttosto goffa e impacciata. Allora sono andato da mia suocera e le ho francamente confessato i miei bisogni di vero maschio. Lei sorridendo si è detta disposta a soddisfarmi, e devo dire che delle tre era certo la migliore. Così ho iniziato ad abusare di lei per interi pomeriggi, ma essendo un poco anziana mi pareva si stancasse troppo. Infine ho finalmente trovato una puttana ormai in pensione, vecchia ma molto esperta. Viene a casa mia due volte la settimana e per pochi soldi stira alla perfezione tutte le mie camicie. (Bilbo Baggins)

I miei genitori ci mettevano a letto lanciandoci in aria. Certo, perché il sistema funzioni ci vogliono dei soffitti bassi. (Slartibartfast)

Stavo parlando con un'amica che ha dei bambini: "E se il figlio a cui avrò dedicato la mia vita, crescendo mi odierà e mi incolperà di tutto ciò di sbagliato gli accadrà nella vita?". E lei mi ha chiesto, "cosa intendi dire con 'se'?"

Una mamma dice al figlio che sta per uscire: "Mettiti qualcosa di pesante addosso !". E il ragazzo: "Si', ora mi metto la lavatrice sulle spalle..."

La giovane sposa dice al marito: "Caro, so che non è colpa tua se non trovi lavoro, però io mi vergogno". "E perché ti vergogni amore?". "Perché viviamo alle spalle della mia famiglia. Mio padre ci paga l'affitto, mamma fa la spesa per noi, mia sorella ci compra i vestiti, e la zia ci ha regalato l'automobile". "Hai ragione, amore, e sai cosa significa questo?". "Che anche tu hai dei rimorsi?". "No! Significa che quel balordo di tuo fratello, non ha mai fatto niente per noi". (Bilbo Baggins)

Spine letali, spine pungenti / tali sono le zie e le parenti. (Leonardo Sinisgalli)

Non giudicare le persone dai loro parenti. (Don't judge people by their relatives)

Non bisogna avere bambini, solo nipoti. (Never have children, only grandchildren) (Gore Vidal)

Altro divario tra noi, l'età. Ma questo non è un ostacolo. Anzi, mi consenti di parlarti come un padre. Dimmi: non senti un prepotente istinto incestuoso? (Groucho di Dylan Dog)

Sono la pecora nera della famiglia. Mio padre era lo zio Tom, sai, quello dello capanna. (Groucho di Dylan Dog)

Anche papà non ci stava tanto con la testa. A un certo punto era fissato che la mamma volesse avvelenarlo. Povero papà! Ricorderò sempre le sue ultime parole: "Questo caffè ha uno strano sapore..." (Groucho di Dylan Dog)

Ebbene, devo dire la verità, non mi fido molto a lasciare soli mia figlia e il suo fidanzato. Ieri sera io e mia moglie li stavamo spiando dalla porta del salotto e a un certo punto io dissi incazzato: "Altri dieci minuti e vado di là a dirgli che se ne vada!" E mia moglie, calma: "Su, su, ricordarti di quando eravamo noi fidanzati". Ho riflettuto un attimo, poi ho detto: "Ah, allora è meglio che vada a dirglielo subito!". (Mauroemme)

"Papà, mi fai l'esercizio di matematica?". "No, figliolo, non sarebbe giusto". "Potresti almeno provare!!"

Ogni donna che non trova il marito ideale si vendica allevando dei pessimi figli!

Non sono mai stato il preferito di mia mamma, e sono figlio unico. Un giorno le ho chiesto: "Mamma, sono stato adottato?". Mi ha risposto: "Non ancora, ma abbiamo messo un annuncio". (Aldo Colombini)

La figlia: "Mamma, perché il babbo lavora mentre noi siamo in vacanza?". La madre: "Perché così dopo può rinfacciarmelo". (Altan)

Il figlio: "Babbo, da grande vendero' l'anima al diavolo, cosi' divento immortale". Il padre: "E cosi' passi l'eternita' in un ricovero dei vecchi". (Altan)

Un bambino ad una bambina: "Ce l'hai il babbo?". Lei: "Si', lo vuoi?". (Altan)

Mia madre e mia sorella sono inseparabili: un insolito caso di madre e figlia siamesi. (Paolo Burini)

Proprio non so cosa fare con quel disgraziato di mio figlio. Droga, traffico d’armi, sfruttamento della prostituzione. Queste cose è ora che le impari. (Paolo Burini)

Non sopporto quelle madri che per ricordo tengono il cordone ombelicale o ciocche di capelli dei propri figli. Lo trovo disgustoso. Io di mia figlia conservo solo l’imene. (Paolo Burini)

"Senti, ma i tuoi genitori erano severi?". "Si', mio padre mi picchiava sempre con la cintura!". "Invece mia madre mi picchiava col battipanni. Ma quello non era niente, perche' a un certo punto e' passata al Folletto ...". (Marco Terenzi)

"Ieri mio padre mi ha detto chiaro e tondo che se non voglio piu' studiare dovro' andare subito a lavorare". "E tu cosa gli hai risposto?". "Che ci studiero' sopra". (da "La Settimana Enigmistica")

Alf (leggendo un libro): "Qui dice che il numero ideale dei bambini e' uno e mezzo! Quanti eravate voi in famiglia?". Sandy: "Solo mio fratello ed io". Alf: "Perfetto! Il numero ideale!". (da "Dropouts") (Howard Post)

Da piccolo ero un bambino molto impegnato. Pero' appena i miei genitori potevano permetterselo, venivano al Monte di Pieta' a riprendermi! (Bilbo Baggins)

Inserzione giornalistica: Ragazza madre cerca ragazzo padre per fare insieme ragazzo figlio.

Inserzione giornalistica: Famiglia con le idee confuse cerca collaboratrice domestica che gliele metta in ordine.

La mia è una famiglia allargata. Mia suocera da sola arriva a centoventi chili! (Bilbo Baggins)

"Qual è il suo problema più grave?". "Il fatto che i miei genitori non mi hanno mai amato". "Come fa ad esserne certo?". "Alla mia nascita si sono fatti indennizzare per l'assicurazione contro la grandine". (Woody Allen)

La madre di Woody Allen: "La mia gioventù è stata senza tutto un seguito di traumi emotivi. Sì, caro, tu sei stato un bambino prematuro. Sei arrivato durante la mia vita terrena". (Woody Allen)

Vedendo mio fratello che si sposa, ripenso alla nostra infanzia, e a mia madre che ha sempre preferito lui fin da quando eravamo piccoli. Quando è nato lui, mia madre ha detto: "E' un dono di Dio". Quando sono nato io: "E' un errore della Madonna!". (Leonardo Manera)

Vi presento un semplice giochetto cui siete invitati ad unirvi. Scegliete un personaggio famoso, e immaginate cosa la mamma usasse dirgli da
piccolo. Io ho pensato a queste!
«-»«-»«-»«-»«-»«-»«-»«-»«-»«-»«-»«-»«-»-»«-»«-»«-»«-»«-»«-»«-»«-
Trenta mamme
- La mamma di Molotov diceva al suo bambino: "Lascia stare la bottiglia!"
- La mamma di Dante diceva al suo bambino: "Inutile che fai la commedia, non sei malato e a scuola ci vai!"
- La mamma di Pietro Micca diceva al suo bambino: "Se aiuti il duca di Savoia nella sua guerra ai francesi, farai una carriera esplosiva!"
- La mamma di Ulisse diceva al suo bambino: "Non perder tempo a bighellonare e torna presto a casa!"
- La mamma di Zamenhof diceva al suo bambino: "E spero tanto che un giorno riuscirò a capire cosa dici!"
- La mamma di Schliemann diceva al suo bambino: "Sposa una brava ragazza e lascia perdere le troie!"
- La mamma di Gesù diceva al suo bambino: "Devi studiare di più. Quest'anno sei stato promosso per miracolo!"
- La mamma di Icaro diceva al suo bambino: "Hai la testa tra le nuvole!"
- La mamma di Galvani diceva al suo bambino: "Le rane servivano per la cena!"
- La mamma di Morse diceva al suo bambino: "Ti esprimi in maniera incomprensibile!"
- La mamma di Sansone diceva al suo bambino: "Vatti a far tagliare quei capelli lunghi, che così mi sembri un barbone!"
- La mamma di Pavlov diceva al suo bambino: "Ficcati in testa che quando suono la campanella tu devi venire a cena!"
- La mamma di Marco Polo diceva al suo bambino: "Gioca pure coi tuoi amichetti, ma bada di non allontanarti troppo!"
- La mamma di Matusalemme diceva al suo bambino: "Copriti bene, che sei cagionevole di salute !"
- La mamma di Berlusconi diceva al suo bambino: "No che non puoi avere una televisione tutta tua!"
- La mamma di Fidel Castro diceva al suo bambino: "I sigari saranno la tua rovina!"
- La mamma di Hitler diceva al suo bambino: "Attento, che se sei troppo buono... poi la gente se n'approfitta!"
- La mamma di Freud diceva al suo bambino: "Tu vivi in un mondo di sogni!"
- La mamma di Edipo diceva al suo bambino: "Sarai il conforto della mia vecchiaia!"
- La mamma di Godot diceva al suo bambino: "Non ci sei mai quando ho bisogno di te!"
- La mamma di Robinson Crosue diceva al suo bambino: "A volte sospetto che ti manchi un venerdì!"
- La mamma di Samuele diceva al suo bambino: "Sei così carino che ti ammazzerei di baci!"
- La mamma di Lucrezia Borgia diceva alla sua bambina: "Quei funghi che hai raccolto avevano uno strano sapore!"
- La mamma di Carlo Martello diceva al suo bambino: "Che testa dura che hai!"
- La mamma di Cicerone diceva al suo bambino: "Le chiacchiere stanno a zero, contano solo i fatti!"
- La mamma di Dracone diceva al suo bambino: "Figlio mio, tu sei troppo accondiscendente!"
- La mamma di Filippo il Bello diceva al suo bambino: "Hai preso tu la mia cipria?"
- La mamma di Giugurta diceva al suo bambino: "Attento agli strozzini!"
- La mamma di Emilio Lepido diceva al suo bambino: "Prevedo che farai molta strada!"
- La mamma di Einstein diceva al suo bambino: "Sei relativamente intelligente!".
- La mamma di Washington diceva al suo bambino: "Possedere schiavi va bene, ma se dici una bugia vai all'inferno!"
- La mamma di Pipino il Breve diceva al suo bambino: "Non piangere sciocchino, non importa quanto è grosso, ma come lo usi!"
(Bilbo Baggins)

La mamma di Ulisse diceva sempre "Come te non c'e' nessuno". (DrZap)

La mamma di Nerone diceva sempre: "Ma come mai, figlio mio, ti piacciono solo i giochi nuovi fiammanti?". (DrZap)

La madre di Alfred Nobel diceva: "Sono arrivate le analisi: scoppi di salute!"
La madre di Walt Disney diceva sempre: "Smettila di disegnare e pensa a studiare, che ti devi costruire un futuro!"
La madre di Bart Simpson ha sempre detto: "Se devono proprio ciucciartelo, quel maledetto calzino, mettilo pulito tutti i giorni!". (Grizzly)

La mamma del Milite Ignoto diceva al suo bambino: "Tu diventerai qualcuno!". (Bilbo Baggins)

La mamma del medico che inventò il viagra diceva al suo bambino: "Tu farai grandi cose!". (Bilbo Baggins)

Uffa che confusione! I bambini da stirare, i panni da portare a scuola. Da quando ho dimenticato mia moglie in autogrill in questa casa devo fare tutto io! (Bilbo Baggins)

Sfogliando l'album di famiglia un bambino domanda: "Mamma, chi e' questo bel giovanotto vicino a te in questa foto?". "E' il tuo papà!". "E allora chi e' quel ciccione pelato che vive con noi?". (La Settimana Enigmistica)

 Ci sono uomini che credono tanto nella famiglia che ne hanno due.

Che differenza c'e' fra un padre di famiglia e un libertino? Il primo ama i piaceri della casa, il secondo le case di piacere.

Due padri vantano gli exploits dei loro figli. Il primo: "Mio figlio di 2 anni riesce a tenere alzato un martello di 10 Kg!". Il secondo: "Il mio di un anno riesce a tenere alzata ogni notte tutta la famiglia".

"Figlio mio, tu non mi hai dato soddisfazioni da quando sei nato!". "Si', papa', ma prima di nascere ?". (Achille Campanile)

"Papa', mi devi dare 5 milioni perche' ho messo incinta una ragazza". Secondo figlio: "Papa', mi devi dare 5 milioni perche' ho messo incinta una ragazza". Arriva la figlia: "Papa' sono incinta". "Oh finalmente si incassa".

I parenti sono come le scarpe: piu' sono stretti e piu' fanno male. (Toto')

L'uomo e' il capo della famiglia, ma la donna e' il collo e muove il capo dove vuole. (Kuan Tao-Sheng) (Proverbio cinese)

Nessuna nuora, buona nuora. (Marcello Marchesi)

Due neo-genitori si presentano ad un parroco di un paesino del Veneto per accordarsi sulla data del battesimo della neonata. Il parroco: "Allora figlioli, come volete chiamare la piccola...?". "Avremmo pensato... Sifica". "Sifica!?". "Si'... perche' Simona ci sembra cosi' volgare!".

Non posso fare a meno di detestare i miei genitori. E' cosi' triste dover sopportare chi ha i vostri stessi difetti. (Oscar Wilde)

La mamma e' la parte piu' femminile dei genitori. (Roberto Benigni)

Nonostante fosse piena di piaghe purulente ando' a trovare il figlio di sua sorella all'ospedale. Quando lui la bacio' senti' il sapore del pus, ma gli piacque. Morale: Di buone infezioni e' lastricata la zia dell' infermo.

Non e' necessario avere i parenti a Kansas City per essere infelice. (Groucho Marx)

Quando ti nasce un figlio non sai mai chi ti metti in casa. (Achille Campanile)

 Cosa pensa mia figlia di me? Me l'ha detto: per lei sono una stronza. Pero' ha detto che mi vuole bene. Ma non le piaccio. Ha paura di me. La intimidisco. Dice che mi rispetta, ma non vorrebbe mai diventare come me. Insomma, abbiamo un normalissimo rapporto madre-figlia...(da "California suite") (Neil Simon)

La stupidaggine costituisce in una bella moglie un particolare incanto. Per lo meno, io ho conosciuto molti mariti che vanno pazzi per la stupidaggine della propria moglie, e scorgono i segni dell'innocenza infantile. (Nicolaj Gogol)

Conviene, a chi nasce, molta oculatezza nella scelta del luogo, dell'anno, dei genitori. (Gesualdo Bufalino)

Ho portato i miei figli ovunque, ma hanno sempre trovato la via di casa. (Robert Orben)

Genitori: Due persone che insegnano ad un bambino a parlare e a camminare, per in seguito dire loro di tacere e di stare fermi.

Il momento più bello delle feste è quando si resta soli a sparlare. (da "La famiglia" di Ettore Scola)

"Caro, perche' non giochi mai a pallone coi ragazzi?". "Perche' non rimbalzano bene". (Lia Celi)

Mia madre parlava con me solo tramite delle parole d'ordine: "Metti a posto!". (Furio Ombri)

Mio padre non mi picchiava mai senza un buon motivo: metteva su un pezzo dei Beatles e mi faceva un culo cosi'. (Furio Ombri)

Mia madre non mi ha mai picchiato. Di solito assoldava qualcuno. (Furio Ombri)

Sapete com'e' composta la famiglia-tipo spagnola? Da madrid, padrid e figlid...

Sapete come mio padre ha tenuto insieme la famiglia? Semplice, ha venduto le sedie. (Mario Zucca)

"Papà, ho una crisi d'identità". "La smetta di darmi del tu e si presenti".

Mio figlio era proprio un giovanotto intelligente. Un giorno arrivò a casa con la sua pagella e disse: "Papà, questa è la mia pagella. E questa invece è una delle tue che ho trovato in solaio".

Un padre è un banchiere fornito dalla natura.

 Avete mai notato che i parenti si misurano in gradi... come le scottature e i terremoti? (Boris Abito)

Una madre prende in disparte la sua bambina: "Samantha...". "Sì, mamma?". "Devo dirti una cosa...". "Ok, dimmi pure...". "Non so se posso, è una cosa che ti può far star male...". "Oddio, dai non tenermi sulle spine!". "Va bene, senti, io...io...no, non ce la faccio !". "Ti prego, dimmelo!". "Ok, senti, io... io... io non... io non sono la tua vera madre...". "Oh mamma mia !!!"

Genitori: "Perche' non ci hai scritto?". Figlio: "Perche' voi non sapete leggere ed io non so scrivere". Genitori: "Mi sembra un'ottima ragione"

Una signora si reca in drogheria con i suoi due figli adottati, l'uno dai forti lineamenti slavi e l'altra dalla pelle nera e' di origine etiope. Il proprietario li guarda incuriosito ed esclama: "Sono suoi signora questi bimbi??". "Certo" risponde orgogliosa la donna. "Sono stati adottati vero???". "Si', certo". "Me n'ero accorto, lei e' troppo vecchia per avere figli cosi' piccoli".

Dopotutto io sono tuo padre. E' vero che se non fossi stato io sarebbe stato un altro, ma non è una scusa. (Samuel Beckett)

Lo so, c'e' molta dolcezza nel sorriso di un bambino / Hai ragione... c'e' molta tenerezza negli occhi di un anziano. / Certo... puoi trovare della poesia nello sguardo di un randagio. / Pero' siccome questi sono 40 mq / adesso, tu, tuo figlio, tuo nonno e il cane andate fuori dai coglioni! (Flavio Oreglio)

Una ragazza va dalla madre e le parla: "Mamma, senti, ti volevo dire... sai... sono lesbica!". "Ma cara, che significa? Su, siamo nel 2000, ognuno deve vivere la propria sessualita'!". "Ah grazie ma... vedi mamma, sono anche incinta!". "Ma e' meraviglioso, diventero' nonna! E poi potrete adottare il bambino, tu e la tua compagna!". "Si', certo mamma, ci ho pensato ma... ne parlero' con lei... ma... vorrei andare al programma della De Filippi...". E la madre: "Ma... non potresti drogarti come tutti gli altri???"

Non provare a far crescere i tuoi figli per farli diventare come te, potresti riuscirci. (Russell Baker)

Io da grande voglio fare il coglione. Ogni volta che esco con mio padre, lui dice sempre: "che bella casa che ha sto coglione, che bella macchina che ha sto coglione..." (Mauroemme)

Genitori: persone che sopportano bambini, adolescenti, e giovani appena sposati. (Parents: People who bear infants, bore teenagers, and board newlyweds)

Una coppia ha una figlia neonata e il marito si rivolge spesso alla moglie per avere consigli su come trattare la piccola. Un giorno, la moglie sta facendo la doccia quando il marito va da lei e le chiede: "Cosa posso dare da mangiare alla bambina?". La moglie decide di iniziare a farlo essere indipendente e gli risponde: "C'e' ogni genere di cibo per bambini. Prova a fare come se io non fossi a casa, dai...". Pochi minuti dopo, squilla il cellulare della moglie. Lei risponde e sente il marito che le fa: "Tesoro, che posso dare da mangiare alla bambina?".

Non basta leggere libri e preparare il corredo... Eccovi alcuni semplici test per prepararvi alla vera esperienza di madre/padre.

1. Donne: Come preparsi alla maternita': Indossate un abito e infilate sul davanti un sacco di fagioli. Tenetelo per 9 mesi. Dopo i 9 mesi, togliete il 10% dei fagioli.
Uomini: Come prepararsi alla paternita': Andate dal farmacista, svuotate il contenuto del vostro portafoglio e ditegli di prendere cio' che vuole. Fate lo stesso al supermercato. Tornate a casa, prendete il giornale e leggetelo per l'ultima volta.

2.
Camminate per il salotto tutto il giorno dalle 17 alle 22, portando in braccio una borsa bagnata che pesi dai 5 ai 7 chili. Alle 22, lasciate giu' la borsa, mettete la sveglia per mezzanotte e andate a dormire. Svegliatevi a mezzanotte, camminate per il salotto con la borsa fino all'una e poi mettete la sveglia alle 3. Poiche' non riuscirete a riaddormentarvi, alzatevi alle 2 e preparatevi il te'. Tornate a letto alle 2.45 e svegliatevi alle 3. Dalle 3 alle 4 cantate una ninnananna e poi mettete la sveglia per le 5. Alzatevi alle 5 e fate colazione. Tenete questo ritmo per 5 anni e cercate di essere sorridenti.

3. Prova di resistenza al disordine. Ungete di burro il divano e di marmellata le tende. Nascondete una lisca di pesce dietro lo stereo e lasciatela li' per tutta l'estate. Infilate le dita nella terra dei vasi di fiori e pulitele sulle pareti. Coprite le macchie con i pastelli. Siete pronti?

4. Vestire i bambini.
Non e' cosi' semplice come sembra: comprate una piovra e un sacchetto di spago. Provate a infilare la piovra nel saccetto in modo che nessun tentacolo esca. Tempo disponibile: tutta la mattina.

5. Comprate una scatola di uova. Con una forbice e i pennarelli, fatene un alligatore. Poi prendete un rotolo vuoto di carta igienica: con solo lo scotch e la carta stagnola, fatene un albero di Natale. Infine, prendete una confezione vuota di latte, una pallina da ping-pong e un pacchetto di patatine vuoto e create la replica perfetta della Torre Eiffel. Ora siete pronti a giocare con i vostri bambini.


6. Come far diventare "familiare" la vostra automobile. Non vi serve comprare una monovolume: comprate invece un gelato al cioccolato e infilatelo nel portaoggetto. Lasciatelo li'. Prendete poi un wafer e infilatelo nel lettore cd. Prendete una confezione famiglia di biscotti al cioccolato e sbriciolateli nei sedili posteriori. Con un rastrello passate su entrambi i lati della macchina. Ora e' perfetta!

7. Uscire coi bambini. Aspettate fuori dal bagno per una mezz'ora. Entrate e uscite dalla porta per 3 o 4 volte. Aspettate fuori dalla porta. Camminate su e giu' per almeno 3 volte. Accendetevi una sigaretta e fumate lentamente per 5 minuti. Smettetela di esaminare ogni cicca, insetto morto e traccia di sporco sul marciapiede. Tornate in casa. Urlate che avete aspettato fin troppo tempo finche' tutti i vicini non avranno sentito. Ora siete pronti a portare fuori il bambino.

8. Ripetete ogni cosa che dite almeno 5 volte.

9. Andate al supermercato. Portate con voi la cosa che piu' assomiglia ad un bambino in eta' pre-scolastica. Una capra ben cresciuta va benissimo. Se pensate di avere piu' bambini, portatevi piu' capre. Fate pure la vostra spese, ma senza mai perdere di vista la capra. Pagate per ogni cosa che essa distrugge. Finche' non riuscite bene in questo, evitate di avere bambini.

10.
Prendete un melone, fategli un piccolo buco in un lato e svuotatelo. Appendetelo al soffitto, in modo che possa oscillare in ogni direzione. Ora prendete un omogeneizzato e cercate di infilare un cucchiaino di omogeneizzato nel buco del melone, facendo l'aeroplanino. Continuate fino a svuotare meta' del vasetto, poi versate il rimanente sul vostro vestito, facendo attenzione a che ne cada un bel po' anche sul pavimento. Ora siete pronti a dare la pappa a un bimbo di 1 anno.

11.
Iniziate a guardare la Melevisione e imparate i nomi dei Teletubbies. Quando imparerete a parlare come loro, potrete iniziare a definirvi "genitori".
(Lord Yoruno)

I genitori sono le ultime persone al mondo che debbano avere figli. (Samuel Butler)

E' durissima. Ma devo comunque tirare avanti : ho una famiglia da farmi mantenere. (Mino Maccari)

Le faccende di casa sono più facili e più rapide quando sono fatte da qualcun altro. (James Thorpe)

Quella famiglia era così numerosa che la cicogna ormai dormiva con loro. (Mauroemme)

Mi ricordo ancor oggi le prime parole che ho detto... Ho guardato mio padre e mia madre e ho detto: "Papi... Mami...". E mio padre mi ha detto: "Figliolo, è ora di ampliare il tuo vocabolario: hai ventiquattro anni!". (Bob Saget)

E' noto che noi uomini non cerchiamo nella moglie le qualità che adoriamo nell'amante... (Italo Svevo)

La mamma di Ale incontra una sua amica che non vede da anni e le chiede: "Come sta tua figlia?". E l'altra: "Molto bene, e la tua?". "Beh, e' cresciuta... ormai e' un ometto..." (Maurizio Tecli)

I nostri figli non sono violenti. Non ci odiano mica. Se ogni tanto ci picchiano e' per il nostro bene. (Lia Celi)

Tutti questi giovani che ammazzano i genitori. Pazzesco. Con tutti i soldi che gli diamo non potrebbero pagarsi un killer? (Lia Celi)

Un figlio e' una riproduzione assolutamente originale. (Fulvio Fiori)

Vedendomi crescere, un giorno mia madre mi disse: "Bravo, sei diventato proprio un OMETTO". Subito dopo mi trovai chiuso in un armadio...

Guarda che e' dura nascere in una famiglia dove si tira la cinghia. Oltre tutto mio padre tirava anche quella vera! E' che eravamo in troppi. Ricordo una volta, tornando da scuola, mio padre appena mi ha vista, ha detto: "Cazzo, e' tornata anche oggi!". (Brunella Andreoli)

Appartengo ad una famiglia affamata, mia madre era solita contarci dopo ogni cena. (Bob Shaw)

Voglio che i miei figli abbiano tutto quello che io non ho avuto. Poi voglio traslocare nella loro casa. (Phyllis Diller)

La mia è sempre stata una famiglia molto religiosa, mia madre prima di iniziare a mangiare si fa sempre il segno della croce. Una volta da piccolo le ho chiesto perché lo faceva, e lei mi ha risposto: "E' per ricordare il sacrificio che ha fatto Gesù morendo sulla croce per noi". E mio padre: "Meno male che non lo hanno impalato..."

Era una famiglia così numerosa che quando la sera tornava il papà, i figli nascondevano la mamma. (Mauroemme)

Ti rendi conto che i tuoi figli stanno crescendo quando non ti chiedono piu' da dove vengono e si rifiutano di dirti dove vanno. (O'Rourke)

Stiamo cercando di allevare i figli nel migliore dei modi. Non e' necessario sculacciarli. Il solo fatto che mostriamo le pistole il piu' delle volte ottiene il risultato voluto. (Dennis Leary)

"Papa', domani svegliami con dolcezza...". L'indomani, gridando a squarciagola: "CIOCCOOLAAATAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!". (Grizzly)

Il figlio si rivolge entusiasta al padre: "Babbo, babbo! Mi sono trombato nonna!!!". "Che cosa? Nonna ? ma come hai potuto???". "Eh bè sì, era lì sul letto, con le gambe aperte... non ho resistito...". Il padre, sempre più atterrito: "Ma.. la nonna..., è da pazzi, ti sei trombato la mi' mamma!!!". "Deh, perché, tu non ti sei trombato la mia??".

L'atto di ragione fa esistere: d'altronde è noto che i figli son frutti del pen... siero. (El Barzo)

Ho appena avuto il mio secondo figlio, il mese scorso. Il primo, che ha due anni e mezzo, era preoccupatissimo. Continuava a dire: "No voio fratellino, no voio fratellino". Allora per calmarlo gli ho detto: "Vedi? Se avessi imparato a parlare meglio, non avremmo dovuto sostituirti!". (Greg Geraldo)

Non sono mai andato d'accordo con mio padre. Gli altri bambini venivano da me e mi dicevano: "Il mio papà prenderà a pugni il tuo papà!". E io: "Davvero? Quando?". (Bill Hicks)

"Mamma, mamma, mi sono tagliato un dito!". "Succhialo, che ti passa tutto!". "E' che non lo trovo più!". (Lopezzone)

Chiese il piccino: "Papà cos'è l'oro?". "L'oro è il metallo più prezioso". "Papà cos'è l'incenso?". "L'incenso è un profumo sacro". "Papà cos'è la mirra?". "Figliolo, guarda, ci sono i Pokemon in TV!!". (da "Bastardidentro")

Un bambino domanda al padre: "Papà, papà perché ti sei sposato con mamma???". E il padre risponde: "Sta zitto, disgraziato, per colpa tua". (da Bastardidentro)

Insegna a tuo figlio a tacere: a parlare imparerà da solo. (Benjamin Franklin)



Marito e moglie hanno sei figli. Il marito è così fiero che comincia a chiamare la moglie "madre dei sei". La moglie è infastidita, ma nn dice niente al marito. Una sera devono uscire per una cena con amici. Giunti ad un certo orario il marito che vuol tornare a casa chiama la moglie e le dice: "Dai andiamo "madre dei 6". E la moglie: "Prendo il cappotto e arrivo, "padre dei 4"!!!" (da Bastardidentro)

L'altra sera ho mostrato a mio figlio la pila di stoviglie sporche sul lavandino e gli ho detto: "Figliolo, un giorno tutto questo sarà tuo". (Mauroemme)

Il Re: "Chi sono gli ascendenti e discendenti tuoi?". Bertoldo: "I fagiuoli, i quali bollendo al fuoco vanno ascendendo, su e giu' per la pignatta". (da 'Bertoldo e Bertoldino') (Giulio Cesare Croce)

Io sono una di quelle donne che hanno avuto la fortuna di arrivare alla maternita' con una certa esperienza, Possedevo da tre anni uno Yorkshire terrier. A dieci mesi i miei figli erano capaci di accucciarsi al piede. A un anno sapevano afferrare un frisbee a mezz'aria con i denti. A 15 mesi, dopo aver passato settimane a strofinargli il naso nei loro bisogni e a cacciarli fuori, erano addestrati a non sporcare per terra. ( Erma Bombeck)

E' molto facile far smettere di mangiarsi le unghie ai propri figli. Basta nascondere loro la dentiera. (Mauroemme)

"Hai saputo, caro? La figlia di Andrea ha 15 anni e non esce mai di casa la sera". "Lo sapevo che Andrea era un padre come si deve, che ha sempre saputo dare la migliore educazione ai suoi figli. Pero' io non la vedo uscire nemmeno di giorno!". "Non può perché deve allattare il bambino!".

Un genitore saggio lascia che i figli commettano errori. E’ bene che una volta ogni tanto si brucino le dita. (Gandhi)

Il figlio: "Mi suicido, babbo!". Il padre: "Non fare il moralista: spara agli altri". (Altan)

La più grande unità sociale del Paese è la famiglia. O due famiglie: quella regolare e quella irregolare. (Federico Fellini)

I giovani hanno perso il senso della famiglia, ma non l'indirizzo di casa. (Mirco Stefanon)

I miei litigavano così tanto che fino all'età di 5 anni credevo di chiamarmi "tuo figlio".

"Io gliel'avevo detto a mio figlio di non sposare Miss Svezia, ma lui niente, non ha voluto darmi ascolto. E così adesso abbiamo la croce di questo povero nipote alto, biondo, con gli occhi azzurri" mi dice la mamma del gobbo. (Romano Bertola)

Non disprezzare i parenti poveri; un giorno potrebbero diventare ricchi di colpo. (Josh Billings)

Chiedi a tuo figlio quello che vuole da mangiare solo se paga. (Ask your child what he wants for dinner only if he's buying) (Fran Lebowitz)

Dopo 30 anni di perplessita' sul fatto di essere cosi' diverso dal suo fratello piu' piccolo, un tale trova il coraggio di chiedere alla madre: "Mamma, dimmi la verita'. Io da piccolo, sono stato adottato???".La madre dice di sì, e poi comincia a piangere a dirotto. Infine aggiunge: "...ma eri così schifoso e rompiscatole che ti hanno riportato indietro".

Quand'era ancora un bambino, una sera mio figlio mi chiese: "Papà, ma tu non ti stanchi mai di giocare a marito e moglie?". (Mauroemme)

Quasi tutte le mamme preferiscono che i figli pratichino la pallanuoto, perche' cosi' non tornano a casa tutti impolverati. (Gene Gnocchi)

"Papà sono uscita col mio ragazzo, ha detto che ho una bella carrozzeria e due belle sospensioni". Il papà: "Di' al tuo ragazzo che se alza il cofano e tocca il motore gli rompo la marmitta". (GiDi)

Mia madre era solita dirmi: "Se uno sconosciuto ti si avvicina e ti offre delle caramelle, e ti dice di salire sulla sua auto... vai!". (Laura Kighlinger)

Un uomo dice al fidanzato di sua figlia: "Giovanotto, mi avevi promesso di portare mia figlia a casa prima delle dieci! Per primo: sono le tre di notte, e secondo: questa non e' mia figlia!". (Mario)

Un mio amico ha avuto un'infanzia molto difficile, con un padre terribile che lo picchiava sempre. A volte, quando era particolarmente incazzato, metteva la cinghia per terra e ci sbatteva sopra il figlio. (Mauroemme)

Ho sempre avuto discussioni con mia madre sull'orario per andare a dormire ... poi ho smesso quando le ho concesso di andare a letto alle 10. (Mac Gyver)

Due amici: "Tua moglie è come la prugna, fa cagare!". L'altro: "Tua moglie invece è come la barba, me la faccio tutti i giorni..."

"Io non so da chi abbia preso i difetti nostro figlio!". "Da me certamente no!". "Già! Tu ce li hai ancora tutti!!!". (Scirio)

"Mamma, mamma, è ora che tu mi dica la verità: chi è mio padre?". "La verità, figlio mio, è che sei un figlio di provetta". "Di provetta??". "Si. Ne ho provati talmente tanti che non ho proprio idea di chi possa essere tuo padre". (Mauroemme)

 Trovatello: Bambino che si e' sbarazzato dei suoi genitori, non giudicandoli all'altezza delle sue condizioni e delle sue prospettive. (Ambrose Bierce)

"Babbo, che ne sara' di me?". "Per intanto, sei giovine. Poi farai l'emarginato, il soldato e il disoccupato. Poi scegli: o meridionale o donna". (Altan)

In tutte le epoche, insomma, avere figli ha sempre significato sacrificio, almeno fin che non viene il giorno in cui col colapasta e il grembiule si apre un periodo nuovo: cioe' l'eta' scolare. (Alessandro Bergonzoni)

"Basta con questa vita, voglio farmi una famiglia". "Esagerato... fatti solo la piu' carina di tutta la famiglia". (Alessandro Bergonzoni)

Il conte Ugolino passo' alla storia per essersi mangiato i figli. Li guardo' in faccia: Anselmo il primo, Gaddo il secondo, Marco come contorno e se li mangio'. (Anatolj Balasz)

Non c'e' nulla che distingua la società umana dal cortile di una fattoria, a parte il fatto che i bambini procurano più guai e costano più delle galline e le donne non sono completamente schiavizzate come gli animali della fattoria. (Bernard Shaw)

Quando i nostri parenti sono a casa, dobbiamo pensare a tutte le loro buone qualità o sarebbe impossibile sopportarli; ma quando sono assenti, ci consoliamo della loro assenza indugiando sui loro vizi. (Bernard Shaw)

Se i genitori riuscissero soltanto a capire quanto annoiano i loro figli. (Bernard Shaw)

I padri non dovrebbero essere né visti né sentiti. Questa è l'unica base appropriata per la vita famigliare. (Oscar Wilde)

I parenti sono solo un mucchio di gente noiosa che non ha il minimo senso di come vivere ne' la piu' pallida idea di quando morire. (Oscar Wilde)

Io sono la madre di tutte le cose, e tutte le cose dovrebbero mettersi una giacchetta di lana...

Tutti sanno la storia di quel padre che, bastonando il figlio, gli diceva: "Figlio mio, credimi, fa piu` male a me che a te". Al che il figlio rispose: "Allora, papa`, perche' non lasci che ti bastoni io?". (Bertrand Russell, Elogio dell'ozio)

A tavola perdonerei chiunque, anche i miei parenti. (Oscar Wilde)

Un figlio non è abbastanza, ma due sono decisamente troppo. (Assioma di O'Toole)

Mio padre era un creolo, suo padre un negro, e suo padre una scimmia; la mia famiglia, mi sembra, è cominciata dove la tua è finita. (Alexandre Dumas padre)

Quando mio figlio va in discoteca sto in ansia. Finche' il mio BMW non torna in garage qui nessuno chiude occhio. (Davide Ceccon)

 Credeva molto nella famiglia al punto che ne aveva due. (Fabio Fazio)

"Mamma, è vero che discendiamo dalle scimmie?". "Non lo so. Tuo padre non ha mai voluto presentarmi i suoi parenti". (Mauroemme)

Beh sì, ogni tanto mio padre me le suonava. E mentre lo faceva parlava. Picchiava e urlava: "Ne hai avute abbastanza?". Avute abbastanza? Ma che razza di domanda è? Cosa voleva che rispondessi: "Ehi, papà, un altro calcio nelle palle non è proprio possibile?". (Billy Connolly)

L'ho detto e lo ripeto adesso: è assolutamente impossibile che tu sia mio figlio. Adesso vado a casa e piglio a schiaffi tua madre. (Jackie Gleason)

Se una persona ha due genitori, quattro nonni, otto bisnonni, sedici trisnonni e così via, significa che l'umanità è in via di estinzione?

Siate sempre molto gentili con i vostri figli, perche' saranno loro che un giorno sceglieranno la vostra casa di riposo. (Phyllis Diller)

L'altra sera mio figlio - appena sedicenne - mi chiese le chiavi dell'auto perche' aveva un appuntamento con una ragazza. Gli ricordai che non aveva ancora la patente. Lui alzo' le spalle e mi rispose "Che mi frega? Tanto non usciamo dal garage". Promette bene. (Mauroemme)

Non posso abbandonare mio padre e mio fratello: sono come parenti per me. (Jay Mohr)

Figlio: "Ci ho la bambola che partorisce, pa'.". Padre: "E che vuoi da me? La prossima volta fa piu' attenzione". (Donarelli)

Quando la figlia si sposa, il padre perde la dote, ma riguadagna il bagno e il telefono. (Robert Lembke)

Gli amici sono il modo di Dio per scusarsi dei parenti!

Gomez: "Sei infelice, tesoro?". Morticia: "Oh, si'... si', completamente! (Da "La famiglia Addams")

Morticia: "Immagina, tesoro, se Fester tornasse davvero... mezzo morto, a malapena umano, una carcassa in decomposizione". Gomez: "Non eccitarmi!". (Da "La famiglia Addams")

Morticia mentre cerca nell'armadio: "Il guardaroba invernale di zia Niknek... il guardaroba estivo di zia Niknek... zia Niknek". (Da "La famiglia Addams")

Signora: "Lo spirito umano è cosa difficile da distruggere". Nonna Addams: "Anche con la sega elettrica!". (Da "La famiglia Addams")

Gomez: "Che donna incantevole, così glaciale!". (Da "La famiglia Addams")

Morticia: "Pensa, un giorno saremo sepolti qui, uno accanto all'altro, sotto due metri di terra... in bare coordinate, i nostri corpi esanimi, a marcire uniti, per l'eternità!". (Da "La famiglia Addams")

La famiglia e' un'unita' di individui che vivono nella stessa casa. E' formata da marito, moglie, bambini, servi, cane, gatto, uccellino, scarafaggi, cimici e pulci. Tutti a costituire insieme la 'base' della moderna societa' civile. (Ambrose Bierce)

Fino a tredici anni credevo che il mio nome fosse "Stazitto". (Joe Namath)

"Sono stata a trovare mia madre". "E come l'hai trovata?". "Beh, la strada me la ricordavo benissimo". ("Buffy, l'ammazzavampiri")

Se la mia ragazza avesse avuto un figlio avrei dovuto riconoscerlo e io non sono fisionomista.

Ogni uomo vede nei propri parenti, e specialmente nei cugini, una serie di grottesche caricature di se stesso. (Henry Louis Mencken)

"Mamma, ma non aspettiamo papa' per mangiare?". "Se... se dovevo aspettare tuo padre, tu ancora non eri nato!"

Un giorno, tornando a casa dalla scuola elementare, scoprii che i miei avevano fatto trasloco. Allora capii perche' la mia merenda era stata avvolta in una mappa. (Alan Law)

Dopo tutto, non vi sono figli illegittimi, ma solo genitori illegittimi. (Anthony Burgess)

Dovevo lasciare la mia famiglia per andare all'Universita'. Eh si', i miei genitori organizzarono una gran festa d'addio per me. Secondo quel che dice la lettera. (Emo Philips)

Recentemente ho compiuto 50 anni, che è un'età giovane per un albero, media per un elefante, e avanzata per un jogger il cui figlio dice: "Papà, non vengo più a correre con te a meno che non mi porti qualcosa da leggere!". (Bill Cosby)

"Che hai alla mano?". "E’ di legno sai, caro. Si', sono cose che tu non puoi capire, ma te lo dico lo stesso: io sono un anarchico". "Ma tutti gli anarchici hanno una mano di legno?". "No, soltanto i fessi come me che si sono fatti scoppiare la bomba in mano". (Un bambino e Ugo Tognazzi in “Il padre di famiglia”)

E' vero: ho un debito con mio padre. All'incirca un cucchiaino di sperma. (J.B.)

Mio padre mi voleva bene e me lo dimostrava continuamente; mi accarezzava, mi faceva giocare con una pallina di gomma, ogni tanto mi portava in un prato e mi lanciava un bastone. (Teo Teocoli)

Il figlio era praticamente uguale alla madre, ma senza baffi. (Ezio Greggio)

Le gioie della famiglia sono cosi' delicate che bisogna essere soli per apprezzarle. (Georges Feydeau)

La mamma.
Mia madre mi ha insegnato rispettare il lavoro degli altri: "Se dovete ammazzarvi, fatelo fuori di qui, che ho appena pulito!".
Mia madre mi ha insegnato a pregare: "Prega Dio che non ti sia caduto sul tappeto!".
Mia madre mi ha insegnato a rispettare le tempistiche di lavoro: "Se non pulisci la tua camera entro domenica, te la faccio pulire durante la settimana!".
Mia madre mi ha insegnato la logica: "Perche' lo dico io, ecco perche'!".
Mia madre mi ha insegnato ad essere previdente: "Assicurati di avere su le mutande pulite, non sia mai fai un incidente e ti devono visitare!".
Mia madre mi ha insegnato l'ironia: "Prova a ridere e ti faccio piangere io!".
Mia madre mi ha insegnato la tecnica dell'osmosi: "Chiudi la bocca e mangia!".
Mia madre mi ha insegnato il contorsionismo: "Guarda che sei sporco dietro, sul collo!".
Mia madre mi ha insegnato la resistenza: "Non ti alzi finche' non hai finito quello che hai nel piatto!".
Mia madre mi ha insegnato a non essere ipocrita: "Te l'ho gia' detto mille volte di non farlo, non fare finta di niente!".
Mia madre mi ha insegnato il ciclo della Natura: "Come ti ho fatto, ti disfo!".
Mia madre mi ha insegnato il comportamento da non tenere: "Smettila di comportarti come tuo padre!".
Mia madre mi ha insegnato cos'e' l'invidia: "Ci sono milioni di poveri bambini che non hanno genitori meravigliosi come me!".

Fin da piccolo ho fatto quello che desiderava mio padre: lui voleva un medico e io sono andato a chiamarglielo. (Paolo Vitullo) (Comix)

La famiglia è una piccola azienda a tassazione agevolata per la produzione di nuovi contribuenti. (Wolfram Weidner)

Nonni e nipoti vanno tanto d'accordo perche' hanno un nemico in comune. (Sam Levenson)

"Pronto, mamma, l'hai buttata la pasta?". "Si', Marco". "Beh, allora butta pure il secondo perchè non vengo a cena".

Io e mia moglie abbiamo finalmente deciso che tra un annetto circa metteremo in cantiere un bambino... cosi potrò smettere di mantenere la famiglia... (Sanfinix)

Figlio: tassa trentennale, variabile dagli uno ai due milioni al mese. (Martino Ragusa)

Mio padre quando ero giovane aveva paura che non mi piacessero le donne. E' stata l'unica cosa in cui non l'ho deluso. (Diego Parassole)

Murphy's Laws Of Parenting
- Un bambino non verserà su un pavimento sporco. (A child will not spill on a dirty floor)
- Un giovane bambino è un rumore con immondizia su lui. (A young child is a noise with dirt on it)
- Una gioventù diviene un uomo quando i marchi che lui vuole andare via sul mondo non hanno niente per fare con pneumatici. (A youth becomes a man when the marks he wants to leave on the world have nothing to do with tires)
- Un giocattolo infrangibile è utile per rompere gli altri giocattoli. (An unbreakable toy is useful for breaking other toys)
- Celibato non è ereditario. (Celibacy is not hereditary)
- Per istruzione adulta, nulla colpisce bambini. (For adult education, nothing beats children)
- Avere bambini è come avendo un vicolo del bowling installato nel Suo cervello. (Having children is like having a bowling alley installed in your brain)
- Se un bambino sembra suo padre che è l'ereditarietà; se lui sembra un vicino di casa che è ambiente. (If a child looks like his father, that's heredity; if he looks like a neighbor, that's environment)
- Se Lei ha difficoltà che trova l'attenzione dei Suoi bambini, solo si siede e sembra comodo. (If you have trouble getting your children's attention, just sit down and look comfortable)
- L'alienazione mentale è ereditata; Lei l'ottiene dai Suoi bambini. (Insanity is inherited; you get it from your kids)
- Ora costa più per divertire un bambino che faceva una volta istruire suo padre. (It now costs more to amuse a child than it once did to educate his father)
- Accade ad adolescenti che il giorno verrà raramente quando loro sapranno non più dei loro genitori. (It rarely occurs to teenagers that the day will come when they'll know as little as their parents)
- Soldi non è tutto, ma esso castelli sicuri i bambini in tocco. (Money isn't everything, but it sure keeps the kids in touch)
- Passi l'estate vacanza è un tempo quando genitori comprendono che insegnanti sono grezzamente mal retribuiti. (Summer vacation is a time when parents realize that teachers are grossly underpaid)
- Il primo segnale della maturità è la scoperta che la manopola del volume si rivolge anche alla sinistra. (The first sign of maturity is the discovery that the volume knob also turns to the left)
- Ci sono tre modi di trovare cose: 1: lo faccia Lei. 2: noleggi qualcuno per farlo. 3: o impedisce i Suoi bambini di farlo. (There are three ways to get things done: 1: do it yourself. 2: hire someone to do it. 3: or forbid your kids to do it)
- Lei può imparare molte cose da bambini ...like quanta pazienza che Lei ha. (You can learn many things from children...like how much patience you have)

Tutti gli uomini della mia famiglia avevano la barba e anche la maggior parte delle donne. (W.C. Fields)

"Uè, fai il bravo, perché guarda che io ti infilo una mano in bocca, una in culo, e ti uso come manicotto!". (dal film "Il vizio di famiglia" di Mariano Laurenti)

"Come stai John?". "Sto bene, a parte il fatto che sono disoccupato, senza casa, sordo, cieco, zoppo e con una palla sola". (da "Guai in famiglia", 1992)

 

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Indice Aforismi        Indice Barzellette        Indice Generale        Home Page

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

daimonew.jpg (8097 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

     Copyleft © 1997 - 2020  by  WWW.DAIMON.ORG  and  CARL WILLIAM BROWN

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

Daimonecobanner.gif (22169 byte)

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

 colorfrec1.gif (483 byte) DaimonClub  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonPeople  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonArts  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonNews  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonMagik
 colorfrec1.gif (483 byte) DaimonGuide  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonLibrary  colorfrec1.gif (483 byte) C.W. Brown  colorfrec1.gif (483 byte) Links Exchange  colorfrec1.gif (483 byte) DaimonHumor

Turchese_e_grigio.gif (1990 byte)

dcshobanmov.gif (14871 byte)

Daimbanlink.jpg (8751 byte)

website tracking